Coach Cioni: per rialzare la testa servono lavoro e più attenzione alle piccole cose

Inizio di campionato in salita per l’Use Rosa Scotti. Lo zero in classifica dopo quattro giornate è senza dubbio una cosa a cui nessuno era abituato e quindi in casa biancorossa è ora di fare quadrato per cercare di uscire da questa posizione difficile. “Con San Martino – spiega coach Alessio Cioni – abbiamo mollato in fondo quando abbiamo visto che la partita ci stava sfuggendo di mano. Per tre tempi direi invece che siamo andate bene, anche se non possiamo concedere così tanti rimbalzi alle avversarie senza allo stesso tempo prenderne. Oltre a questo è necessario limitare le palle perse, altrimenti vincere è difficile. Oltretutto ci sono stati alcuni frangenti nei quali potevamo rimetterci in partita ed abbiamo sbagliato canestri facili da sotto. Sono i momenti nei quali cambiano le partite ed in queste situazioni dobbiamo fare passi in avanti. Abbiamo la capacità di poterlo fare semplicemente migliorando nelle piccole cose, non serve niente di straordinario”. “Il problema – prosegue – è che siamo rimaste in partita fino a quando le percentuali da fuori sono state alte e per questo dobbiamo riuscire anche ad avere una dimensione interna, altrimenti vincere è difficile. Non si può pensare di portare a casa le vittorie solo tirando da fuori”. Preoccupato per lo zero in classifica? “L’unica cosa che possiamo fare è lavorare di più – chiude il tecnico – fare qualcosa in più, studiare qualcosa in più e soprattutto lavorare in tutto, dalla testa ovvero dalla fiducia alle questioni più tecniche cui accennavo prima”.