“Coppa Italia di basket, iniezione di fiducia”

Per il secondo anno di fila l’emergenza sanitaria farà vivere anche alla città di Cervia una Pasqua blindato e con forti restrizioni. Tuttavia, considerando che turismo e sport sono due dei settori più colpiti dagli strascichi economici negativi causati dal Covid-19, ieri è giunta una buona notizia la quale, anche se solo parzialmente, può iniettare un po’ di fiducia e speranza in attesa della effettiva ripresa.

Il Palazzetto dello sport di Cervia, infatti, ospiterà ufficialmente proprio nel ponte pasquale – dal 2 al 4 aprile – la Coppa Italia di serie A2 e di serie B maschile di basket. Ad annunciarlo è l’assessore allo sport del comune di Cervia Michela Brunelli che racconta: “Abbiamo appreso con grande gioia la notizia che la Lega Nazionale Pallacanestro ha scelto la nostra città per questo evento. L’Emilia Romagna, d’altronde, ha una grande tradizione nel basket e proprio la nostra regione è una delle più rappresentative nella categoria A2 e B. Certamente l’indotto in termini di presenze sarà limitato a causa delle normative vigenti, tuttavia parliamo di centinaia di persone che alloggeranno nelle nostre strutture. Inoltre, ci tengo a sottolineare l’aspetto promozionale grazie alla copertura mediatica. Le partite, a porte chiuse, saranno trasmesse in streaming sul canale ufficiale della Lega Nazionale Pallacanestro che conta circa 15.000 abbonati. Ci sono inoltre accordi anche con Rai e Sky per trasmettere le partite. Questo significa una grande promozione per la nostra città”.

Qualche numero: 16 le squadre provenienti da tutta Italia, ogni squadra sarà composta da circa 20 persone, circa 115 spettatori per ogni partita che potranno accedere solo su invito e una decina le strutture ricettive aperte. Alto quindi il livello dei protocolli che saranno rispettati nel momento clou della gestione nazionale della pandemia.

Ingressi ed uscite separate e, prosegue l’assessore Michela Brunelli: “Le gare e l’ospitalità osserveranno i rigorosi protocolli Covid grazie ai quali i campionati e le relative competizioni si stanno svolgendo, in sicurezza. Come da protocollo ogni settimana, tutti gli addetti ai lavori eseguono dei tamponi”.

In anni ‘normali’ il week end di Pasqua avrebbe dato avvio alla stagione balneare con i fine settimana colmi di avventori – meteo permettendo – e hotel con le prime prenotazioni. Invece occorrerà attendere ancora. Tuttavia, la soddisfazione è di dare dimostrazione di essere una città pronta ad ospitare eventi di caratura internazionale in sicurezza e con la tradizionale ospitalità. Come conclude l’assessore Michela Brunelli: “La Coppa Italia, in questo momento storico, deve darci la forza per continuare a resistere. È un grande risultato perché gli atleti alloggeranno da noi e stiamo dimostrando di essere una città all’altezza di eventi sportivi di grande rilievo. Migliaia di persone ci guarderanno grazie a media. Si può fare sport in sicurezza in una città accogliente come la nostra nonostante l’epidemia. Raccogliamo questo segnale con fiducia e guardiamo avanti”.