BRONI SOVRASTA SASSARI

Dopo il cambio di allenatore, Broni mette in campo una grande energia e sovrasta Sassari che non riesce a tenere il passo. Dopo un primo quarto equilibrato la Dinamo non trova fluidità offensiva e tira malissimo dal campo. All’intervallo pavesi con 12 punti di vantaggio. Nel secondo tempo non cambia lo spartito, Dedic e Galbiati spingono, Shepard ci prova con 21 punti e 16 rimbalzi ma la partita sembra sfuggire di mano. Il 30% dal campo e i 15 rimbalzi offensivi concessi sono un fardello pesantissimo, la squadra di casa non si volta più indietro e chiude 89-68, ribaltando anche la differenza canestri. Il Banco vede allontanarsi il 9° posto.

PREVIEW

La Dinamo arriva dalla bella vittoria interna nel recupero contro San Martino, mentre Broni dalla dura sconfitta di Empoli, che ha riaperto i giochi salvezza anche per l’ultima posizione e ha costretto la società ad esonerare coach Castelli, al suo posto il vice Magagnoli. Le pavesi devono assolutamente centrare un successo per staccarsi dalla zona pericolosa, stesso discorso per Sassari se vuole provare a contendere il 9° posto a Costa Masnaga.

PALLA A DUE

Sassari prova ad impattare nel migliore dei modi il match, Broni è molto carica e aggressiva e ha voglia di un grande match. Orazzo è subito in partita seguita nella seconda parte del primo quarto da Shepard, ma il Banco fa fatica nella circolazione di palla e ad avere fluidità. Nell’1vs1 difensivo la squadra di Restivo è in difficoltà, Skoric paga i 3 falli a carico. Broni chiude avanti 23-18 il primo parziale.

BREAK DECISIVO

La Dinamo si mette a zona 3-2 e sembra girare l’inerzia quando Moroni segna la tripla del 27-25. Sassari però è molto discontinua e non tiene difensivamente, Dedic e Galbiati sono una spina nel fianco, si mette nel match anche Smith, il Banco resiste fino al 32-29 poi un break di 13-4 ispirato da Albano e chiuso da Mazza consente alle padrone di casa di andare all’intervallo già avanti di 12 (45-33).

SI CHIUDE LA PARTITA

Nel 3° quarto un’altra micidiale spallata di Broni mette ko la Dinamo che non riesce più ad alzarsi. L’11-2 con cui le pavesi toccano il massimo vantaggio sul 54-35 sono il preludio al dominio della squadra di Magagnoli. Lucas e Shepard tirano male dal campo, Restivo ha poco e niente dalla panchina, anche Orazzo paga la mancanza di lucidità. Bestagno è un orologio svizzero nel guidare le compagne, Sassari ci prova più con l’orgoglio che con la testa, Galbiati punisce ogni tentativo di rimonta, di fatto al 30’ è già in pratica chiusa la pratica (68-49)

Nell’ultimo periodo le Women provano quantomeno a rientrare in partita ma non è serata, Lucas e i tiri liberi di Shepard accorciano fino al 74-59 ma è troppo tardi, Westerik, Smith e la solita Galbiati decidono di mettere in ghiaccio il match, finisce con la festa del pubblico insieme alle ragazze di casa, 89-68 il finale che condanna una brutta Dinamo. La vittoria di Costa Masnaga in casa contro Empoli allontana di molto il 9° posto anche se sabato prossimo ci sarà proprio lo scontro diretto con le lombarde.

Broni: Bestagno 9 (3/4 2p 1/4 3p 6 ass), Galbiati 18 (3/8 3/5 5rb 4 ass), Dedic 15 (5/11 2p 10 rbs), Westerik 14 (5/7 0/3 6 rbs), Smith 11 (4/14 1/3 7 rbs), Albano 7 (2/3 1/4), Lisoni, Repetto, Mazza 6 (0/3 2/2 3p), Quintiero, Castelli, Bona 9 (3/6 2p 8 rbs) All.Magagnoli

Dinamo Sassari: Orazzo 6 (3/8 2p 0/2 3p), Moroni 3 (0/1 1/3), Skoric 7 (2/5 1/2), Shepard 27 (7/17 2p 13/14 tl 20 rbs), Lucas 25 (5/12 1/9 3p 12/13 tl), Dell’Olio (0/2 3p), Pertile (0/2 0/1 3p), Arioli, Scanu, Patanè. All.Restivo

POST PARTITA

“Complimenti a Broni che ha giocato una bellissima partita – commenta coach Restivo – noi non siamo stati efficaci in difesa complice anche i 3 falli commessi prematuramente da Skoric che per noi è molto importante. Ci siamo un po’ scollate dietro e non abbiamo mai fatto canestro con le nostre tiratrici, pagando il 31% dal campo finale”