ACCIAIERIE VALBRUNA, GRANDE PARTITA CHE SFUGGE NEL FINALE

SISTERS  AGGUERRITE  PROVANO A VINCERE CON UNA “GRANDE”.  SOGNO INFRANTO NEGLI ULTIMI MINUTI DI GIOCO

Acciaierie Valbruna Bolzano – Autosped Castelnuovo Scrivia 59 – 63 (13-12, 30-30, 44-43, 59-63)
ACCIAIERIE VALBRUNA BOLZANO: Fumagalli* 6 (1/3, 0/3), Guilavogui* 3 (1/6 da 2), Gottardi, Kuijt* 17 (3/5, 3/5), Hernandez Pepe 7 (3/8, 0/2), Rossi, Fabbricini 7 (2/6, 0/1), Marcello 3 (0/3, 1/1), Sasso* 3 (0/1, 1/1), Pellegrini 10 (2/4, 2/4), Santarelli* 3 (0/4, 1/4)
Allenatore: Pezzi A.
Tiri da 2: 12/43 – Tiri da 3: 8/21 – Tiri Liberi: 11/15 – Rimbalzi: 32 9+23 (Fabbricini 5) – Assist: 10 (Fumagalli 2) – Palle Recuperate: 6 (Hernandez Pepe 2) – Palle Perse: 8 (Squadra 2)
AUTOSPED CASTELNUOVO SCRIVIA: Ravelli* 8 (1/3, 2/4), D’Angelo* 8 (4/9 da 2), Rulli* 21 (7/10, 2/4), Bonasia* 10 (4/6, 0/1), Castagna, De Pasquale 2 (1/2, 0/2), Colli* 8 (3/8, 0/1), Bernetti, Bonvecchio 6 (2/4 da 2), Cassani NE, Francia
Allenatore: Balduzzi F.
Tiri da 2: 22/43 – Tiri da 3: 4/12 – Tiri Liberi: 7/8 – Rimbalzi: 43 6+37 (Bonasia 9) – Assist: 12 (Ravelli 3) – Palle Recuperate: 4 (D’Angelo 3) – Palle Perse: 15 (Squadra 3) – Cinque Falli: Rulli
Arbitri: Zaniboni F., Meli M.

Per Acciaierie Valbruna Bolzano la gara aveva una valenza particolare. Una vittoria ” miracolo” contro  Castelnuovo,  team stabilmente nella parte alta della classifica, poteva significare l’aggancio a Carugate, perdente a Treviso  e l’approdo verso una posizione più tranquilla di classifica. Le Sisters hanno approcciato la gara nel migliore dei modi, con una difesa molto attenta , rendendo la vita molto difficile alle quotate avversarie.  Primo quarto in equilibrio assoluto  ( 13-12)  con ogni canestro che viene letteralmente ” sudato” dalle due squadre in campo.  I due Coach hanno lavorato per chiudere alle avversarie tutti gli spazi ed il gioco si  sviluppa con grande velocità ed agonismo.  Secondo quarto  nella traccia del primo.  Le conclusioni a canestro sono più frequenti, ma rimane la lotta spasmodica su ogni palla, a testimonianza del valore della posta in palio.  (30 -30).  In perfetta parità arriva la pausa di mezza gara , sosta che lascia intatte le possibilità di una clamorosa vittoria per Bolzano.  Le Sisters rientrano in campo decise e pronte ad affrontare le quotate avversarie,  gratificate dal rientro della forte play Bonasia, vera fuoriclasse inserita in un contesto di alto valore.  Anche il terzo quarte vede  un assoluto equilibrio ( 14 a 13)   con le bolzanine determinate in difesa e le piemontesi pronte a castigare ogni più piccolo errore.  L’ultimo quarto prosegue per altri 5′ , poi un paio di precise conclusioni dalla distanza ( Ravelli e Rulli da tre)  regalano a Castelnuovo il break che alla fine determina gli esiti della gara.  A nulla servono le fiammate finali di Bolzano, materializzate in due bombe di Kuijt per  rovesciare l’esito della gara, messa al sicuro da un canestro allo scadere di Bonasia.  Per le Sisters grande rammarico per una gara ben giocata in difesa, ma non impreziosita da una prestazione in attacco  adeguata all’avversaria .

Per Castelnuovo grande gara di Rulli (  21 punti)  ed illuminata regia di Bonasia ( 10 punti. Per Bolzano bene Kuijt (17 punti).

Coach Pezzi: ”  La squadra ha affrontato la gara con il giusto spirito.  Buona difesa e spirito battagliero.  Per vincere contro Castelnuovo sarebbe servita  una giornata più scintillante in attacco,  demerito forse nostro ma sicuro merito  della difesa delle ospiti.  Un rammarico guardando le statistiche lo possiamo avere per aver concesso una grande serata a  Rulli che con un 9 su 14 dal campo è stata la MVP della gara. La contemporanea sconfitta di Carugate  ci lascia ancora una piccola speranza di agganciare la salvezza senza playout,  nelle prossime tre partite dobbiamo giocare  alla grande e vedere cosa accade.”