Il Beretta cade 82-65 a Istanbul, Fenerbahce troppo forte

Non riesce al Beretta l’impresa a Istanbul per guadagnarsi il secondo posto nel girone B. Ora, per il passaggio del turno, si spera che Basket Landes possa vincere mercoledì con Girona l’ultima sfida decisiva altrimenti sarà Eurocup.

Tremendo l’impatto sulla gara del Famila che viene spazzato via da Fenerbahce nel primo quarto con un inaudito 28-2. La partita, che molti considerano già finita, viene invece riaperta da una straordinaria reazione scledense che in 15 minuti segna 44 punti garantendosi il vantaggio per una manciata di secondi. Purtroppo la fiamma orange si spegne lì e poi le turche scappano nell’ultimo quarto fino all’82-65 della sirena finale.

Il primo quarto rimarrà purtroppo un’indelebile pagina della storia orange. Dopo il 5-2 iniziale (a segno Gruda al 3’), il Beretta non trova più la via del canestro e affonda sotto i colpi di un Fenerbahce che non sbaglia nulla: le triple di Hartley e Sabally al 5’ valgono il 16-2. Ma i successivi cinque minuti sono un vero tracollo: Williams, Iagupova e Cakir segnano con imbarazzante facilità per il 28-2 del primo quarto.

Il secondo sembra iniziare seguendo lo stesso copione ma, dopo i due punti di Cakir, arriva la riscossa scledense: tre canestri in fila di Gruda, due di Deshields e parziale di 10-0 orange. L’ala di Chicago si divora una facilissima realizzazione e Fenerbahce torna a segnare con Sabally e Hartley. In attacco ora il Famila gira meglio, guadagna il bonus e trova il canestro con continuità: si iscrivono a referto Andrè, Keys, Gaye e Sottana ma la ciliegina sul quarto è di Laksa con la tripla del 37-25.

Al rientro dagli spogliatoi Schio se ne esce con una prova perfetta: segna 12 punti in meno di tre minuti con le triple di Laksa e Deshields e si porta a meno due. Le risposte turche arrivano ora da McBride ma Sottana al 26’ firma il sorpasso: tripla e canestro per il 45-46. Purtroppo, però, dura una manciata di secondi perché ancora McBride ridà il vantaggio alle sue mentre Gruda sulla sirena firma il nuovo 52-51. Finale a favore delle padrone di casa che con Zahui e Sabally fanno 57-51.

Sono punti pesanti perché nell’ultima frazione il Beretta non ha più energia e torna a subire molto il gioco gialloblù che ha risorse in ogni reparto: alcuni fischi arbitrali molto discutibili, poi, contribuiscono alla chiusura anzitempo della gara: 15-2 il parziale di Fenerbahce nei primi quattro minuti. Negli ultimi minuti Schio incrementa leggermente il suo score fino all’82-65 finale.

Fenerbahce Safiport – Beretta Famila Schio 82-65 (28-2, 37-25, 57-51)

Fenerbahce Safiport: Sabally 24, Zahui 5, Kurtulmus 0, Cakir 16, Williams 9, Canitez 0, McBride 12, Iagupova 11, Simsek ne, Yilmaz ne, Hartley 5

Beretta Famila Schio: Deshields 17, Del Pero ne, Gaye 2, Mestdagh 4, Sottana 11, Gruda 14, Verona 0, Crippa 0, Andrè 2, Dotto ne, Keys 4, Laksa 11