Alla Virtus il derby di Bologna

Botta e risposta tra Milano e Virtus Bologna nel duello al vertice della serie A di basket. L’Olimpia si impone su Trieste nella 22esima giornata e conserva due lunghezze di vantaggio sulle V nere, che replicano piegando con il brivido la Fortitudo nel derby serale. Prosegue la corsa di Brescia, che domina su Treviso e consolida il terzo posto. In chiave playoff importanti vittorie per Tortona e Reggio Emilia, ai danni rispettivamente di Sassari e Cremona. Resta in scia Venezia, che ha la meglio su Trento e la stacca in classifica, mentre Pesaro centra un successo pesantissimo in chiave salvezza ai danni di Brindisi.

Nel posticipo la Virtus replica all’Olimpia, facendo suo 82-85 il 112° derby di Bologna contro la Fortitudo. Alla Kigili, trascinata da un incandescente PalaDozza, non bastano i primi venti minuti giocati alla pari dei campioni d’Italia e una quarta frazione di grande carattere per portare a casa la vittoria. Sul risultato finale incide pesantemente l’accelerazione delle V nere nel terzo periodo, quando gli uomini di coach Scariolo allungano sul +11 (57-68). La Fortitudo non molla e con un ultimo quarto di fuoco regala un finale punto a punto. Il rimbalzo in attacco con fallo subito da Mannion, glaciale dalla lunetta nel realizzare i due liberi a sua disposizione, e la tripla sul ferro di Feldeine chiudono il match in favore della Virtus. L’uomo copertina è il neo acquisto delle V nere Hackett, capace di lasciare subito il segno con una prestazione da 17 punti, 7 rimbalzi e 4 assist.

Kigili Fortitudo Bologna-Segafredo Virtus Bologna 82-85

(19-25, 43-46, 57-68)

Fortitudo Bologna: Manna ne, Aradori 2, Mancinelli ne, Durham 9, Niang ne, Procida 15, Benzing 19, Feldeine 8

Charalampopoulos 5, Groselle 10, Borra, Frazier 14. Allenatore: Martino.

Virtus Bologna: Tessitori, Mannion 9, Alibegovic 9, Hervey 10, Ruzzier ne, Jaiteh 5, Ceron ne, Hackett 17, Sampson 12, Weems 6, Teodosic 8, Cordinier 9. Allenatore: Scariolo.

Arbitri: Borgioni-Paglialunga-Rossi.

Note – Tiri liberi: Fortitudo 20/25, Virtus 10/15. Nessun uscito per cinque falli.