Italia, si fa complicato il Preolimpico di Graz. L’Austria rimane imbattuta

Si fa realmente complesso il percorso dell’Italia nel Preolimpico di Graz. La formazione femminile, che gareggia per andare alle Olimpiadi di Tokyo, è costretta infatti a cedere anche all’Austria per 17-21 dopo averlo già dovuto fare con la Spagna sul filo di lana. Ci si affida dunque all’ultimo incontro con la Svizzera, e potrebbe anche non bastare perché, nei fatti, l’altro scontro decisivo è Spagna-Austria.Un paio di tiri da oltre l’arco di Fuchs-Robetin indirizzano subito la partita a favore delle austriache, che iniziano a far capire come va il pomeriggio in questo senso (alla fine sarà 6/8 da due punti). D’Alie fa il possibile per far rientrare le azzurre e ci riesce, anche al netto di un paio di errori non usuali per lei.

Sale in cattedra Consolini a metà partita, con un paio di ottimi canestri e l’Austria che pian piano si carica di falli, senza che però si riesca a sfruttare questa situazione. Una fiammata di Sagerer fa scappare via le padrone di casa, Neumann ci mette il carico ulteriore per il +5 (12-17). Consolini e D’Alie le provano tutte, riportano le azzurre sul -1, ma tre punti di Neumann concludono l’incontro.

Mancano così quattro partite: oltre a Italia-Svizzera (19:05), ci sono Spagna-Taipei (18:40), la citata Spagna-Austria (20:20) e Taipei-Svizzera (20:45). Da qui si formerà il quadro delle due qualificate ai quarti, che s’incrociano con Giappone e Australia.

ITALIA-AUSTRIA 17-21
ITALIA D’Alie 8, Consolini 7, Filippi, Madera 2
AUSTRIA Sagerer 5, Fuchs-Robetin 4, Neumann 11, Kalaydijev 1

Foto: fiba.basketball