BOLZANO SI INCHINA AL DUO ROSSINI-POCHOBRADSKA

Gara in equilibrio per tre quarti poi Firenze dilaga

Palagiaccio Pall. Femm. Firenze 74 

Acciaierie Valbruna Bolzano       58

(20-14, 40-36, 56-48, 74-58)

PALAGIACCIO PALL. FEMM. FIRENZE: Rossini* 22 (8/9, 1/3), Calamai 3 (1/2 da 2), Cabrini 7 (2/3, 1/5), Rossini* 6 (0/1, 2/2), Cecchi, Pochobradska* 17 (4/14, 1/3), Scarpato* 11 (4/5, 1/5), Salvucci 2 (1/1 da 2), Poggio* 2 (1/1 da 2), Valentino, Conti 1 (0/0, 0/0), Donadio 3 (1/2 da 2)
Allenatore: Corsini S.
Tiri da 2: 22/38 – Tiri da 3: 6/18 – Tiri Liberi: 12/17 – Rimbalzi: 36 8+28 (Pochobradska 13) – Assist: 13 (Rossini 5) – Palle Recuperate: 7 (Scarpato 3) – Palle Perse: 11 (Scarpato 4)
ACCIAIERIE VALBRUNA BOLZANO: Castellaneta NE, Luppi NE, Kuijt* 14 (4/11, 1/7), Chiabotto* 16 (5/11, 2/3), Piermattei* 7 (2/5, 1/1), Fabbricini 4 (1/1 da 2), Bonvecchio* 5 (2/3 da 2), Assentato*, Hafner 5 (2/4, 0/1),  Villarini 7 (3/7 da 2)
Allenatore: Pezzi A.
Tiri da 2: 19/45 – Tiri da 3: 4/12 – Tiri Liberi: 8/15 – Rimbalzi: 30 8+22 (Villarini 6) – Assist: 5 (Kuijt 2) – Palle Recuperate: 5 (Chiabotto 2) – Palle Perse: 15 (Bonvecchio 4) – Cinque Falli: Chiabotto
Arbitri: Canali S., Tomasello C.

Pallacanestro Bolzano affronta il nuovo ed ulteriore impegno in trasferta con la giusta intensità  sin dalle prime battute della gara. Nessuna distrazione, è battaglia aperta su ogni pallone per il quintetto di Sandro Pezzi, che cerca la difficile ma importante affermazione esterna sul campo  delle toscane, già vincenti a Bolzano nella gara di andata. Il ritmo di gioco è molto alto, la gara è piacevole tecnicamente  con percentuali molto elevate nonostante la posta in palio. Per Bolzano la necessità di fare punti, per Firenze cercare dopo tre sconfitte consecutive di non farsi risucchiare nella zona playout. Entrambe le squadre sono aggressive e veloci, i cambi di fronte sono frequenti e dura si palesa la lotta sotto i tabelloni.  Il primo quarto  scorre veloce e spettacolare, vissuto sugli acuti di Pochobraska per le toscane e Chiabotto per le bolzanine. Le difese di entrambe le squadre cercano di limitare le fonti di gioco avversarie, ma gli attacchi paiono in buona serata.  20 a 14 il finale del primo quarto, con Bolzano che solo per sfortuna vede uscire conclusioni molto ben costruite. La consapevolezza di aver costruito del buon gioco induce  le Sisters a disputare   un secondo quarto ad alto livello, ricco di buona difesa, veloci contropiedi e buone percentuali. 20 a 22 il parziale, che sommato a quello precedente manda le Atlete negli spogliatoi sul 40 a 36.  Le due giovani Arbitri, autrici di una prestazione incerta, attribuiscono a Kuijt l’ultimo canestro  segnalando al tavolo un tiro da 2 quando l’olandese ha scoccato il tiro molto fuori dalla linea dei tre punti.

Nel terzo quarto il gioco perde in lucidità ed aumenta l’agonismo. Le toscane paiono essere più leste ad approfittarne e, complici molti episodi a loro favore, mantengono alcune lunghezze di vantaggio ( 56 a 48).  Bolzano cerca l’aggancio ma le Atlete di Corsini dimostrano nel quarto finale  maggiore lucidità nel cercare penetrazioni  vincenti a canestro che alla fine risulteranno decisive per gli esiti dell’incontro.

Per Firenze grande prova di Marta Rossini ( 8 su 9 in entrata) e solidità sia realizzativa che sotto i tabelloni per Pochobraska.

Per Bolzano buona Kuijt, anche se scarsamente  tutelata da arbitraggi che non proteggono la fase di tiro delle Atlete e una tonica Chiabotto, uscita sul finale per falli.

Coach Pezzi: ”  Questa trasferta ci lascia  amaro in bocca. Le ragazze sono scese in campo con l’atteggiamento giusto, hanno disputato un buon primo tempo, nel secondo le toscane hanno avuto a disposizione troppe penetrazioni e troppi tiri ad alta percentuale. Siamo rimasti in partita sino a pochi minuti dal termine, rilevo che molti episodi e molte decisioni arbitrali non sono state a noi favorevoli. Avevo messo in guardia la squadra anche sulla pericolosità di Marta Rossini in entrata, purtroppo su di lei abbiamo difeso male . Rimane di fondo una considerazione:  contro di noi le squadre avversarie disputano le migliori gare della  stagione in termini tecnici che  statistici. Oggi ad esempio Firenze ha tirato con il 60% da due. Brave loro o forse concediamo troppo ? Cercheremo di approfondire questo aspetto. “

Ancora Coach Pezzi: ”  Ora ci attende una nuova trasferta, questa volta in Sicilia contro Patti lanciatissimo dopo quattro vittorie consecutive.. Rilevo che per tutto il mese di gennaio e sino al 20 febbraio non avremo il piacere di giocare a Bolzano. I continui rinvii di gare per Covid e gli impegni relativi alle qualificazioni agli Europei di alcune Atlete  ci obbligano a ben 5 trasferte consecutive, un vero record in negativo per un Campionato che poco ha di normale nel proprio svolgimento. ”  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *