DISFATTA PISTOIA CONTRO RAVENNA

Si interrompe la striscia positiva del Pistoia Basket. I biancorossi reggono fino all’intervallo, per poi crollare nel terzo quarto

E’ una disfatta per la Gtg, che purtroppo ha abituato a brutte figure in via Fermi da quando ci ha rimesso piede. Dopo quelle contro Scafati e Napoli, ecco la pesante battuta d’arresto con Ravenna, che espugna il PalaCarrara per 61-76. Fatale per il Pistoia Basket un pessimo terzo quarto, dove i biancorossi accusano un parziale di 24-7. Si interrompe così la striscia positiva di Della Rosa e compagni, che venivano da due vittorie di fila. E mercoledì c’è la trasferta a Forlì: se queste sono le premesse, difficile pensare che le cose possano andare meglio in casa della capolista.

Carrea sceglie il solito quintetto visto contro Cento e San Severo: fuori Poletti dallo starting five, dentro Querci. L’avvio sorride a Ravenna, avanti 4-8 dopo tre minuti e grazie ai punti di Chiumenti. Pistoia risponde con le tre triple consecutive di Querci e Saccaggi (due), che portano la Gtg avanti 13-11 al 5′. Sims comincia a scaldare la mano, così come fa Denegri dall’altra parte. Si segna con una certa regolarità in questo primo quarto al PalaCarrara, che si chiude con i biancorossi in vantaggio 21-20.

Se la Gtg viaggia sui binari giusto, lo stesso non si può dire di Fletcher, che litiga con il ferro. Dopo l’ennesimo errore dell’americano e la palla persa di Della Rosa arriva il sorpasso di Ravenna, firmato in contropiede da Cinciarini (24-25 al 13′). Il numero 5 ospite è scatenato e con sei punti di consecutivi che spingono l’OraSì a +5 (26-31 al 16′). La risposta pistoiese è affidata a Riismaa, che trova la prima tripla personale di serata. La partita resta altamente equilibrata, anche se sono i ragazzi di Cancellieri ad avere un minimo di inerzia in più, come testimonia il risultato del 20′ (32-35).

La ripresa si apre così come si era chiuso il secondo quarto: ossia con molti contatti e altrettanti errori al tiro. L’intensità non manca, ma nonostante i tentativi pistoiesi di resistere, Ravenna allunga, grazie ai sette punti di Rebec e alle bassissime percentuali della Gtg (37-46 al 26′). I giallorossi invece fanno male da oltre l’arco agli avversari e le bombe di Cinciarini, Venuto e Givens permettono all’OraSì di spiccare il volo (39-55 al 28′). La truppa di Carrea sprofonda fino a -20, vittima del break di 18-2 ad opera dei viaggianti (39-59 al 30′).

L’ultimo quarto comincia con il nuovo massimo vantaggio Ravenna, con Chiumenti che fa +23, prima del sussulto di Fletcher, autore di due triple di fila. La difesa di Cancellieri tuttavia non permette a Pistoia di riavvicinarsi ulteriormente. Asfissiante la pressione sui giocatori della Gtg, che però ci mettono anche molto del loro. E così per i viaggianti la vita è facile fino alla sirena finale, mentre per i biancorossi l’attesa della doccia diventa un lungo calvario.