Dinamo Women, pesante sconfitta con Costa Masnaga

Un primo tempo disastroso condanna le Women alla netta sconfitta interna contro Costa Masnaga, che gioca la partita perfetta, trascinata da Matilde Villa, Spreafico e dalla concretezza delle sue straniere. Infortunio a Lucas dopo 7’ che verrà valutato, Sassari vede allontanarsi il lumicino del 9° posto e si interroga su una prestazione molto negativa.

IMPATTO

Peggior partenza non poteva esserci per le Women, completamente contratte e sotto pressione. Costa Masnaga è subito in partita, Spreafico (2/16 dal campo contro Empoli) è micidiale tiratrice e apre il fuoco con due triple, salta la difesa del Banco, Vaughn chiude il roll dello 0-10 e costringe Restivo a chiamare subito time out.

Matilde Villa (10 punti 4 rimbalzi, 4 assist nei primi 10’) ha una tecnica pazzesca e mette in grande difficoltà Sassari che rientra male dalla transizione e concede alla stellina del 2005 praterie nell’1vs1, la Dinamo prova a scuotersi ma quando alza gli occhi al tabellone è sotto 21-3. Lucas prova a mettersi nel match ma si fa male al 7’ piantandosi su un arresto. Villa usa il piede perno come una slava, Shepard sembra completamente fuori dal match, Jablonowski e Vaughn capitalizzano tutto, il Banco è in balia difensiva delle avversarie, che segnano 33 punti nei primi 10’, scavando già un break pesantissimo (10-33)

Dinamo che chiude il 1° quarto con 4/17 dal campo contro il 14/23 di Costa

SENZA DIFESA

Restivo prova la zona per cercare di limitare le lombarde, Shepard viene raddoppiata dalla punta e fatica a trovare i soliti spazi, Costa è organizzata e spinge al doppio, chiunque diventa protagonista offensivamente, la forbice si allarga vorticosamente con Spreafico che non sbaglia un colpo, fino al 12-43 del 14’. La mancanza di Lucas purtroppo non costituisce un alibi sufficiente, anche Burkholder ha impatto dalla panchina, 29% dal campo per Sassari contro il 61% delle avversarie, divario nettissimo anche se tra le due squadre ci sono solo due punti di distanza in classifica.

Shepard (17 punti con 6/9 dal campo e 8 rimbalzi) diventa in pratica l’unico terminale offensivo della Dinamo, le lombarde sono tutte in fiducia, Matilde Villa è di un altro pianeta, Sassari va negli spogliatoi sotto un treno con Costa Masnaga avanti dominando 61-31

Matilde Villa all’intervallo ha 15 punti, 5 rimbalzi, 7 assist con 6/9 dal campo

Costa Masnaga tira con il 63% dal campo (74% da due punti), Sassari con 10/33 e 0/7 da 3 punti

REAZIONE D’ORGOGLIO

La Dinamo senza Lucas e sotto di 30 punti ha il morale sotto i tacchi, Restivo si fa sentire negli spogliatoi e cerca almeno una reazione d’orgoglio dalle sue ragazze. La zona almeno fa pensare Costa Masnaga che gioca ad un ritmo decisamente inferiore forte del largo vantaggio. Il 10-0 di Sassari con la bomba di Moroni costringe comunque Seletti a chiamare time out sul 49-71 del 28’. Costa perde completamente la concentrazione e non riesce a riattaccare la luce, la Dinamo ci prova e aggredisce in difesa, ancora una tripla della playmaker marchigiana e il parziale si allunga a 15-2, il gong del 3° quarto salva le lombarde, che comunque mantengono 19 punti di vantaggio (54-73)

Al 30’ Shepard ha 24 punti con 14 rimbalzi, Moroni 15 punti con 5/8 dal campo

Matilde Villa accelera, si prova a creare una partita che in realtà è già purtroppo in ghiaccio. Troppo alta la montagna da scalare dopo il primo tempo, Costa non si volta più indietro e controlla agevolmente il match, Sassari non ha più energie mentali e fisiche per opporsi, finisce con le lombarde che vincono 99-68 (primo canestro in serie A Maria Luisa Scanu)

CHIAVE DEL MATCH: l’impatto di Costa indirizza la partita, il 21-3 iniziale è un macigno che poi non viene più recuperato, le lombarde giocano sul velluto e chiudono già il match dopo 15’.

MVP Andrebbe premiata tutta la squadra lombarda che gioca una partita perfetta, Matilde Villa è bravissima, premiamo Spreafico per il grande impatto sul match e per il 4/5 da 3 punti che apre la prima forbice tra le due squadre

Dinamo Sassari: Orazzo 6 (2/5 2p 0/3 3p), Dell’Olio (0/1), Moroni 15 (2/5 3/7), Arioli, Patanè 2 (1/1 2p), Mitreva, Kaleva, Scanu 2 (1/1 2p), Skoric 8 (1/11 1/2), Shepard 31 (12/16 0/3 15 rbs), Lucas 4 (2/3 0/2), Pertile (0/1 0/2). All.Restivo

Costa Masnaga: Spreafico 20 (3/4 2p 4/13 3p), Elena Villa 5 (1/2 1/2), Matilde Villa 20 (8/12 0/1 10 ass 6 rbs), Osazuwa 2 (1/1), Caloro (0/1 0/1), Balossi, Jablonowski 11 (4/6 1/3 11 rbs), Allievi 6 (3/6 2p), Vaughn 20 (10/13 2p), Burkholder 15 (2/2 3/5). All.Seletti

Arbitri: Praticò, Bartolini, Caravita

Note: infortunio a Lucas al 7’, non farà più rientro in partita

Arioli: “Difficilissimo non poter dare il contributo in campo, non puoi mai sfogare tutto quello che hai dentro, siamo partite molto male, dobbiamo fare quadrato, abbiamo ceduto con l’infortunio di Maggie, continuiamo per la nostra strada, è una formula di campionato molto strana, dobbiamo compattarci e andare avanti”

Restivo: “Abbiamo fatto una settimana di allenamenti molto buona, siamo entrati ancora con le scorie di Broni, dovevamo fare la nostra partita, invece siamo partite molto male e lo 0/6 in attacco subito ci ha condizionato come l’infortunio di Maggie, che stava cercando di rialzare le sorti. Difensivamente siamo state negative, abbiamo provato ad avere una reazione d’orgoglio. L’infortunio di Maggie è pesantissimo dal punto di vista del gioco e della persona, non mancano 5 mesi, situazioni che possono capitare, la nostra stagione è cambiata a Moncalieri con Shepard fuori e Cinzia che si è fatta male, è stato pesante. Non abbiamo il tempo per pensare, cercheremo di dare battaglia ai playout”