LA BOMBA DI PROSPERI MANDA IN PARADISO IL CUS CAGLIARI

Un’invenzione di Prosperi decide la gara a 12 secondi dal termine

Entrambe le protagoniste erano  preparate al fatto che la gara sarebbe stato un alternarsi di vantaggi e svantaggi i e una corsa verso i minuti finali, nei quali avrebbe avuto il sopravvento chi  avesse  segnato il canestro decisivo e chi avesse  commesso meno errori.  Ma nessuno pensava che sarebbe stato necessario un tempo supplementare ed una girandola infinita di vantaggi e recuperi per decretare la squadra vincente.  Acciaierie Valbruna ha provato in mille modi di avere ragione delle ostiche avversarie, ma  la poca fortuna e la bomba di Prosperi a pochi secondi dalla fine hanno infranto il sogno di conquistare i primi due punti del 2021.  Molto rammarico in casa bolzanina, lenito dalla consapevolezza di aver disputato una gara gagliarda e per nulla disprezzabile sotto l’aspetto tecnico e tattico.  Sin dal primo quarto le squadre in campo fanno vedere di essere in equilibrio , con Bolzano che trova qualche soluzione offensiva di qualità da Karin Kuijt e  le cagliaritane che ribattono  con tenacia.  Il parziale vede un leggero predominio delle padrone di casa che chiudono 16-11. Secondo quarto in assoluto equilibrio con un 16-16  che racconta di una lotta a coltello. Il primo tempo   vede le Sisters avanti  32 a 27.  Dopo la pausa  il CUS entra in campo con piglio feroce, stringe le maglie della difesa , prima pareggia e poi passa a condurre vincendo il terzo parziale 21 a 9.  Ultimo quarto degno di nota, con Acciaierie Valbruna Bolzano che in svantaggio, prima pareggiano , poi resistono  e hanno  la palla per la vittoria a 2″  dal termine  con un tiro da sotto di Kuijt che ballonzola beffardo sul ferro ma poi decide di uscire  e conferma  la parità sul 54 a 54.  Il tempo supplementare è un insieme di azioni mozzafiato, di situazioni surreali e di conclusioni di puro istinto. Decide la partita la bomba di Prosperi a 12″ dal termine. Bolzano ha la palla per vincere, ma il tiro allo scadere non centra il canestro ed il tiro a rimbalzo offensivo esce anch’esso di misura.  Gioia immensa per le ospiti che vincono una partita difficilissima e disappunto misto a rabbia per Bolzano che pur giocando una gara tonica si vede sfuggire una vittoria che poteva essere e non è stata.

Per il CUS Cagliari  ottima prova corale con  due acuti da parte di Striulli ( 12), autrice di canestri molto difficili e Liubenovic ( 14), autrice di una prova fatta di  grande sostanza.  Fondamentale  anche la bomba di Prosperi alla fine  del supplementare , che molto ben marcata e contenuta durante tutta la gara,  ha avuto abilità e fortuna nel  realizzare nel momento decisivo.

Per Bolzano buona prova di Kuijt ( 20)  ed Assentato (20), entrambe  lucide in attacco e precise nei marcamenti. Buon supporto sottocanestro da parte di  Fabbricini, miglior rimbalzista delle biancorosse di casa.

Prossimo turno per Bolzano a Cagliari contro la Virtus  e poi, a due giorni di distanza la rivincita con il CUS Cagliari.

Coach Pezzi: ”  E’ stata una gara a coltello, come immaginavamo.  Abbiamo avuto la palla per vincere  ma il ferro ha sputato il tiro da sotto di Kuijt. Nel supplementare avevamo la possibilità di chiudere la gara, ma due bombe, una di Liubenovic e quella finale di Prosperi hanno consentito al CUS di pareggiare e portarsi avanti di 1.  Anche al termine del supplementare avevamo 12″  per vincere la gara, ma la conclusione è stata ostacolata con successo  dalla difesa di Cagliari ed il nostro successivo  rimbalzo di attacco  non si è risolto con un tiro vittorioso. Quindi rammarico, un filo di rabbia ma anche  la convinzione che le ragazze hanno dato tutto quello che avevano per vincere la gara. Un pizzico di fortuna in più e qualche scelta meno precipitosa  forse avrebbero consentito  di raggiungere la tanto desiderata vittoria. Cercheremo nei prossimi incontri di fare tesoro  di questa esperienza  e di migliorare ulteriormente  .”

ACCIAIERIE VALBRUNA                  64

CUS CAGLIARI                                 65

Parziali:   16-11/16-16/9-21/13-6   1  tempo supplementare  10-11