VICENZA FRENA A BOLZANO

ACCIAIERIE VALBRUNA BOLZANO SEMPRE AVANTI, VICENZA MAI DOMA SUL FINALE CERCA IL COLPACCIO, MA VIENE PIEGATA IN UN FINALE TESO ED APPASSIONANTE.     

Acciaierie Valbruna Bolzano – A.S. Vicenza 63 – 58

(20-13, 39-27, 52-45, 63-58)

ACCIAIERIE VALBRUNA BOLZANO: Fumagalli 4 (2/4 da 2), Gottardi 2 (1/2, 0/1), Kuijt* 11 (3/5, 1/6), Hernandez Pepe* 10 (2/8, 2/2), Rossi 1 (0/1 da 2), Fabbricini* 12 (6/9 da 2), Hafner NE, Marcello, Hafner NE, Sasso 2 (1/3, 0/1), Pellegrini* 13 (3/4, 2/6), Santarelli* 8 (1/6, 2/4)
Allenatore: Pezzi A. Aiuto Serena Stanzani
Tiri da 2: 19/44 – Tiri da 3: 7/20 – Tiri Liberi: 4/8 – Rimbalzi: 43 13+30 (Hernandez Pepe 7) – Assist: 10 (Santarelli 3) – Palle Recuperate: 4 (Kuijt 1) – Palle Perse: 15 (Kuijt 4)
A.S. VICENZA: Tonello 9 (0/2, 3/9), Bellon NE, Monaco* 6 (1/3, 1/2), Zadra NE, Garzotto, Mioni 18 (8/10 da 2), Sturma* 12 (3/12, 1/2), Villarruel* 1 (0/3, 0/3), Reschiglian NE, Chrysanthidou* 4 (2/4 da 2), Tagliapietra* 8 (1/3, 1/5)
Allenatore: Zordan P.
Tiri da 2: 15/37 – Tiri da 3: 6/21 – Tiri Liberi: 10/13 – Rimbalzi: 34 7+27 (Tonello 7) – Assist: 9 (Tagliapietra 4) – Palle Recuperate: 7 (Monaco 2) – Palle Perse: 11 (Mioni 4)
Arbitri: Zuccolo M., Di Pilato F.

Chi si aspettava una gara avvincente e ricca di emozioni non è andato deluso. Pallacanestro Bolzano e Vicenza hanno dato vita ad uno scontro  dove non sono mancate  emozioni e colpi di scena.  Prima della palla a due da registrare importanti novità in casa bolzanina per quanto riguarda lo staff tecnico.  Serena Stanzani  si è messa a disposizione della squadra per fornire la propria esperienza e risolti i problemi professionali  che la avevano frenata ad inizio stagione  ha accettato di rivestire il ruolo di aiuto allenatore. Una ottima notizia che fornisce al Team completezza nello staff tecnico e ulteriori forti stimoli  alle giocatrici in campo. La gara inizia con la perdurante assenza di Jeannette Guilavogui (problema muscolare) in casa bolzanina e le imperfette condizioni fisiche della vicentina Vanessa Sturma, che poi si riveleranno risolte alla luce della sua buona prestazione in campo.  Bolzano parte subito fortissimo,  con la chiara intenzione di cancellare la  prestazione di sabato scorso a Treviso.  Difesa impenetrabile, veloci contropiedi e una energia palpabile sono gli ingredienti per un 14 -2 che racconta della tensione positiva con la quale le Sisters hanno affrontato questa gara. L’avversaria è però di razza, non cede  allo sconforto e lentamente rientra in partita  riducendo il passivo e terminando il primo quarto con un accettabile 20-13.  Le Sisters tentano un ulteriore strappo nel secondo quarto con spezzoni di grande gioco e riescono nell’intento di andare al riposo di mezza gara con un consistente vantaggio ( 39 -27).  La partita riserva in termini di pathos ancora il meglio. Le vicentine stringono le maglie della difesa ed il gioco delle Sisters perde brillantezza.  Gli scontri di gioco si fanno sempre più numerosi ed il modificato sviluppo della gara consente a Vicenza una rimonta prima abbozzata nel terzo quarto (  52-45 )  e poi concretizzata con l’unico vantaggio della gara sul 52 a 53 a 5 minuti dal termine.  Il finale è incandescente e le nubi sono squarciate da due lampi, uno di Fabbricini da sotto  servita da Kuijt con un ottimo pick & roll  e la bomba della  match winner  Pellegrini che di fatto regala l’importante successo ad Acciaierie Valbruna Bolzano.

Per Vicenza ottima gara della giovane Mioni sottocanestro, ben spalleggiata dalla già menzionata Sturma e da alcune ottime conclusioni di Tonello.

Per Bolzano  buona prova di Fabbricini, miglior realizzatrice delle padrone di casa e segnali di migliore inserimento per Hernandez, che sta entrando nei meccanismi della squadra. Ma forse la menzione più importante va indirizzata ad un maggiore spirito combattivo e di squadra delle altoatesine.

Coach Pezzi: ”  Innanzitutto un benvenuto a Serena Stanzani, che si è messa a completa disposizione del Team  ed ha regalato alla squadra tranquillità ed ha fornito un grande supporto anche a me.  In campo le Atlete hanno dimostrato   entusiasmo ed energia fornendo quella aggressività che deve caratterizzare tutte  le nostre prestazioni. Mi è piaciuto l’impegno difensivo della squadra nel suo insieme, ma non posso evitare di elevare  menzione speciale a Francesca Santarelli che ha letteralmente oscurato Gisel Villarruel, una delle migliori “bomber” del Campionato, concedendole solo 1 punto come bottino individuale.  Una prestazione che rimarrà nella memoria della squadra ed esempio della Sua   notevole capacità tecnico- tattica. Villarruel , mia ex giocatrice, negli ultimi minuti di gara si è infortunata alla caviglia e non ha potuto partecipare alle caldissime battute finali. A lei ,  da parte di tutti , un augurio di prontissimo rientro in campo.

Ancora Coach Pezzi: ”  Abbiamo fatto un ottimo primo tempo guidando sempre l’incontro con lucidità ed energia. Nel secondo tempo Vicenza ha espresso bene  il suo potenziale e si è rimesso in partita, sfruttando  qualche nostro attacco impreciso. Sul finale siamo stati vincenti ed abbiamo chiuso una gara che abbiamo condotto per 39′ e che meritavamo di vincere.”

Prossimo impegno mercoledi  2 marzo alle 20.30 con il derby cittadino, che per motivi legati alla sicurezza sanitaria  si disputerà a porte chiuse e con diretta su Youtube. Poi  sabato 5 marzo altra gara importante contro Torino .