Givova Cup al Battipaglia

Salonicco, nell’ultimo match previsto nell’ambito della tournée greca, vittoria esaltante per la O.ME.PS. Givova Battipaglia che, imponendosi, in rimonta ed all’overtime, sul fortissimo Panathlitikos (compagine di altissimo livello della massima serie ellenica), si aggiudica anche l’edizione 2022 della “Givova Cup”. Risultato finale: 70-73.

La cronaca. Primo quarto all’insegna di un sostanziale equilibrio, il che conferma l’ottimo stato di forma atletica e tecnica evidenziato da Battipaglia in questi giorni: le biancoarancio, infatti, nonostante siano alla quarta partita in sei giorni, tengono testa ad una compagine di categoria superiore e dal notevole tasso tecnico. Al termine della prima frazione, le padrone di casa sono sì avanti, ma di appena 4 lunghezze (17-13).

Il copione del secondo quarto è pressoché identico a quello della frazione precedente: le ospiti continuano a giocare alla pari con le elleniche mostrando di avere anche una spiccata personalità. Il Panathlitikos, squadra di grande spessore, continua a condurre nel punteggio, ma non riesce a scappar via e ad operare la fuga che possa ipotecarne la vittoria. All’intervallo lungo, le padrone di casa sono sul +6 (34-28).

Nel terzo quarto, l’equilibrio manifestatosi nel primo tempo si spezza. La compagine ellenica, infatti, imprime una notevole accelerazione al proprio ritmo, specie in fase offensiva: sono ben 21 i punti messi a segno nella frazione dalle elleniche. Le biancoarancio, in questa fase, pagano, inevitabilmente, il tour de force al quale si sono sottopose in questi giorni, ma, stoicamente, restano aggrappate al match, non scivolando troppo indietro nel punteggio e tenendo aperto uno spiraglio per una rimonta che, sebbene complicata, non è del tutto impossibile. Al 30’, le elleniche sono avanti di 12 (53-41).

E, nell’ultimo quarto, la O.ME.P.S. Givova riesce nell’impresa producendosi in una rimonta esaltante e strabiliante. Le ragazze di coach Maslarinos, nell’ultima frazione dei tempi regolamentari, segnano a ripetizione, blindano la difesa e agganciano le elleniche portando il match ad un overtime dall’esito a questo punto impronosticabile. Al 40’, il punteggio è di 65 pari. E non è finita.

Le biancoarancio, oramai lanciatissime, non si fermano più e, nel supplementare, operano il sorpasso, strepitoso e definitivo, che consente loro, in un sol colpo, di vincere in rimonta una partita straordinaria ed indimenticabile, di battere una squadra fortissima e, soprattutto, di aggiudicarsi la Givova Cup 2022.

Risultato finale: 70-73. Dal punto di vista delle prestazioni individuali, ottima la prova di Potolicchio, autrice di ben 16 punti. Sugli scudi anche Seka, Castelli e Rylichova, autrici di 11 punti ciascuna.

Il tabellino di Panathlitikos-OMEPS Givova PB63 Battipaglia 70-73 d1ts (17-13; 34-28; 53-41; 65-65; 70-73)

Nel terzo match valevole per la GIVOVA CUP 2022, arriva la prima sconfitta (onorevolissima) in terra ellenica per una O.ME.P.S. Givova Battipaglia che, però, paradossalmente, ha offerto proprio oggi la prestazione migliore giocando per almeno 30 minuti alla pari con una compagine, il Paok Salonicco, che non solo disputa l’A1 greca, ma ne rappresenta anche una delle squadre più competitive. Risultato finale: 68-54.

La cronaca.

Nel primo quarto, sono le ospiti a partire meglio: Battipaglia, infatti, lanciatissima dopo aver offerto due prestazioni di grande spessore, dà continuità all’ottimo stato di forma palesato finora offrendo un impatto sulla gara più convincente e più efficace rispetto alle padrone di casa del Paok che, nel primo parziale, devono subire il leggero, ma significativo allungo ospite. Al 10′, Battipaglia è avanti di 5 (8-13).

Nel secondo quarto, però, l’inerzia cambia con le padrone di casa che cambiano ritmo prima agganciando e poi superando una compagine biancoarancio che, in questa fase, come prevedibile, sembra pagare i tanti impegni ravvicinati (quella di oggi è la terza partita in quattro giorni per le ragazze di coach Maslarinos). All’intervallo lungo, le elleniche hanno 7 lunghezze di vantaggio (31-24).

La O.ME.P.S. Givova, però, non ci sta e, nel terzo quarto, si produce in una splendida reazione, non facendosi condizionare né dalla stanchezza né dal valore delle avversarie. Come già avvenuto nelle partite precedenti, è la fase difensiva il fulcro attorno al quale si costruisce una prestazione di spessore. L’attacco, poi, fa il resto, consentendo a Battipaglia di tornare in scia al Paok regalandosi un ultimo quarto incerto ed avvincente. Al 30′, la compagine greca è avanti di 3 (44-41).

Nell’ultimo quarto, però, la rimonta non si completa con le padrone di casa che, oltre al proprio notevole spessore, fanno valere anche una maggiore brillantezza atletica rispetto ad una Battipaglia che, come detto, ha nelle gambe allenamenti in serie e partite ravvicinate. Poco male. Se questa partita doveva confermare il valore e la mentalità delle biancoarancio, il responso del campo è stato senza dubbio positivo: fino a quando le gambe hanno retto, le ragazze di coach Maslarinos hanno giocato alla pari con una delle squadre più forti di Grecia. A Salonicco, è il Paok ad imporsi con il punteggio di 68-54.

Dal punto di vista delle prestazioni individuali, infine, da sottolineare la doppia cifra firmata da capitan Potolicchio (12 punti per lei) e da Rylichova (10).

Paok Salonicco – O.ME.P.S. Givova Battipaglia 68-54 (8-13; 31-24; 44-41; 68-54)

Tabellino della O.ME.P.S. Givova Battipaglia
Seka 5, Cutrupi 7, Castelli 5, Potolicchio 12, Mini, Chiapperino 2, Zanetti 3, De Feo 5, Alford 5, Chiovato, Milani, Rylichova 10. Coach: Maslarinos.

Nel secondo match valevole per la GIVOVA CUP 2022, altra splendida affermazione per la O.ME.P.S. Givova Battipaglia che, pur priva di Potolicchio, supera in maniera nettissima ed assai brillante le padrone di casa dell’Apollon. Risultato finale: 32-77.

La cronaca.

Il primo quarto, effervescente, è l’unico del match all’insegna dell’equilibrio. Le due squadre si fronteggiano a viso aperto fin dalle prime battute andando spesso a segno. In una frazione nella quale nessuna delle due compagini riesce a prendere il largo, sono comunque le ospiti a fare leggermente meglio, chiudendo in testa il periodo. Al 10′, è +4 Battipaglia (15-19).

A partire dal secondo quarto, inizia tutta un’altra partita con le biancoarancio che, progressivamente, mettono sempre più spazio tra sé e le padrone di casa. Come già avvenuto due giorni fa contro l’Aris, è la difesa il pilastro sul quale le ospiti costruiscono una prestazione importante. Oltre a ciò, anche in attacco le ragazze di coach Maslarinos sono brillanti ed efficaci. La somma dei due fattori consente a Battipaglia di toccare la doppia cifra di vantaggio. All’intervallo lungo, le ospiti sono avanti di 10 (24-34).

L’allungo delle ospiti assume proporzioni ancor più consistenti (anzi, assai rilevanti) in un secondo tempo che le ospiti interpretano in maniera eccellente. La difesa, finora solida, diventa praticamente impenetrabile. E la fase offensiva è prolifica e spumeggiante. Nel terzo quarto, l’Apollon realizza appena 6 punti a fronte dei 23 segnati da una brillantissima Battipaglia che, al minuto 30, ha, sostanzialmente, la vittoria in tasca (+27, 30-57).

Nell’ultimo quarto, le ragazze di coach Maslarinos hanno il merito di continuare a giocare con grande intensità incuranti dell’amplissimo vantaggio già messo da parte. A dare un’idea nitida del livello di concentrazione messo in campo dalle biancoarancio sono gli appena 2 punti concessi, nella frazione conclusiva, alla compagine ellenica. Le ospiti, invece, continuano ad andare a segno con notevole frequenza chiudendo il match con oltre 40 punti di margine bissando, così, il largo successo ottenuto due giorni fa contro l’Aris. Risultato finale: 32-77.

