l’Allianz ha la meglio nel primo derby lombardo

E’ stato un vero derby quello andato in scena ieri nel tardo pomeriggio al PalaNat di Sesto San Giovanni.
Una partita combattuta, dal primo all’ultimo secondo, con nessuna delle due squadre che é mai riuscita a prendere davvero il largo durante i 40’.
Entrambe le formazioni partono con quintetti “big”, con rispettivamente Raca e Jackson da numero 3. E’ Costa a partire schiacciando l’acceleratore e, grazie ad ottime iniziative di Vaughn e Allievi (6 punti a testa dopo una manciata di minuti), si trova avanti 17-11 e Coach Zanotti é costretta a chiamare time-out. Facendo fatica a contenere il dinamismo delle lecchesi, Sesto prova una zona 3-2 molto adeguata che paga, unita, nella metà campo offensiva, al talento straripante della portoricana Gwathmey. La premiata ditta Allievi/Vaughn però continua a far male alla difesa del Geas, ma, verso il finire del quarto, Costa fatica e si torna in perfetta parità (23-23).
Ad inizio secondo quarto il Geas si rimette a uomo ed é la Limonta a passare a zona. Pioggia di triple da entrambe le parti: Jablonowski fa 2/3 e con lei a segno anche Dotto, Raca e Jackson con una a testa su altrettanti tentativi, e partita ancora in costante equilibrio, con vari botta&risposta che rendono piacevolissimo il derby. E’ a questo punto che Matilde Villa, ben contenuta fino ad allora, comincia a trovare spazi e a mostrare la sua classe immensa. Si va all’intervallo lungo 45-43 per le padrone di casa, punteggio alto e bella intensità. Un vero derby! Nei primi 20’ si evince che, quando Costa rallenta e abbassa i ritmi, Sesto mostra la sua superiorità fisica, con vantaggi in ogni ruolo.
Il terzo quarto inizia con una tripla di JJJ (Jessica Janelle Jackson), poi la gara si fa contratta e a metà quarto si é sul 50 pari; tanti errori da entrambe le parti e nessuna delle due formazioni che prende il volo. Quando Sesto segna (entra definitivamente in partita anche Graves, oltre ad un efficace Raca), Costa non molla e rimane attaccata alla partita con le unghie. Il quarto si conclude 60-60 con bomba di Toffali dall’angolo allo scadere.
Il quarto periodo inizia come il terzo e cioè con tripla di Jackson, ma un paio di folate di Graves e Gwathmey portano l’Allianz sul 68-64, che, in una partita come questa, é un vantaggio enorme. Ma Matilde Villa non ci sta, come non ci sta nemmeno Crudo che segna da 3 punti più volte, facendo molto male alla difesa lecchese e portando il tabellone sul 76-71 per Sesto. Una magia di Villa M. in contropiede (dietroschiena per Vaughn) riporta Costa sotto di 3. Il Geas perde palla a 18” dal termine e Coach Seletti chiama time-out. Rimessa costruita ottimamente, ma la conclusione di una positivissima Jablonowski viene sputata fuori dal ferro. Ora é Sesto a chiamare time-out, il cronometro dice 6”. Fallo sistematico su Crudo che fa 1/2 dalla lunetta, altro time-out Limonta, ma l’ultimo tentativo di agguantare la partita di Villa M. (anche qui altra rimessa molto efficace) é out e a sorridere é il Geas.
Finisce 77-73 tra gli applausi del pubblico.
Derby doveva essere e derby é stato!

Tabellino

Allianz Geas Sesto San Giovanni – Limonta Costa Masnaga 77 – 73 (23-23, 45-43, 60-60, 77-73)
ALLIANZ GEAS SESTO SAN GIOVANNI: Dotto* 11 (2/9, 1/3), Raca* 15 (5/9, 1/3), Ramon NE, Crudo 17 (1/2, 3/6), Merisio NE, Graves* 19 (8/14 da 2), Valli NE, Trucco* 2 (1/2 da 2), Ercoli, Gwathmey* 13 (5/12, 1/3)
Allenatore: Zanotti C.
Tiri da 2: 22/49 – Tiri da 3: 6/15 – Tiri Liberi: 15/17 – Rimbalzi: 41 11+30 (Graves 11) – Assist: 12 (Gwathmey 4) – Palle Recuperate: 4 (Crudo 1) – Palle Perse: 10 (Raca 4)
LIMONTA COSTA MASNAGA: Toffali 9 (2/4, 1/3), Spreafico NE, Villa, Villa* 15 (7/13, 0/4), Osazuwa, Caloro NE, Balossi, Jablonowski* 14 (1/4, 4/6), Allievi* 7 (3/8, 0/3), Vaughn* 13 (6/10 da 2), Jackson* 15 (1/7, 4/5), Labanca NE
Allenatore: Seletti P.
Tiri da 2: 20/46 – Tiri da 3: 9/23 – Tiri Liberi: 6/12 – Rimbalzi: 38 12+26 (Vaughn 9) – Assist: 15 (Toffali 5) – Palle Recuperate: 4 (Vaughn 3) – Palle Perse: 9 (Toffali 3)
Arbitri: Nuara S., Pellicani N., Pallaoro L.

PH: ALESSANDRO VEZZOLI