COSTA MASNAGA LA SPUNTA NEL FINALE

“E’ meglio giocare male e vincere o giocare bene e perdere?”.
Domanda marzulliana che descrive appieno le ultime 2 giornate di campionato della Limonta Costa Masnaga e che si pone il Coach della compagine lecchese Paolo Seletti a fine partita. Poi continua la sua analisi sottolineando che di bello si é visto ben poco a livello di pallacanestro giocata: “Quella di ieri contro Faenza non é stata certo una gara dai contenuti tecnici esaltanti, ha dominato l’agonismo. Ci eravamo detti di fare 3/4 cose ed, obiettivamente, non siamo riusciti a metterle in pratica. Nel finale però siamo stati molto bravi a girare la partita, con il giusto atteggiamento e con un po’ di coraggio in più che ci ha premiato.” Sì, perché la fase clou di questo match é stata rocambolesca e da “tenere lontano dalla portata dei deboli di cuore”. Ma ci torneremo dopo.
Si nota fin dalle prime battute quanto conta vincere, per entrambi, questa partita: il punteggio infatti si sblocca dopo ben 2′ con 2/2 ai liberi di una subito carica Pallas. A 6’50 toglie lo zero dal tabellone anche Costa con bomba di Susanna Toffali. Partita contratta e spezzettata, la Limonta già in bonus dopo 3′ e mezzo e ritmi e punteggio bassi, molto.. troppo. Poi si comincia a segnare un po’ di più ed il quarto finisce 18-15 per le lecchesi con buon impatto di Jessica Jackson ed Eleonora Villa entrate dalla panchina, oltre alla già citata Toffali.
Il secondo quarto parte con super collaborazione tra Jablonowski e Matilde Villa ed apre le danze allo show della stessa Matilde: canestro in penetrazione e passaggio dietroschiena per Jablonowski che segna comoda da sotto (24-15). Coach Sguaizer é costretto a chiamare time-out e rimette dentro Pallas. Villa M. continua a far male alla difesa di Faenza mettendo a segno un “2+1”. A questo punto le romagnole si sbloccano, ma il divario oscilla sempre tra i 6 e gli 8 punti di vantaggio per le ragazze di Seletti. A fine quarto la formazione ospite accorcia grazie a Policari e Jori Davis, ex di turno e si va al riposo 34-30.
La ripresa parte con un contropiede di una super positiva Toffali, a cui risponde una solida Cupido. Faenza ingrana e mette la freccia (36-37) e con vari botta e risposta, la differenza rimane invariata fino a quando, proprio a fine quarto, Llorente segna un canestro da tre.. di tabella e si va al mini-intervallo 47-51 per la squadra ospite.
L’ultimo periodo si apre con le romagnole che non vogliono lasciare nulla di intentato e si portano sul massimo vantaggio (47-55). Costa, dal canto suo, non riesce ad imporre il proprio ritmo ed in più fatica tantissimo a rimbalzo. Aumentando di energia, le padrone di casa si riportano sotto 54-55 con una solidissima Mikayla Vaughn sotto le plance. Da qui in poi é vietato ai deboli di cuore, come dicevamo all’inizio.
Policari segna in penetrazione, Toffali risponde da 3 punti (57-57). Ancora un botta e risposta (59-59), segna Faenza e risponde Jablonowski sempre dalla distanza (62-61). A questo punto contropiede siglato Toffali/Allievi e Costa va sul 64-61. Ma Jori Davis, autrice di un’ottima prova, non ci sta e, caricandosi Faenza sulle spalle, prima sbaglia e poi segna da 3 punti riportando il punteggio in parità (64-64). Ma é ancora la lussemburghese Lisa Jablonowski a togliere le castagne dal fuoco e tira fuori dal cilindro un’altra tripla a 26” dal termine (67-64). Davis prova l’1vs1 per cercare un “canestro e fallo”, ma si infrange sul ferro e Matilde Villa dalla lunetta é glaciale: 2/2 a 9” dalla fine e titoli di coda.
Costa festeggia una vittoria importantissima, due punti che valgono oro.

Tabellino:

Limonta Costa Masnaga – E-Work Faenza 69 – 64 (18-15, 34-30, 47-51, 69-64)
LIMONTA COSTA MASNAGA: Toffali* 11 (2/6, 2/3), Spreafico NE, Villa 7 (1/3, 1/2), Villa* 16 (4/9, 0/5), Osazuwa, Caloro, Balossi, Jablonowski* 13 (2/4, 3/6), Allievi* 6 (2/7, 0/2), Vaughn* 12 (6/10 da 2), Jackson 4 (2/6, 0/2)
Allenatore: Seletti P.
Tiri da 2: 19/45 – Tiri da 3: 6/23 – Tiri Liberi: 13/15 – Rimbalzi: 42 11+31 (Vaughn 15) – Assist: 19 (Villa 7) – Palle Recuperate: 6 (Villa 2) – Palle Perse: 8 (Villa 6)
E-WORK FAENZA: Kunaiyi-Akpanah* 7 (2/9 da 2), Cappellotto*, Morsiani NE, Cupido* 12 (4/8, 1/6), Policari 13 (2/5, 3/9), Manzotti 2 (1/1, 0/3), Llorente 9 (3/8, 1/1), Castello* 4 (2/5, 0/1), Davis* 17 (2/11, 3/5), Porcu
Allenatore: Sguaizer D.
Tiri da 2: 16/49 – Tiri da 3: 8/28 – Tiri Liberi: 8/10 – Rimbalzi: 55 23+32 (Kunaiyi-Akpanah 15) – Assist: 10 (Porcu 3) – Palle Recuperate: 6 (Llorente 2) – Palle Perse: 14 (Policari 5)
Arbitri: Puccini P., Culmone C., Attard L.

PH: L’Officina fotografica