Il Famila Wuber vince 77-61 con la Molisana Campobasso

Il messaggio più forte che arriva ancora una volta dal PalaRomare non è la diciannovesima vittoria del Famila Wuber ma il grido unanime di fermare la guerra in Ucraina: all’ormai consueto abbraccio tra le squadre all’inno nazionale, Schio ha aggiunto delle magliette con la scritta “stop war”, messaggio ripreso anche sui led pubblicitari. Un gesto simbolico ma convinto per spingere a porre fine ad una pagina nera della storia dell’umanità.

Sul campo le orange hanno offerto un’altra prestazione solida, domando l’esuberanza della Molisana che cercava di aggiungere alla sua collezione anche lo scalpo scledense: la gara è stata purtroppo condizionata dall’infortunio di Gray che in 12 minuti aveva già collezionato 12 punti, 8 rimbalzi e 5 falli subiti. Il Famila, però, ha imposto la sua forza sin dalla palla a due tenendo sempre a distanza di sicurezza le avversarie che non sono praticamente mai riuscite a rientrare sotto la doppia cifra di svantaggio.

9-0 il parziale con cui si apre la gara che trova risposta in un break di 6-10 ospite che vale il meno cinque con Gray in lunetta a provocare subito falli pesanti su Gruda e Keys. La lunga azzurra, nella metà campo offensiva, è però immarcabile e guida con 8 punti personali. Importante squillo finale con tripla di Laksa, penetrazione di Verona e giocata speciale di De Shields per il 24-10 della prima sirena.

Crippa allunga ma arriva il parziale più importante delle ospiti che con Gray si riportano sul 28-20: il pivot USA giganteggia in area scledense e garantisce importanti extra possessi in una serata nella quale le compagne tirano con percentuali piuttosto scarse. Al 16’, però, arriva l’infortunio che la estromette dalla gara e che permette a Schio di costruire un break di 9-0 con Keys, Gruda, Sottana e Laksa per il 40-22. Sprazzi di talento di Togliani nel finale per il 45-29 della pausa lunga.

Al rientro in campo Campobasso getta il cuore oltre l’ostacolo: tanta energia in difesa che toglie fluidità al Famila e migliore precisione in attacco con Parks decisamente su di giri che porta le sue fino al meno nove. Lo slancio ospite, però, si esaurisce e allora Schio con De Shields e Crippa si riporta sul +15 mentre la tripla finale di Nicolodi vale il 60-48.

L’ultima frazione è firmata Laksa-Quinonez: 9-7 il parziale di apertura delle due giocatrici che porta fino al 71-55. I minuti trascorrono e per le molisane appare ormai evidente di non poter più riaprire la contesa. Sabatelli butta nella mischia allora anche le giovani Trozzola e Amatori mentre De Shields all’ultimo secondo segna il canestro che la rende la top scorer della gara.


Famila Wuber Schio – La Molisana Magnolia Campobasso 77-61 (24-10, 45-29, 60-48)

Famila Wuber Schio: De Shields 16, Del Pero 2, Sottana 5, Gruda 12, Verona 2, Crippa 11, Andrè 2, Dotto ne, Keys 12, Laksa 15

La Molisana Magnolia Campobasso: Lawrence 8, Togliani 7, Trozzola 0, Trimboli 2, Quinonez 9, Chagas 9, Nicolodi 7, Gray 12, Amatori 0, Parks 7, Vitali ne