FORLI’ KO, UDINE IN SEMIFINALE

Il secondo quarto di finale alle final eight di Serie A2 Old Wild West di Cervia vede affrontarsi l’Unieuro Forlì e la Apu Old Wild West Udine. Forlì arriva da sei successi negli ultimi sette match disputati ed è in testa al girone rosso con 19 vittorie e 4 sconfitte. I friulani sono reduci da tre vittorie nelle ultime cinque e occupano il terzo posto nel girone verde a quota 28 punti, in coabitazione con Verona.

L’Unieuro inizia il match con Rodriguez, Rush, Roderick, Natali e Divas. Coach Boniciolli risponde con Johnson, Giuri, Nobile, Antonutti e Foulland. Ritmi molto alti in avvio, i primi tre punti sono di Foulland, a cui risponde Rush con il primo canestro di Forlì che arriva dopo due minuti di partita. Forlì fa la voce grossa sotto canestro e si concede tanti extra possessi, ma l’imprecisione al tiro permette a Udine di piazzare il primo break. Due canestri consecutivi da sotto di Foulland portano l’Apu sul 4-9 a metà del primo periodo, Dell’Agnello non ci sta e chiama il primo time-out della partita. Al rientro dal time-out Forlì si presenta con Landi e Bruttini sul parquet, entrambi in dubbio alla vigilia. Proprio Landi segna la tripla del 7-9, ma dall’altra parte un dominante Nana Foulland schiaccia per il 7-11. La coppia Landi-Bruttini confeziona anche il canestro del 9-11, Boniciolli corre ai ripari e ferma il cronometro quando mancano 2’40” al primo mini riposo. Il canestro del pareggio lo firma Giacchetti in penetrazione. Mobio e Schina trovano dalla lunetta i canestri che chiudono il primo periodo sul 15-11 in favore di Udine. Tra le fila di Udine spicca Foulland, autore di 9 punti (100% dal campo), 7 rimbalzi (di cui 3 offensivi), una rubata, una stoppata per un totale di 17 di valutazione nei primi 10 minuti.

Forlì inizia meglio il secondo periodo, il 5-0 di parziale firmato Campori-Natali porta l’Unieuro avanti 16-15. Udine non ci sta e rimette il naso avanti con il contropiede di Giuri dopo due minuti e mezzo di gioco. Due liberi di Rush e quattro punti consecutivi di Giacchetti, intervallati dalla tripla di Johnson fissano il punteggio sul 22-20 in favore di Forlì a 6 minuti dal riposo lungo. Fase molto confusa a metà del secondo periodo, entrambe le squadre fanno fatica nella metà campo offensiva, Udine e brava ad approfittarne e con l’appoggio in contropiede di Mobio si riporta in vantaggio sul 22-23. Bruttini dalla lunetta segna il 24-23, ma ancora Mobio, stavolta dal perimetro, trova il fondo della retina per il momentaneo 24-26. Roderick accorcia dalla linea della carità, ma tre punti consecutivi di Antonutti chiudono il primo tempo sul 25-29. Primi due quarti non particolarmente belli, con entrambe le squadre in evidente difficoltà in attacco (solo 3 canestri dall’arco nei primi 20 minuti).

Forlì inizia meglio il secondo tempo, e dopo meno di tre minuti impatta sul 33-33 con la tripla di Aristide Landi. Il match sembra accendersi all’improvviso, Johnson dall’arco segna il 33-36. Roderick continua a fare una fatica immensa, perde palla in contropiede per mano di Schina e subito dopo si fa fischiare un fallo antisportivo. Schina in lunetta non sbaglia, Udine si riporta sul +5, 33-38. Dopo pochi minuti in cui entrambe le squadre sembravano aver trovato una maggiore fluidità in attacco, le difese tornano ad avere la meglio e le percentuali si abbassano ulteriormente. Roderick tenta di accendersi con un gran canestro in step back, Bolpin subito dopo spara dall’arco e Forlì riesce a ricucire lo strappo in un amen. A 3’23” dall’ultimo mini riposo il tabellone recita 38-38, Boniciolli si ritrova costretto a fermare subito il cronometro per invertire l’inerzia. Il minuto di sospensione fa bene ad Udine, che con un gioco da tre punti di Nobile si porta sul 38-41. Continua a regnare l’equilibrio nel finale di terzo quarto, che si chiude con un gran canestro di Johnson dall’arco che vale il 44-48

