Il Famila Wuber sbanca il PalaMinardi per 66-70

Grandissima prestazione di intensità del Famila Wuber che sbanca il PalaMinardi per 66-70 (impresa che in regular season non riusciva dal 2018) e chiude questa prima fase della stagione in testa alla classifica imbattuta. Purtroppo non è stata una serata di soli sorrisi ma anche di preoccupazione per l’infortunio di Andrè nei primi minuti di gioco, costretta ad uscire dal campo in barella.

L’esclusione di Collier tra le straniere, e l’infortunio del centro azzurro, hanno costretto Gruda e Keys agli straordinari: prova monumentale della francese, meno decisiva a livello realizzativo la vicentina che è stata però dominante a rimbalzo ed in difesa. Straordinaria anche la prestazione di Laksa (22 punti con 5/10 dall’arco) e quella di Crippa in difesa su Taylor. Infine, splendido gioco per le compagne di Sottana che ha distribuito ben 8 assist.

Dopo l’incredibile prova di forza martedì in Eurolega su Fenerbahce, il Famila Wuber si ripete in campionato dimostrando di aver ritrovato per buona parte il gioco veloce e intenso di inizio stagione. Ora i campionati si fermano per gli impegni delle nazionali nelle qualificazioni al prossimo Eurobasket.

Ottimo impatto sulla gara delle orange che conducono 2-7 grazie a Gruda, Laksa e Sottana; arriva, ovviamente, la reazione delle padrone di casa che impattano con Kacerick e Taylor dalla lunetta non permettendo a Schio di segnare per due minuti e mezzo. Romeo infila la prima tripla dopo due errori consecutivi e fa 10-9. Poi il momento più brutto della gara: su un contatto fortuito con Ruzickova, Andrè cade a terra e non si rialza: deve intervenire addirittura la barella per portare fuori dal campo il centro azzurro e Schio si ritrova con solo Gruda e Keys come lunghe. Le orange, però, reagiscono d’orgoglio e superano con Laksa e Gruda: 10-14. Arrivano in seguito tre triple delle siciliane (Tagliamento, Kuier e Ostarello) per un parziale di 9-0 recuperato in extremis dalle solite Gruda e Laksa: 19 pari alla prima sirena.

Serie di sorpassi e controsorpassi nei primi minuti del secondo quarto: apre Verona in lunetta, risponde Ostarello dall’arco. Keys sfrutta una palla recuperata della playmaker palermitana per fare 23-25 in contropiede ma al 13’ Romeo, Taylor e Tagliamento ridanno il vantaggio all’Eirene: 28-25. Il Famila risponde immediatamente con Gruda, Mestdagh – che si sblocca dalla distanza – e altri quattro punti della francese: è il 15’ e Schio conduce 28-34. Le scledensi potrebbero prendere il largo perché Ragusa non trova più la via del canestro ma sprecano molte ghiotte occasioni: così per quattro minuti il punteggio non si muove più e alla pausa il tabellone recita 30-36.

Fantastico rientro in campo di Schio che spinge in maniera importante sull’acceleratore con Gruda devastante (sale già a quota 22 punti) e le triple ciniche di Laksa e Crippa sulla sirena: 37-48. Nel frattempo Taylor e Santucci commettono il loro quarto fallo personale e il Famila ne approfitta per fuggire fino al +18 con la tripla di Sottana: 37-55. La reazione della Passalacqua arriva dalla sua giocatrice più carismatica: Romeo si inventa tre incredibili giocate per un parziale personale di 8-1 che rimette in corsa le sue alla penultima sirena sul 45-56.

Pazzesca stoppata di Verona su Santucci dopo una sanguinosa palla persa nei primi secondi e, sull’altro lato del campo, Crippa infila la seconda tripla di serata. Ragusa riceve una scossa fondamentale da Santucci che, con energia, riporta le sue a -10 prima di uscire per cinque falli al 33’. Laksa segna ancora dall’arco ma le energie scledensi sono ridotte al lumicino ormai e l’Eirene ne approfitta per rientrare di prepotenza con Taylor, finora molto ben limitata da Crippa: 61-65. La tripla di Laksa sulla sirena a 1’30” dalla fine sembra togliere le castagne dal fuoco ma a 20” dal termine Romeo colpisce dalla lunga distanza: 66-68. Sottana dalla lunetta è glaciale e chiude la contesa sul 66-70.

Passalacqua Ragusa – Famila Wuber Schio 66-70 (19-19, 30-36, 45-56)

Passalacqua Ragusa: Chessari ne, Romeo 16, Consolini 0, Di Fine ne, Kacerik 6, Tagliamento 9, Bucchieri ne, Ruzickova 2, Santucci 4, Taylor 12, Ostarello 8, Kuier 9

Famila Wuber Schio: Del Pero 0, Mestdagh 5, Sottana 9, Gruda 22, Verona 2, Crippa 6, Andrè 1, Keys 3, Laksa 22

Credi foto: Laura Moltisanti | Passalacqua Ragusa