LA VIRTUS BOLOGNA REGOLA REGGIO EMILIA 90-81, MA PERDE MILOS TEODOSIC PER INFORTUNIO

BASKET, SERIE A – Ritornano al successo le Vu-Nere di coach Scariolo, trascinate dalla grande serata di Amar Alibegovic (19 punti) e dal solito Milos Teodosic (18+9 assist). Il play serbo lascia però il parquet a 1′ dalla sirena, per un bruttissimo infortunio al ginocchio. A Reggio Emilia non bastano Osvaldas Olisevicius (25) e Mikael Hopkins (22+11 rimbalzi).

Gioia, ma anche apprensione in casa Virtus Segafredo Bologna. Le Vu-Nere espugnano infatti con autorità il parquet della Unahotels Reggio Emilia ma perdono per infortunio Milos Teodosic: il play serbo, autore di 18 punti e 9 assist, è infatti costretto a lasciare il parquet verso fine partita, per una bruttissima torsione del ginocchio sinistro e ci si augura non sia un infortunio che ne possa compromettere la stagione. L’assenza dell’ultimo momento è quella di Kyle Weems e così coach Scariolo lancia in starting-five Ty-Shon Alexander ma dopo neppure 3’ deve fare i conti coi due falli personali di Alessandro Pajola. La Unahotels lavora molto bene in spot-up shooting, con Andrea Cinciarini a ricamare assist su assist e lanciare i biancorossi sul 10-4. Il pick&roll tra lo stesso Cinciarini e Mikael Hopkins è devastante, col centro che infila 9 punti in rapida successione e manda in crisi la difesa delle Vu-Nere, mentre il play manda a bersaglio la bomba del 21-8 su cui la panchina ospite ricorre al timeout. Teodosic guida la rimonta della Segafredo, assistendo come al solito i compagni e firmando 9 punti fondamentali, ma è l’ingresso di Mouhammadou Jaiteh che spariglia le carte sul parquet e consente a Bologna di accorciare sul 23-19 a fine 1° quarto.

Reggio Emilia ritorna a bombardare da oltre l’arco dei 6.75, grazie alla coppia Olisevicius-Strautins, mentre il tiro pesante continua a tradire la Virtus, che scivola così a -12 (33-21) e costringe coach Scariolo a spendere un altro timeout nel tentativo di riordinare le idee. I giochi a due tra Cinciarini (7 assist a metà gara) e qualsiasi altro compagno producono tanti punti, anche perché la difesa ospite concede davvero troppo nei pressi del pitturato. I tiri liberi diventano però chiave della rimonta bianconera, oltre allo show offensivo di Amar Alibegovic: il lungo firma infatti 7 punti in rapida successione, ma è a cronometro fermo che la Segafredo ricuce fino al -4 a 2’ dalla sirena. Il 3/15 da tre punti impedisce comunque a Bologna di andare oltre il 49-42 a metà gara, poiché la Unahotels sembra poter fare ciò che vuole con semplici pick&roll e riesce a sfruttare al meglio il dominio nel pitturato. Pajola apre la ripresa con un piglio diverso, segnandone 8 in fila e rimettendo la sfida sui binari di un perfetto equilibrio, anche se Osvaldas Olisevicius si conferma on-fire da qualsiasi posizione.

Pajola è letteralmente tarantolato nel 3° quarto e fa praticamente tutto sul parquet: punti, assist, recuperi difensivi e tantissima difesa individuale a mettere quasi in ombra gli 13 punti personali nella frazione. Hopkins si conferma invece go-to-guy della formazione di casa, ma la Unahotels non riesce più a incidere coi pick&roll centrali e a trovare punti con altri giocatori, Olisevicius escluso (65-69). Dopo 5 errori consecutivi da oltre l’arco, anche Marco Belinelli s’iscrive al match con la specialità della casa, ma Hopkins non ha intenzione di ammainare bandiera. Teodosic sale allora nuovamente in cattedra, firmando le giocate che mettono al sicuro la vittoria, ma poi fa ammutolire la Unipol Arena: su un tentativo di penetrazione, il ginocchio sinistro cede improvvisamente e il play si accascia al suolo tra lo spavento dei compagni. La sua uscita, in braccio a tre compagni, toglie qualsiasi senso al tempo restante e lascia in apprensione tutti gli appassionati di pallacanestro.

IL TABELLINO

  • Reggio Emilia: Thompson 3, Hopkins 22, Candi 5, Baldi Rossi 5, Strautins 3, Crawford 4, Colombo n.e., Cinciarini 7, Johnson 3, Olisevicius 25, Bonacini n.e., Diouf 4. All. Caja.
  • Bologna: Tessitori 2, Cordinier 5, Belinelli 12, Pajola 13, Alibegovic 19, Ruzzier 2, Jaiteh 14, Alexander, Ceron n.e., Barbieri n.e., Sampson 5, Teodosic 18. All. Scariolo.