SANGA VINCE GARA1

Il Ponte Casa D’Aste è a una partita dalla finale promozione grazie alla difficile vittoria in gara 1 contro Vicenza. Partita dura, con molti contatti e più giocate di intensità che di tecnica che però non ha spaventato le Orange capaci, ancora una volta, di vincere dopo essere state sotto anche di 8 punti.

Partenza bruciante de Il Ponte Casa d’Aste che mostra una grandissima intensità difensiva capitalizzata con il 7-0 nei primi 90 secondi di gara grazie ai canestri di Novati, Beretta e Quaroni. Vicenza si aggrappa alle proprie individualità più importanti, Villaruel e Tibè, che ispirano il controparziale di 6-0 delle ospiti. Negli ultimi tre minuti della frazione anche l’attacco Orange perde in fluidità e così le padroni di casa trovano punti con le giocate di Toffali e di Guarneri brava a giocare spalle a canestro.

Sono però 5 punti di Mandelli a segnare la fuga Sanga che arriva alla prima sirena sul +9 (17-8)

Polveri bagnate nei primi tre minuti di secondo quarto, con il Sanga che non molla in difesa senza però approfittarne in attacco. Coach Pinotti alza il quintetto schierando contemporaneamente Guarneri e Meroni che smuovono il tabellone per le padroni di casa mentre Villaruel di pura voglia tiene le sue sul -4. Quando mancano 2 minuti alla fine il Sanga prova ad allungare con i 5 punti di Cicic, ma Villaruel e Gobbi rispondono portando le squadre al riposo sul 26-22.

Al rientro in campo Vicenza alza l’intensità conquistando il primo vantaggio della propria gara con 5 punti delle solite Gobbi e Villaruel.
Un Sanga non ordinatissimo in attacco riesce però a controbattere subito con Novati e Beretta. In una fase di partita più intensa che ordinata le ospiti tornano in vantaggio di 8 punti grazie a Mioni e Tibè mentre il Sanga deve fare i conti con il bonus a sfavore quando mancano ancora 4 minuti alla fine del quarto. Dopo non poche difficoltà è Novati a muovere il punteggio delle milanesi ma le vicentine, grazie anche a un fallo tecnico a favore, riescono a presentarsi all’ultimo quarto sopra di sette lunghezze.

All’inizio dell’ultima frazione arriva lo scatto d’orgoglio del Ponte Casa d’Aste che piazza con Meroni e Toffali un 4-0 che induce la panchina veneta a fermare subito la gara. Al rientro in campo la musica non cambia con il duo Tuffali-Beretta che riporta in vantaggio le Orange. Cicic prova a dettare lo strappo con due triple consecutive ma Villaruel replica dall’arco tenendo sul +4 il vantaggio delle milanesi.

A 90 secondi dalla fine Tibè riporta le sue -2 ed è Villaruel a cercare il tiro del pareggio sull’azione successiva con Toffali brava a reggere in difesa e propiziare la stoppata con recupera che Novati converte nei due punti che valgono il nuovo +4 a 35 secondi dal termine. Il Sanga difende magistralmente sull’azione successiva e Vicenza decide di non far fallo concedendo di fatto la vittoria alla Orange con il punteggio di 55-51

Coach Pinotti a fine partita dichiara: “Evidentemente dobbiamo andare sotto per poi risvegliare i nostri istinti migliori. Certamente abbiamo sofferto troppo e sbagliato tantissimo in attaccato con Vicenza che ha tirato fuori una bella prestazione. Arrivati sul 34-42 abbiamo piazzato questo bel parziale di 21-9 frutto di una grande difesa su Villaruel, a cui si sono aggiunti i 18 rimbalzi di Meroni e le belle giocate di Cicic in attacco. Vicenza è una grande squadra e ha dimostrato di saper far bene, Gara 2 sarà una partita durissima: mi aspetto di vedere le venete super aggressive come è giusto che sia. Noi abbiamo due match point a disposizione, loro no, e questo può essere un grande vantaggio”.

Tabellino

Il Ponte Casa d’Aste Sanga Milano: Toffali 7, Novati 8, Cicic 13, Guarneri 7, Beretta 9, Dell’Orto ne, Mandelli 5, Meroni 4, Vacchelli ne, Quaroni 2, Angelini ne, Stilone. Statistiche di squadra: Tiri da due,
18/49 , Tiri da tre 5/20, Tiri liberi 4/9 , rimbalzi totali 51

AS Vicenza: Monaco 2, Grazian ne, Lazzaro 2, Mioni 4, Gobbo 9, Villaruel 20, Bellon ne, Tibè 12, Martines, Tagliapietra 2. Statistiche di
squadra: Tiri da due, 19/45 , Tiri da tre 3/15, Tiri liberi 4/10 , rimbalzi totali 39

FOTO MARCO BRIOSCHI