Cremona doma Reggio

CREMONA-REGGIO EMILIA 98-81
Cremona mostra i muscoli davanti alle torri di Reggio e porta a casa la seconda vittoria consecutiva al Palaradi, 98-81 al termine di una partita dominata a rimbalzo: su tutti la grande prova di Mathiang (18+18) e Saunders (15+15), entrambi già in doppia doppia a fine primo tempo e che portano a casa 33 dei 45 rimbalzi catturati dalla squadra lombarda (appena 29 per Reggio). Decisivo l’ultimo quarto, momento in cui Reggio non ne ha più, complice l’assenza di Llompart e De Vico. Sacchetti, privo di Crawford, inserisce per la prima volta Stojanovic in quintetto e preferisce Diener in quintetto a Ruzzier, non in perfette condizioni fisiche, mentre Coach Cagnardi deve affidarsi invece alla regia di Candi. I primi quattro canestri di Reggio sono tutti da tre punti, i padroni di casa invece rispondono trovando subito buon gioco sotto canestro con il lungo sudanese. E infatti il coach di Reggio è costretto già a metà primo quarto a cambiare, inserendo Ortner e Gaspardo. Proprio loro due segnano gli ultimi quattro canestri di Reggio, mentre Cremona trova il tiro da fuori grazie a Demps. Massimo equilibrio nel primo quarto, che si chiude 28-26. Con Stojanovic che spara a salve, tocca allora a Saunders cambiare il ritmo della partita: lo fa sia in difesa, aiutando Mathiang a rimbalzo e senza mai cedere un centimetro nei mismatch contro le torri avversarie, sia in attacco, segnando 6 punti nel primo vero parziale della partita (13-2). Il risveglio di Allen e una bomba in transizione di Candi riaprono la gara a 100 secondi dalla fine del primo tempo, che si chiude 49-42 per Cremona. Nella ripresa Reggio prova a reagire cercando di coinvolgere Cervi il più possibile, la risposta del lungo sono 5 punti consecutivi. Ricci e Aldridge però si svegliano dall’arco e anche Diener entra finalmente in partita: altro parziale per la Vanoli, 9-0, e nuovo massimo vantaggio: +12, con il terzo quarto che si chiude 71-59. Nell’ultimo quarto la Vanoli mantiene il controllo della gara, Reggio prova a rimanere a galla in attacco con le triple ma si sfilaccia definitivamente in difesa e Cremona ne approfitta, toccando il definitivo massimo vantaggio di +21 con la bomba di Ruzzier. Zero punti e un rimbalzo per Aguilar, che contro Pesaro, sette giorni fa, aveva fato 20+9. (Giacomo Iacomino) 
Cremona: Mathiang 18, Saunders, Ricci, Demps e Ruzzier 15 
Reggio Emilia: Rivers 18, Candi 13, Allen, Cervi e Gaspardo 10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *