Il Beretta viene rimontato da Praga nel finale 72-70

Svanisce all’ultimo secondo l’impresa del Beretta che ha giocato una partita straordinaria a Praga, tenendo la testa avanti per 30 minuti e a cui è mancato solo il cinismo finale per vincere in casa di una delle formazioni più gloriose d’Europa.

Il black out degli ultimi cinque minuti ha condannato il Famila ad una sconfitta crudele perché Schio ha giocato con grande personalità (privo tra l’altro di Dotto e, all’ultimo minuto anche di De Shields) imbrigliando l’attacco ceco, tra i più forti dell’Eurolega. Ora il Beretta è chiamato a vincere gara due (al PalaRomare martedì 15) e quindi anche l’eventuale gara tre in Repubblica Ceca venerdì 18.

Il vantaggio cambia padrone per nove volte: basta questo dato per descrivere la bellezza del primo quarto che vede in Jones la protagonista assoluta delle ceche che invece non riescono a mettere in ritmo Thomas e Conde, ben imbrigliate dalla difesa orange. In attacco il Beretta trova punti da tante giocatrici: Mestdagh con le triple, Keys e Gruda nel pitturato, Laksa e Sottana con i piazzati. Alla prima sirena assoluta parità a quota 21.

Raro break della gara con Gaye, Andrè e Laksa che in apertura di secondo quarto regalano il massimo vantaggio sul più sei. Oblak, dopo le triple nel primo parziale, continua nella sua serata straordinaria ricucendo lo svantaggio. Thomas rimette la testa avanti per Praga (procurando anche il terzo fallo di Andrè) ma Gruda e Laksa rimediano immediatamente: 30-34. Mestdagh e Oblak continuano a dare spettacolo dall’arco mentre Conde in lunetta (terzo fallo anche di Crippa) chiude il tempo sul 39-41.

Al rientro in campo il Beretta può prendere il largo perché Praga si mostra in grande difficoltà segnando appena due punti in cinque minuti. Il Famila si porta sul più otto con la tripla di Keys ma spreca alcuni possessi chiave, così Thomas e Oblak in un amen riportano la propria squadra a meno uno: nel finale la tripla di Laksa sigla il 48-54.

Ancora Mestdagh colpisce dall’arco due volte nell’ultima frazione per il primo vantaggio in doppia cifra: 52-64. Ancora una volta il Beretta potrebbe dare il colpo di grazia ma spreca l’occasione e Praga non perdona: Conde trascina la rimonta delle sue con dodici punti in quattro minuti che valgono il clamoroso sorpasso. Schio ha in mano l’ultimo decisivo possesso ma non riesce nella giocata decisiva. Vince Praga 72-70 un’incredibile gara uno dei quarti di finale di Eurolega.

ZVVZ USK Praga – Beretta Famila Schio 72-70 (21-21, 39-41, 48-54)

ZVVZ USK Praga: Oblak 17, Hanusova ne, Halatkova ne, Conde 18, Vyoralova 6, Sipova ne, Vorackova 4, Thomas 11, Balintova ne, Jones 16

Beretta Famila Schio: Del Pero ne, Gaye 2, Mestdagh 18, Sottana 2, Gruda 14, Verona 2, Crippa 0, Andrè 7, Dotto ne, Keys 12, Laksa 13


Credit foto: FIBA Europe