Riscatto Dinamo, Treviso ko 94-80

Con l’identità difensiva e la coppia Robinson – Bilan la Dinamo costruisce un successo pesante in chiave playoff. Finisce 94-80, molto bene dalla panchina Treier e Kruslin, decisiva la prova a tutto campo di Burnell. Sassari si riscatta dopo la rimonta subita a Pesaro e si prepara a sfidare sabato Venezia, che ha battuto Brindisi

all’overtime.

Tutta la serie A recupera la 16^ giornata, 1^ di ritorno, rinviata a causa dell’emergenza Covid. La Dinamo, che recupera Bendzius e i malconci Gentile e Diop, affronta Treviso, rigenerata dall’arrivo in panchina di Marcelo Nicola e dal blitz di domenica a Varese. Partita delicatissima dal punto di vista della classifica, da qui alla fine saranno tutte finale, il Banco in successione con la TVB e sabato con Venezia si gioca molte delle chance playoff.

Prima dell’inizio della partita il Sindaco di Bosa Piero Casula ha omaggiato il capitano della Dinamo Jack Devecchi, coach Bucchi e il presidente Sardara con il gagliardetto, il medaglione con lo stemma e la spilla della città. Inoltre sono state regalate alcune bottiglie della Malvasia di Bosa doc e due vini che prendono il nome dalla due maschere caratteristiche di Bosa, “Giolzi e S’Attiddu”, che erano presenti nella divisa special edition del Banco alle Final Eight di Pesaro 2022.

Bucchi, che ha allenato Nicola vincendo una Coppa Italia e disputando una finale scudetto con la Benetton, sceglie ancora David Logan in quintetto vicino a Robinson con Burnell da ala piccola, Bendzius che ritorna al suo posto e Bilan come centro. Il neo coach della TVB sceglie Russell in cabina di regia, Bortolani guardia, Dimsa ala piccola, Akele a prendersi cura di Bendzius e Sims come centro.

AVVIO

Dinamo che ha subito un buon approccio al match sull’asse Robinson – Bilan, Treviso fa fatica ad ingranare offensivamente anche se Sassari non ne approfitta. Bortolani è il più caldo, 7 punti con 3/4 al tiro, i veneti tornano subito a contatto ma il playmaker del Banco è ispiratissimo e confeziona l’allungo che costringe Nicola al time out (14-8). Iniziano le rotazioni, Sokolowski è giocatore fondamentale come Imbrò, 8 punti in fila del polacco e 2 falli di Robinson girano l’inerzia del 1° quarto (14-16 e 0-8 di parziale). Bucchi vuole attaccare Bortolani con Burnell in post basso, Treviso alza subito il quintetto con Chillo, ma l’ala della Florida è dentro la partita e confeziona il 21-18 del 10’

Dinamo con 10/15 da due punti contro il 3/10 di Treviso dentro l’area, Bilan e Sokolowski a quota 8 punti.

BREAK CHIAVE

Sokolowski è una spina nel fianco della difesa del Banco, Gentile ha minuti importanti, Nicola va con Jones da 5 e si mette a zona per limitare Bilan e metterlo in difficoltà nella difesa del pick and roll. Treviso sembra avere più inerzia, ma nel momento di maggior difficoltà la Dinamo piazza un 11-0 con Robinson che accelera e spezza la difesa di Treviso, Treier infila la bomba dall’angolo che vale il 37-29 con il coach dei veneti ferma il match. Bilan mette in mostra tutto il suo repertorio (14 punti con 6/6 dal campo e 20 di valutazione), gli arbitri creano proteste da una parte e dall’altra, la difesa della Dinamo tiene benissimo, Kruslin e Treier (con Bendzius debilitato dal virus e out con 2 falli) danno solidità, tutti si buttano per terra e si sbucciano le ginocchia, l’atteggiamento paga, il break è micidiale, un incredibile 20-4 regala il massimo vantaggio a Sassari in chiusura di tempo (46-33).

Dinamo con 15/25 da due contro il 13/36 dal campo di Treviso, Bilan 14 punti da una parte, Sokolowski 15 dall’altra, ma l’asse play pivot di Sassari domina al momento quello della Nutribullet.

IDENTITA’ DIFENSIVA

Russell e Sims rientrano con un’altra faccia, Treviso prova a rientrare nel match, Robinson e Bilan vogliono sempre attaccare il pick and roll, Logan non riesce a punire gli avversari (1/10 dal campo), Bortolani alza il livello e con due triple ricuce parzialmente lo strappo (53-47 al 24’). Il folletto di Nashville però spezza ogni gioco a due in attacco e innesca le mani vellutate del centro di Sebenico, Kruslin ha grande impatto, il flipper della Dinamo con la tripla di Bendzius fa stropicciare gli occhi, Nicola è costretto a chiamare time out con il Banco a +15 (66-51)

Sassari non abbassa l’intensità, Burnell (11 punti 8 rimbalzi e 23 di valutazione) colpisce a rimbalzo e dentro l’area, l’energia della Dinamo sembra indirizzare la partita, Nicola si mette a zona 3-2,Bortolani prova a tenere i veneti in partita ma al 30’ è ancora 73-59. Anche quando fa poco canestro in attacco la Dinamo tiene benissimo a livello difensivo, Diop si tuffa e poi costringe Sims al 4° fallo. Bucchi fa riposare Robinson e Bilan ma nel giro di due minuti Treviso si riavvicina sotto la doppia cifra di svantaggio con Bucchi che decide di chiamare immediatamente time out (85-76 al 38’). La tripla di Treier mette tutto a posto anche se la Nutribullet ci prova fino alla fine. La Dinamo conquista una vittoria molto pesante in chiave playoff e sabato sfiderà Venezia in una battaglia durissima.

Dinamo: Pisano n.e., Bilan 24 (10/11 2p 0/1 3p 32 val), Logan 8 (3/9 0/5), Robinson 10 (5/7 0/2 9 ass), Gandini n.e, Devecchi n.e, Bendzius 7 (2/4 1/5), Treier 6 (0/1 2/2 3p), Kruslin 9 (1/1 2/5), Gentile 9 (2/3 1/1 4 ass), Diop 8 (2/4 2p), Burnell 13 (6/7 2p 0/1 9 rbs). All.Bucchi

Treviso: Jurkatamm 2 (1/1 2p 0/4 3p), Faggiano 3 (1/1 0/1), Imbrò 6 (0/1 1/6), Chillo (0/4 2p), Akele 8 (4/5 0/1 6 rbs), Russell (0/3 0/1), Bortolani 16 (2/7 3/5), Sims 17 (4/6 1/1), Sokolowski 17 (3/4 3/4), Dimsa 2 (0/2 0/4), Jones 9 (3/4 1/2), Pellizzari. All.Nicola

MVP: La coppia Robinson – Bilan fa il vuoto e vince nettamente il duello con la coppia Russell – Sims, Burnell è fondamentale nel successo della Dinamo con 13 punti, 9 rimbalzi e 26 di valutazione.

NUMERI: Fondamentale la prova difensiva della Dinamo, secondo quarto di altissimo livello, nonostante la bassa percentuale da 3 punti il Banco vince il match dentro l’area e mettendo in difficoltà Treviso con grande solidità. 31/47 da 2p, 41 rimbalzi di cui 10 offensivi, 23 assist.

LBA 16^ giornata: Milano – Cremona 70-61 | Varese – Trieste 76-92 | Virtus Bologna – Trento 95-86 d1ts | Venezia – Brindisi 80-78 d1ts | Napoli – Reggio Emilia 82-85 | Pesaro – Fortitudo 88-87 | Tortona – Brescia 81-74