Vicenza finisce il campionato perdendo a Castelnuovo Scrivia

ASVicenza_Udine

Autosped Castelnuovo Scrivia – A.S.Vicenza 87-62(15/22, 42/34,71/49)

Autosped Castelnuovo Scrivia: Ravelli 14, D’Angelo 6, Rulli 19, Bonasia 16, Castagna , De Pasquale 9, Colli ne., Bernetti 5, Bonvecchio7, Cassani 1, Francia 2, Gatti 8. All. Fabio Carracci.

Tiri da due  27/43  tiri da tre 7/19 Tl 12/14 Rimb 35 (28+7) pp 14 pr 9 ass 29.

Vicenza: Tonello 3, Bellon, Monaco 8, Garzotto, Mioni 8, Sturma 6, Villarruel 18, Reschiglian 2, Chrisanthidou 8, Tagliapietra 9. All. Fabio Ussaggi.

Tiri da due 20/40 tiri da tre 5/22  Tl 7/9 Rimb 32(21+11) pp 20 pr 10 ass 14.

Arbitri Riccardo Giudici e Sara Canali.

Era cominciata nel migliore dei modi per Vicenza la partita, pur inutile per la classifica, contro Autosped. Un primo quarto da leccarsi i baffi con partenza fulminea: 0/6 per merito di Chrysanthidou – 4 punti – e di due liberi di capitan Monaco. Alla logica reazione piemontese Vicenza risponde con la giovane Reschiglian da sotto e Villarruel che segna e distribuisce due assist a Sturma e Mioni. Al 9° 10/20, massimo vantaggio vicentino. Autosped si scuote: segna da tre Bonvecchio, replica Bernetti, risponde Villarruel. Si chiude su un lusinghiero 15/22 di ottimo auspicio. Con il secondo quarto ha inizio un’altra partita. Subito in 2 minuti e mezzo D’Angelo prima, poi Bonvecchio, Gatti, ancora D’Angelo e Bonasia siglano uno stordente 10/0: 25/22 in un amen. La reazione vicentina con Chrysanthidou (assist di Villarruel) e Sturma riporta avanti Vicenza. Si arriva al 7° minuto sul 33 pari con canestri prima di Tagliapietra, poi di capitan Monaco. E a questo punto sale in cattedra una sontuosa Rulli, ex olimpica a Tokio nella formazione del 3c3, che in poco più di un minuto mette a referto 9 punti consecutivi, in pratica risolvendo qui la gara. Si chiude sul 42/34. Ma Vicenza perde il filo del gioco e non riuscirà più a rimontare. Il secondo tempo, dopo che con una bomba di Tonello ci si era riportati a 45/39, per Vicenza si spegne la luce e ha inizio un monologo brillante tutto piemontese. Così Ussaggi saggiamente dà spazio alle giovani Garzotto, Reschiglian e Bellon. Il terzo atto vede Autosped chiudere sul 71/49. Alla fine 87/62 e tutti a casa. Peccato per come era cominciata la partita. Ma decisivo è risultato il secondo periodo in cui la squadra berica, pienamente in partita, ha subito 27 punti, dimostrando una fragilità preoccupante in difesa, permettendo a super Bonasia e compagne di dilagare in contropiede. Intanto arriva da Bolzano la notizia che il derby altoatesino è stato vinto da Acciaierie Valbruna. Sarà quindi la squadra di coach Pezzi l’avversaria di Vicenza nel primo playout che si disputerà sabato 7 maggio in trasferta. L’altro playout vedrà confrontarsi Alperia BZ- Treviso, squadra che delle ultime 10 partite ne ha vinte 7. Ora è tempo di azzerare i risultati della stagione. Inizia un nuovo mini campionato del tutto aperto e da martedì prossimo sotto ad allenarsi per il meglio.