In avvio di ultimo quarto Forlì riesce ad ingranare in attacco e mette il naso avanti sul 51-50 con cinque punti consecutivi di Rush e un canestro dalla media di Giacchetti. Il time-out di Udine non cambia l’inerzia del match: Rush, Giacchetti e Bolpin con 7 punti consecutivi portano Forlì sul 58-50 a 6 minuti dal termine. Il 14-2 di parziale in favore dell’Unieuro è chiuso dalla tripla di Johnson, che vale il 58-53 a metà del periodo conclusivo. Bolpin segna i liberi del 60-53 a 4’30” dalla sirena finale. Dopo oltre due minuti con i canestri inviolati e tante occasioni fallite da Forlì, Giuri riporta sotto i suoi con la tripla in uscita dai blocchi che vale il 60-56 a poco più due giri di lancette dal termine. Dell’Agnello ferma il cronometro ma Udine è rientrata definitivamente in partita, Schina dalla media segna il canestro del 60-58 quando manca 1’50”. Forlì torna a +4 con il pick and roll chiuso da Bruttini, ma nell’azione consecutiva ancora Schina segna allo scadere la tripla del 62-61, quando manca poco più di un minuto. a 29” dal termine Foulland permette ad Udine di rimettere il naso avanti, 62-63. Giacchetti sbaglia la tripla del sorpasso a 6” dalla fine, Johnson fa 2/2 dalla lunetta e fissa il punteggio sul 62-65. Forlì ha 4 secondi per creare il tiro del pareggio ma la palla carambola sul piede di Giacchetti, e qui di fatto si spengono le speranze dell’Unieuro. Antonutti dalla linea della carità chiude il match sul 62-67.

Udine ha il merito di non gettare la spugna a inizio quarto quarto, nel momento di maggior difficoltà in cui Forlì sembrava poter piazzare il colpo del KO da un momento all’altro. Il colpo di coda finale, firmato dai cinque punti consecutivi del giovanissimo Schina, regala alla formazione di Boniciolli la semifinale, in cui Udine affronterà la vincente del match tra Scafati e Torino. Forlì paga le scarse percentuali al tiro e la serata storta della propria stella Terrence Roderick, che chiude con un impietoso 0 di valutazione.

Unieuro Forli – Apu Old Wild West Udine 62-67 (11-15, 14-14, 19-19, 18-19)
Unieuro Forli: Erik Rush 14 (3/9, 2/4), Jacopo Giachetti 11 (5/7, 0/3), Davide Bruttini 8 (3/4, 0/0), Riccardo Bolpin 7 (1/2, 1/1), Aristide Landi 6 (0/2, 2/3), Nicola Natali 5 (2/4, 0/2), Terrence Roderick 5 (2/4, 0/5), Luca Campori 4 (2/2, 0/0), Samuel Dilas 2 (1/2, 0/0), Yancarlos Rodriguez 0 (0/4, 0/0), Benjamin babacar Ndour 0 (0/0, 0/0), Giulio Zambianchi 0 (0/0, 0/0)Tiri liberi: 9 / 11 – Rimbalzi: 36 9 + 27 (Nicola Natali 8) – Assist: 14 (Jacopo Giachetti 4)
Apu Old Wild West Udine: Dominique Johnson 15 (0/5, 4/9), Nana Foulland 13 (6/7, 0/0), Joseph yantchoue Mobio 11 (3/3, 1/4), Matteo Schina 9 (1/2, 1/2), Michele Antonutti 7 (1/4, 0/3), Marco Giuri 5 (1/2, 1/4), Vittorio Nobile 5 (2/4, 0/3), Lodovico Deangeli 2 (1/1, 0/0), Francesco Pellegrino 0 (0/2, 0/1), Nazzareno Italiano 0 (0/2, 0/3), Riccardo Spangaro 0 (0/0, 0/0), John paul onyekachi Agbara 0 (0/0, 0/0)Tiri liberi: 16 / 19 – Rimbalzi: 32 11 + 21 (Nana Foulland 13) – Assist: 13 (Dominique Johnson, Matteo Schina 3)