Belinelli da record, ma vittoria e primato sono di Milano

La pallacanestro riparte con un match da spot: duelli, errori e prodezze come la tripla del campione Nba che costringe l’Armani all’overtime

L’AX Milano brinda al nuovo anno, doma la Segafredo dopo un supplementare e conserva il primato in classifica, 102-99. Gara dei tanti assenti che regala però emozioni e spettacolo: Bologna insegue per quasi tutto il match con Rodriguez che innesca l’attacco dell’Olimpia (sei in doppia cifra a fine partita). Dopo una gara sontuosa Grant spreca due liberi che un fantastico Belinelli da record (34 punti) converte nella tripla dell’overtime. Nel prolungamento è Hall il fattore decisivo, senza Teodosic fuori per falli la Virtus accarezza il secondo supplementare, la tripla di Weems sulla sirena finisce sul ferro.

LA GARA

Olimpia subito aggressiva su entrambi i lati del campo, Grant e Hines per il 4-0 biancorosso. Pasticcia la Virtus in attacco con errori e palle perse, prosegue l’allungo milanese con Melli che si fa largo sotto canestro, 8-0 per l’immediato timeout di Scariolo. Sampson sblocca gli ospiti ma è sempre l’AX a guidare la danza, botti di Rodriguez e Bentil, 14-4. Teodosic, tripla frontale, prova a scuotere la scuotere la Segafredo, l’energia di Jaiteh e la verve di un subito reattivo Ruzzier riportano a meno 5 gli ospiti, 15-10. C’è anche tutta l’esperienza di Belinelli nel parziale bianconero, Weems impatta a quota 17. Milano regge sfruttando il buon impatto di Biligha e Hall, un fortunoso canestro dell’ex Bamberg vale il più 3 per i padroni di casa alla prima sirena, 24-21. Non molla la Virtus che mette la freccia con Weems e Belinelli, la potenza di Jaiteh regala il massimo margine ai bolognesi, 26-30. Nonostante le rotazioni limitate la truppa di coach Messina cerca di mantenere alto il ritmo, un Rodriguez geniale ridona l’inerzia ai padroni di casa, 35-32. Melli limita Teodosic mentre prosegue il Chacho show, Olimpia che si giova anche dei rimbalzi d’attacco, Bologna è sempre vicina con Alibegovic e Sampson, 40-39. Battaglia vera in area colorata, Milano prova ancora lo strappo con Grant e Rodriguez, Melli regala un prezioso più 8 che diventa più 9 alla pausa lunga dopo il tecnico a Teodosic, 54-45. Scintilla ancora l’attacco biancorosso in apertura di ripresa, Grant per il massimo vantaggio, 58-47. Le Vnere, che continuano a faticare in difesa, sono quasi solo Teodosic, due magie del serbo per il meno 6, 62-56. Un tecnico assegnato a coach Messina non cambia lo spartito del match, Grant è in serata di grazia, 69-58. Pochi segnali di reazioni tra i bianconeri che mancano di ritmo e convinzione nonostante un paio di autentici miracoli di Belinelli, AX in controllo alla penultima sirena con Alviti a referto, 75-65. Bentil e Hines tengono a distanza la Segafredo, troppe le palle perse tra gli ospiti che non crollano solo grazie ad un immenso Belinelli, 80-71. Il Forum si esalta con le schiacciate di Grant e Bentil innescati da Rodriguez, arriva come un lampo il recupero bianconero con la classe infinita di Belinelli e Teodosic che riportano i bolognesi a meno 6, 89-83. Weems fallisce il transizione la bomba che può cambiare l’esito della sfida, Hines e Bentil sembrano mettere al sicuro il successo milanese, 94-85. Lancia l’ultimo assalto la Segafredo, Grant spreca dalla lunetta, Teodosic e Belinelli (sempre loro) confezionano una clamorosa parità, 95-95. C’è tempo per Milano per chiudere ma Hall mette sul ferro il canestro vincente, overtime. Nel prolungamento il primo canestro è della Virtus che (senza Teodosic fuori per falli) da li si spegne, l’AX si aggrappa ad Hines e Melli, è Hall a dare la carica, 100-98. Stavolta è Jaiteh a sprecare dalla lunetta, due decisioni dell’instant replay premiano i padroni di casa, Pajola getta l’ultimo pallone, a Weems non riesce il miracolo sulla sirena, 102-99.

Ax Milano Grant 20, Hall 18, Rodriguez 16
Segafredo Bologna Belinelli 34, Teodosic e Jaiteh 18