Dal punto di vista delle prestazioni individuali, eccellenti le prove di Alford e Cutrupi che, entrambe in doppia doppia, mettono a referto, rispettivamente, 18 punti e 10 rimbalzi e 14 punti ed 11 rimbalzi. Molto positive anche le prove di Seka e Mini, che chiudono con 11 punti ciascuna all’attivo.

Apollon – O.ME.P.S. Givova Battipaglia 32-77 (15-19; 24-34; 30-57; 32-77).

Tabellino della O.ME.P.S. Givova Battipaglia:
Seka 11, Cutrupi 14, Castelli 5, Potolicchio NE, Mini 11, Chiapperino 5, Zanetti 8, De Feo 1, Alford 18, Chiovato, Milani 2, Rylichova 2. Coach: Maslarinos.

Un successo anche all’esordio nell’edizione 2022 di una “Givova Cup” davvero speciale: speciale la città (bellissima), speciale l’impianto che la ospita (stupendo), speciale tutto. Ma le ragazze di coach Maslarinos, con l’atteggiamento messo in campo oggi, hanno dimostrato di non essere andate in gita nella splendida Salonicco, ma per testarsi al cospetto di squadre di grande valore (come quella battuta oggi), per crescere e per costruire qualcosa di importante in vista del sempre più vicino inizio di stagione.

La cronaca.

Che Battipaglia fosse scesa in campo nel migliore dei modi lo si è evinto fin dalla palla a due: le biancoarancio, infatti, sono state in testa dall’inizio, nettamente ed autorevolmente, dimostrando che le tre settimane di lavoro finora svolte (delle quali, tra l’altro, appena una a ranghi completi, stante l’arrivo posticipato di Castelli, Rylichova e Alford) stanno cominciando a dare i loro frutti in termini di qualità del gioco espresso, intensità ed affiatamento tra le varie interpreti.

Nel primo quarto, le ospiti mettono subito le cose in chiaro andando immediatamente in fuga: il +8 maturato al termine della prima frazione (13-21), sebbene non definitivo come strappo, rappresenta un chiaro segnale delle odierne intenzioni di Battipaglia di ben figurare.

Tant’è vero che, nel secondo periodo, le biancoarancio allungano ancora, unendo una più che apprezzabile prolificità in fase offensiva ad una fase difensiva attenta e solida. All’intervallo lungo, è di 12 lunghezze il vantaggio esterno (23-35).

Nel secondo tempo, le ragazze di coach Maslarinos sono ancora più brave perché non solo non si adagiano su un più che positivo primo tempo, ma, anzi, continuano a spingere forte e a distanziare sempre più le padrone di casa dell’Aris. La rocciosa difesa continua ad essere il piatto forte del giorno e, dal momento che in attacco si continua a trovare la via del canestro con una certa frequenza, ecco spiegato perché Battipaglia, al minuto 30, ha praticamente ipotecato il successo finale (34-48).

Nell’ultimo quarto, il vero capolavoro di giornata con le biancoarancio che, non paghe di tre quarti disputati ad ottimi livelli, regalano un’ultima frazione di notevole spessore, con appena 5 punti concessi a fronte di 15 realizzati per un risultato finale che vede le ospiti imporsi, meritatamente, con ben 24 lunghezze di vantaggio (39-63).  

Dal punto di vista delle prestazioni individuali, da segnalare la doppia cifra messa a segno da capitan Potolicchio (15 punti per lei) e dall’italo-americana Alford (10). Di spessore anche le prove di Castelli, Chiapperino e Cutrupi (7 punti ciascuna). Ma oggi, e non è retorica, sono state davvero tutte bravissime.      

Risultato finale 39-63 (13-21; 23-35; 34-48; 39-63)

Tabellino di Battipaglia

Seka 6, Cutrupi 7, Castelli 7, Potolicchio 15, Mini 5, Chiapperino 7, Zanetti 3, De Feo, Alford 10, Chiovato, Milani 2, Rylichova 3. Coach: Maslarinos.