Cremona si rialza immediatamente dopo il k.o. interno con Trento andando a espugnare meritatamente il Paladelmauro. Quarta sconfitta consecutiva, invece, per la Sidigas tra campionato e Champions, a cui non è bastato l’innesto di un Silins ancora fuori forma (0 punti e -7 di valutazione). C’è voluta per gli uomini di coach Sacchetti la classe di un intramontabile Travis Diener che a 2’ dalla fine ha deciso il match con due triple mortifere dopo 38’ in cui l’equilibrio aveva avuto il sopravvento nonostante i continui strappi della Vanoli. Per Avellino tanta stanchezza e poca lucidità in attacco con i soli Sykes e Green autori di una prestazione maiuscola con 49 punti.LA PARTITA — L’avvio è equilibrato con le due squadre che si studiano. Ma è il solito Sykes a scatenarsi per Avellino (12 punti nei primi 10’ con 3/4 dalla lunga distanza) permettendo alla Sidigas di chiudere il 1° quarto sul 19-15. La Vanoli risponde e con 10-0 ribalta il punteggio a inizio 2° quarto (19-25) grazie alle triple di Aldridge e Demps. Green con un personale 5-0 riporta Avellino sul -1 (24-25) e la gara torna in equilibrio. Mathiang e Demps fanno la voce grossa per Cremona, ancora Sykes per Avellino e il primo tempo si chiude sul 34-36. Cremona approccia bene anche il terzo quarto e con Stojanovic allunga al 24’ sul +10 (40-50), mentre la Sidigas fa fatica a trovare a via del canestro appoggiandosi ai soli Green e Sykes. Sacchetti inserisce anche Gazzotti e proprio tre tiri liberi regalano alla Vanoli il massimo vantaggio di +12 al 29’ (43-55). Vucinic è una furia contro la terna arbitrale per un discutibile fischio a Campogrande che gli costa il tecnico e il terzo quarto si chiude sul 46-56. Ma proprio quel fischio scatena la rabbia di Avellino che approccia nel migliore dei modi l’ultimo periodo piazzando un micidiale 8-0 che riapre il match (54-56). Per oltre 4’ Cremona non trova la via del canestro, ma difende duro. Al 37’ è ancora -2 per la Sidigas con la tripla di Sykes per il 58-60. Ma ecco che viene fuori la classe di Diener che prima piazza la tripla del nuovo +5 (58-63), poi quella del definitivo k.o. per gli irpini a 56’’ dalla fine per il 60-66. Sykes in precedenza aveva invece fallito proprio il tiro del possibile pareggio. Si chiude sul 62-70 con Avellino che ora attende anche il debutto dell’altro acquisto Harper. 

AvellinoSykes 28, Green 21, Young 8.CremonaDemps 20, Stojanovic 14, Mathiang 10.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *