BRINDISI SOGNA, LA VIRTUS NON MOLLA

Nella venticinquesima giornata della Serie A di basket, la Virtus Bologna travolge Sassari e vince 108-77 grazie alla grande prestazione di Marco Belinelli: l’ex San Antonio mette a referto 16 punti, 3 assist e 3 rimbalzi. Vince anche Brindisi, che passa 93-71 in casa di Cantù e si porta a -2 dall’Olimpia Milano insieme alle Vu nere. Venezia ko all’overtime contro Trento, successi anche per Fortitudo Bologna, Cremona e Treviso.

BANCO DI SARDEGNA SASSARI-VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 77-108

La Virtus Bologna non si ferma e ottiene il terzo successo di fila dominando in casa di Sassari. La vera differenza, dopo un primo quarto leggermente in favore del Banco di Sardegna (22-13), la fanno proprio i parziali del secondo e del terzo periodo: un 36-21 e un 32-12 che, di fatto, chiudono il match. Gli ultimi 10 minuti, infatti, sono pura accademia per la formazione di Djordjevic, che ne approfitta per aumentare il distacco e chiudere sul +31. Una partita in cui, ad avere un peso specifico tutt’altro che trascurabile, è la prestazione di Marco Belinelli. L’ex San Antonio Spurs, infatti, mette a referto 16 punti con 3/6 nei tiri da 2 e 2/4 dal perimetro, a cui va aggiunto il 4/6 nei liberi. 16 punti li mettono a referto anche Gamble e Abass, senza dimenticare gli 11 di Teodosic e i 13 di un Pajola da 21 di valutazione e con il 75% di realizzazione. Brutto ko, invece, per Pozzecco, a cui non basta il top scorer Bilan (18): i sardi, dal possibile -2 dalla Virtus, si ritrovano ora a -6 dal secondo posto occupato da Brindisi e dalle Vu Nere, che però hanno due partite in più rispetto all’Happy Casa.

ACQUA SAN BERNARDO CANTU’-HAPPY CASA BRINDISI 71-93

Brindisi non sbaglia e mette pressione a Milano vincendo agilmente in casa di Cantù. Il 93-71 del PalaDesio matura soprattutto tra il secondo e il terzo quarto, con i rispettivi parziali di 15-27 e 19-28 che regalano, prima dell’ultimo periodo, il +20 all’Happy Casa. I padroni di casa durano soltanto un quarto, poi i pugliesi dilagano grazie al collettivo, con ben sei giocatori in doppia cifra (Willis e Visconti a 13, Perkins a 12, Krubally a 11 e Gaspardo e Bell a 10). Brindisi sale così a quota 34, a -2 dal primo posto dell’Olimpia Milano, con la formazione allenata da Messina che avrà diritto di replica nel derby contro l’Openjobmetis Varese. Cantù, invece, resta ultimo a 14 punti.

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO-UMANA REYER VENEZIA 90-84

Serve un supplementare a Trento per battere in casa Venezia. Alla BLM Group Arena, la Dolomiti Energia vince 90-84 dopo l’80-80 dei primi 40 minuti, che vedono la Reyer avanti di 10 punti all’intervallo lungo (52-42). Nel secondo tempo, però, gli uomini di De Raffaele si inceppano in fase offensiva e mettono a referto solo 28 punti, appena uno in più del solo secondo quarto. Ne approfitta la formazione di Molin, che grazie ai liberi di Sanders trova l’80-80 a 3 secondi dall’ultima sirena. All’overtime fa la differenza Browne, ma la grande prestazione è di JaCorey Williasm, con 33 punti, 5 rimbalzi e 2 assist. Brutto ko per Venezia, che nonostante i 16 punti di Tonut, Clark e Watt resta a 28 punti, mentre Trento sale a quota 18 e aggancia Brescia.

FORTITUDO LAVOROPIU’ BOLOGNA-GERMANI BRESCIA 88-78

La Fortitudo Bologna non sbaglia e batte 88-78 Brescia, agganciando il gruppo di squadre a 18 punti che comprende anche Trento, Cremona, Pesaro e la stessa Germani, al quarto ko consecutivo. All’Unipol Arena, parte meglio la squadra di casa, avanti 27-20 dopo il primo quarto. Nel secondo, però, arriva un sontuoso +14 (24-10) per la Leonessa, che chiude la prima metà sul 44-37. Due sono i fattori che portano la Fortitudo alla vittoria: il secondo tempo (51-34 complessivo, 28-13 nel terzo periodo) e la straordinaria coppia composta da Adrian Banks e Tommaso Baldasso, che insieme mettono a referto 50 degli 88 punti realizzati dalla formazione di Dalmonte. Inutile, per Brescia, la generosa prestazione di Christian Burns, top scorer dei suoi con 15 punti e 7 rimbalzi. 

CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO-DE’ LONGHI TREVISO BASKET 89-97

Colpo esterno di Treviso, che si impone 97-89 in casa di Pesaro e ottiene il quinto successo consecutivo, confermandosi sempre più in zona playoff. Il match della Vitrifrigo Arena si decide soprattutto nel terzo quarto: è il 26-16 in favore della De’ Longhi, infatti, a spezzare l’equilibrio dopo il 51-50 in favore della Carpegna Prosciutto nel corso del primo tempo. Nel finale, gli ospiti resistono e vincono grazie ai 23 punti di Sokolowski e ai 19 di Logan, mentre a Pesaro non basta la grande prestazione di Delfino, top scorer con 25 punti in 31 minuti: sono cinque, ora, le sconfitte di fila per Repesa.

VANOLI BASKET CREMONA-UNAHOTELS REGGIO EMILIA 90-71

Dopo tre ko di fila, Cremona torna alla vittoria battendo nello scontro diretto Reggio Emilia, ora penultima con 16 punti, appena 2 in più di Cantù. Match dai due volti quello del PalaRadi: equilibrata la prima metà di match, con la Vanoli avanti di 4 punti (44-40), meno la seconda, con la formazione di Galbiati che si guadagna la vittoria grazie al 17-12 del terzo quarto e, soprattutto, al 29-19 dell’ultimo periodo. Grande prestazione per Daulton Hommes, 24 punti, sugli scudi anche Barford e Jarvis Williams, che ne mettono a referto 17. L’Unahotels, invece, crolla nonostante i 14 punti della coppia Lemar-Sims e rischia ora di subire l’aggancio di Cantù, che ha una partita in meno rispetto a Reggio Emilia.

Risultati:
Trento-Venezia 90-84
Cantù-Brindisi 71-93
Pesaro-Treviso 89-97
Cremona-Reggio Emilia 90-71
Bologna-Brescia 88-78
Sassari-Virtus Bologna 77-108

Stasera: Milano-Varese ore 18.15

Classifica:
Milano 36 (22 giocate)
Brindisi 34 (22)
Virtus Bologna 34 (24)
Sassari 28 (21)
Venezia 28 (23)
Treviso 26 (24)
Trieste 22 (23)
Fortitudo Bologna 18 (23)
Pesaro (23)
Trento 18 (23)
Brescia 18 (23)
Cremona 18 (24)
Varese 16 (22)
Reggio Emilia 16 (24)
Cantù 14 (23)