Olimpia Milano: a Cremona vittoria di un soffio

Cremona, 19 gennaio 2021 – Vincere sempre e comunque. Con questo spirito si presenta giustamente a Cremona l’Armani Exchange ed è così che ha riacciuffato all’ultimo istante una sfida che stava scivolando via. I biancorossi vincono 81-83 al PalaRadi di Cremona nel recupero dell’ultima giornata del girone di andata rivelandosi, involontariamente, l’orco cattivo che toglie alla Vanoli Cremona il sogno della Final Eight. L’AX, questa volta, non è brillante, anche se mantiene la sua imbattibilità nel 2021, pur con percentuali discrete (47% da 2 e 48% da 3) , vincendo anche il duello a rimbalzo (32-38). Sembra anche fisiologico giocando ormai da tempo ogni 48 ore peraltro con la delicata sfida di giovedì con il Bayern Monaco già nei radar. Così viene fuori per la sua miglior prestazione stagione Kaleb Tarczewski con un ottimo 7/7 dal campo e 12 rimbalzi, mentre i migliori di quest’ultimo periodo, Datome (2/2 da 3) e LeDay (4/4 ai liberi e 6 rimbalzi) vengono fuori solo nel finale. Cremona rimane con l’urlo di gioia strozzato quando sembrava aver trovato il pertugio giusto in cui infilarsi per una vittoria che sarebbe stata storica, ma nella giornata in cui ha indossato una speciale divisa in onore dello sponsor Corazzi (quello che fu decisivo l’ultimo giorno per l’iscrizione) ha ancora una volta dimostrato al mondo del basket come con idee e serietà si possa addirittura stare al livello dei più forti. 

Milano inizia subito bombardando con continuità (3/3), ma Cremona dimostra di poter stare a certi ritmi e risponde al fuoco con Hommes e Mian (10-13). Anzi scavalca pure nel punteggio quando Cournooh sigla il 14-13, ma è giusto un attimo perchè l’Olimpia rimette la testa avanti e chiude il periodo sul 18-24 con la tripla di Roll. Millano va a strappi, per 5′ non segna praticamente più e Cremona ha la forza di passare avanti con la tripla di Palmi (31-28). Ogni sorpasso dei padroni di casa, però, sveglia inevitabilmente i milanesi che si riaccendono di nuovo con Roll e Tarczewski tornando in pieno controllo 35-44 al 20′.  La Vanoli riparte di slancio con Hommes (47-52), ma Milano va ancora a corrente alternata visto che con Punter tocca per la prima volta il +10 (49-59), ma a inizio quarto periodo è di nuovo rincorsa da Cremona 61-65, mentre perde Brooks per infortunio. Non cambia la musica Punter e Roll scaldano i motori e sembrano chiuderla con i canestri del 61-72 al 33′. Niente di più sbagliato, Poeta si traveste da Superman e confeziona da solo un 15-0 che fa sognare i padroni di casa (76-72). Milano è impietosa, si risveglia con Datome (76-75), pareggia e sorpassa con LeDay (78-80), allunga con Punter (78-82). Alla fine la Vanoli ha anche la parabola per fare il colpaccio con Hommes, il migliore dei suoi con 22 punti, ma la parabola si infrange sul ferro e Milano può esultare. 
Così viene definito il tabellone della Coppa Italia che si disputerà al Forum di Assago dall’11 al 14 febbraio: Milano-Reggio Emilia, Virtus Bologna-Venezia, Sassari-Pesaro e Brindisi-Trieste.
https://4e3d751c1599a2e9c943d1e9aa9c21f0.safeframe.googlesyndication.com/safeframe/1-0-37/html/container.html?n=0

VANOLI CREMONA-ARMANI EXCHANGE MILANO 81-83 (18-24; 35-44; 57-62)
CREMONA: TJ Williams 13, Trunic ne, J Williams 8, Poeta 12, Mian 3, Lee 10, Cournooh 4, Palmi 9, Hommes 22, Donda ne. All. Galbiati.
MILANO: Punter 15, LeDay 11, Moretti ne, Moraschini 7, Roll 10, Rodriguez ne, Tarczewski 14, Biligha 2, Cinciarini, Delaney 7, Brooks 8, Datome 9. All. Messina
Note: tiri da 2: CR, MI 19/40; tiri da 3: CR, MI 10/21; tiri liberi: CR, MI 15/19; rimbalzi: CR 32 (Lee 8), MI 38 (Tarczewski 12) ; assist: CR 19 (Poeta 9), MI 15 (Roll 4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *