Stephen Curry a Tokyo: “Voglio giocare un’Olimpiade”

Una settimana dopo aver ceduto l’anello di campione Nba ai Toronto Raptors, Stephen Curry è a Tokyo dove ha parlato di Olimpiadi e della sua voglia di partecipare ai Giochi del prossimo anno. Convocato per Rio 2016, l’asso di Golden State alla fine diede forfait adducendo una serie di problemi fisici. Questa volta, invece, ha tutta l’intenzione di scendere in campo e farsi applaudire dagli appassionati giapponesi e non solo. Oltretutto, gli Usa potrebbero presentarsi a Tokyo 2020 con un altro, autentico, Dream Team di cui, oltre a Curry, dovrebbero far parte Lebron James e Kahwi Leonard. “So già cosa vuol dire avere l’onore di rappresentare il proprio paese – ha detto Curry a margine di un suo ‘clinic’ nella capitale giapponese -, perché ho partecipato a due Mondiali. Ma non ho mai avuto l’opportunità di partecipare a un’Olimpiade, e tutti coloro che l’hanno fatto mi hanno detto che è un’esperienza fantastica, una cosa unica che devo provare. Quindi vorrei esserci, e sento che qui c’è l’energia giusta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *