DINAMO LAB A TESTA ALTA, VINCE CANTÙ

I guerrieri biancoblu tengono testa per 20’ alla corazzata lombarda. Al via la stagione del Mini Lab che cede sul campo di casa a Palermo ma festeggia il ritorno sul parquet

Finisce con la vittoria di Cantù la sfida di andata dei quarti di finale dei playoff Fipic in scena questa sera, al Palazzetto dello Sport di Sorso: il risultato non sorprende ma a riempire di orgoglio è la partita disputata dalla Dinamo Lab Banco di Sardegna. Gli uomini di coach Massimo Bisin tengono testa per un tempo intero ai lombardi, arrivati in Sardegna dopo lo stop per un focolaio Covid-19, e finora imbattuti: trascinati da Leandro De Miranda nel primo tempo e grazie a un buon lavoro di squadra nel secondo i sassaresi subiscono l’offensiva brianzola ma non fanno scappare via gli avversari. Cantù si aggiudica la sfida di andata e mette un mattoncino in ottica qualificazione alla semifinale, dove la attendono Santo Stefano, Giulianova e la sorpresa Padova, ma il plauso va a una Dinamo Lab mai doma che chiude la sfida con il record di punti segnati alla miglior difesa della serie A Fipic e il conseguente minor svantaggio subito dalla Briantea. I biancoblu chiudono con tre uomini a referto in doppia cifra: De Miranda (11), Caiazzo (10), Fares (10), unito all’ottimo contributo di Villafane (8) e Quaranta (6) mentre nelle file avversarie spiccano i 25 punti di Carossino.

L’appuntamento per la sfida di ritorno è fissato domani, domenica 21, alle 15 nel back to back sul campo di Sorso: la sfida sarà trasmessa in diretta su Dinamo Tv.

Bentornato Mini Lab. Al via questa mattina, nel quartier generale della Dinamo Lab al Palazzetto dello Sport di Sorso, la stagione del Mini Lab: i ragazzi allenati dall’head coach Massimo Bisin e Cosimo Caiazzo debuttano sul campo di casa nella sfida della 1° giornata del Torneo Giovanile Marson contro la compagine siciliana del Girone B. Nonostante la sconfitta sul campo, con Palermo in controllo fin dalla prima frazione, è festa sul parquet di via Dessí per celebrare il tanto agognato ritorno sul parquet.

Mini Lab – Ragazzi di Panormus 24-60

(6-18; 6-12; 5-14; 7-16)

Dinamo Lab Sassari. Bazzoni 15, Carta 1, Torella, Pazzona, Uras 5, Asproni 2, Demartis 1. All. Massimo Bisin

Palermo. Arrisicato 2, Dicristina, Gambino 36, Gandolfo 14, Giglio 8, Vernengo, Viterbo. All. M. Gambino

Dinamo Lab-Cantù. Coach Bisin manda in campo Caiazzo, Spanu, Villafane, Pellegrini e De Miranda, Cantù risponde con Geninazzi, Esteche, Santorelli, Saaid e Carossino. Avvio contratto per entrambe le squadre, che si sbloccano dopo quasi 2’ di gioco. In casa Dinamo primi punti a referto per Spanu e Caiazzo, rispondono Esteche e Carossino. Sassari mette la testa avanti con De Miranda ma Carossino riporta la parità a quota 8. I brianzoli scappano via con un mini break della coppia Esteche-Saiid. Il contropiede di Caiazzo riporta i sassaresi a contatto, gli uomini di Massimo Bisin esauriscono il bonus e Cantù ringrazia chiudendo la prima frazione 12-15. In avvio di secondo quarto la Briantea84 dà il primo strappo con un 6-0 che dice +9 Cantù, De Miranda ferma l’emorragia e Fares firma il controbreak di 4 lunghezze. Botta e risposta tra De Miranda e Carossino,primo a portarsi in doppia cifra nel match. La Dinamo Lab resta attaccata al match grazie all’ottimo lavoro della coppia De Miranda-Fares: primi due a referto anche per Pellegrini. Gli isolani hanno anche la preghiera di Spanu del possibile pareggio ma alla seconda sirena il tabellone dice 26-29. Al rientro dall’intervallo lungo è Giulio Maria Papi a condurre l’offensiva brianzola: 7-0 firmato da Cantù con Papi e la tripla di Berdun per il vantaggio in doppia cifra. Pellegrini interrompe la striscia lombarda con 3 punti ma ormai la Briantea84 è lanciata e riscrive il massimo vantaggio ancora con la coppia Papi-Berdun (32-46). La reazione sassarese ha la firma di Villafane e Pellegrini, a referto anche Quaranta. Il gioco da 4 punti di Berdun chiude la terza frazione 38-53. Negli ultimi 10 minuti Cantù amministra il vantaggio costruito nel secondo tempo, Sassari però non si arrende e prova a costruire la rimonta con il 2+1 di De Miranda, Villafane e Quaranta. Caiazzo si porta in doppia cifra ma Carossino e Berdun mettono il sigillo sulla vittoria della sfida di andata, il match finisce 57-68.

Post partita. Il commento a caldo di coach Massimo Bisin: “Per noi era una partita semplice con niente da perdere, l’abbiamo affrontata nei primi 20’ con gli occhi giusti e la determinazione che ci voleva. Abbiamo disputato una buona gara con qualche errore che squadre di questa caratura puntualmente puniscono. Però, al di là degli errori che possiamo cercare di limitare e per cui bisogna trovare qualche soluzione, la valutazione generale è buona. Questa sera sono contento ed è quello che ho detto ai ragazzi, abbiamo giocato fino all’ultimo possesso e questo onora una sfida sulla carta difficile. Complimenti a Cantù: non scopriamo certamente questa sera il valore di una grande squadra che, nonostante i problemi avuti nell’ultimo periodo, si è presentata con grande organizzazione ed è un’avversaria tosta capace di punire sempre qualsiasi errore”.

Appuntamento domani, alle 15, per il match di ritorno che decreterà la semifinalista della corsa ai playoff.

Dinamo Lab – Briantea84 Cantù 57-68

Parziali: 12-15; 14-14; 12-24;

Progressivi: 12;15; 26-29; 38-53; 57-68.

Dinamo Lab. Magrì, Spanu 5, Pellegrini 7, De Miranda 11, Caiazzo 10, Quaranta 6, Fares 10,Rovatti, Villafane 8, Gaias. Al. Massimo Bisin

Cantù. Makram, Papi 10, Geninazzi 4, Esteche 7, Santorelli, Saaid 5, Berdun 11, Bassoli, Carossino 25, De Maggi 2, De Prisco, Buska. All. Daniele Riva