Varese suona la settima, Torino ko

La settima vittoria consecutiva, fra campionato e coppa europea, è una prova d’autorità di Varese, che rifila 17 punti a Torino, mai in vantaggio e con un moto d’orgoglio nell’ultimo quarto (effimero -3 prima dell’apoteosi dei lombardi). Avramovic piazza il primo canestro della partita dopo 1’25”, caricando i padroni di casa che, con un 7-0, cercano di stordire gli ospiti. A 3’45” Larry Brown è costretto a chiamare il time out, dopo il quale Torino, spinta da Wilson e Dallas Moore, accorcia fino al -2, al 5’: 7-5. Varese riprende però decisa: il canestro di Cain e quello dall’arco di Scrubb valgono un nuovo +7: 12-5. È sempre Scrubb a siglare un altro allungo con il +11 (20-9) ma Torino contiene i danni, chiudendo sotto di 8 al 10’, dopo la schiacciata da McAdoo (22-14). Dallas Moore, in apertura del secondo quarto, fa 1/2 dalla lunetta (22-15) e poi, con il secondo 7-0, la squadra di Caja va avanti di 14 (31-17). Torino risponde con l’8-0 del 31-25 e a metà gara, Ronald Moore fissa il +10 (39-29) per Varese, pronta a ottenere il massimo vantaggio al rientro dagli spogliatoi: +15 (51-36). Il margine, mantenuto anche dopo una tripla di Natali (56-41), allo scadere di una complicata azione d’attacco, si assottiglia di poco al 30’: +12 (60-48). Torino non molla: Cusin, Wilson e Hobson firmano il meno tre: 60-57. Varese i sveglia con Archie (62-57), Ronald Moore (64-57) e Cain (66-57), che può rifiatare quando mancano tre minuti alla fine della partita. Il + 9 demoralizza Torino, che affonda e la squadra di Caja chiude con il massimo vantaggio: +17 (77-60).

VARESE: Archie 17, Scrubb 16, Avramovic 13, R. Moore 12.
TORINO: Hobson e Delfino 15, D. Moore 10.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *