I criteri di qualificazione alle Olimpiadi di Parigi 2024. Mondiali e Preolimpici chiavi per la Francia

In un ciclo olimpico quantomeno particolare, perché dura tre anni invece dei quattro usuali, è già tempo di andare a scoprire cosa serve per arrivare a disputare i Giochi di Parigi 2024 per quanto riguarda la pallacanestro. Il percorso, per sommi capi, sarà lo stesso dell’ultimo quadriennio anzi quinquennio.

I posti in palio, in particolare, sono 12. O meglio, 11: uno, infatti, è già assicurato per la Francia, che non soltanto è Paese organizzatore, ma ha anche al collo la medaglia d’argento arrivata a Tokyo pochi mesi fa. Per paradosso, aveva anche battuto gli Stati Uniti nella gara d’apertura, ma il risultato si è invertito nella finale.

Sette ulteriori pass saranno assegnati tramite i Mondiali del 2023, previsti nelle Filippine, in Giappone e in Indonesia, ai quali parteciperanno 32 squadre. Di queste, saranno sette quelle ammesse direttamente alla rassegna a cinque cerchi.

In particolare, entreranno le migliori due europee, le migliori due americane, la migliore asiatica, la migliore oceanica e la migliore africana. Il discorso Asia-Oceania, per certa misura, prescinde dal fatto che queste due zone geografiche siano unificate a livello FIBA.

Le altre quattro squadre entrano dai Preolimpici che si tengono poche settimane prima delle Olimpiadi. Questi hanno spesso e volentieri cambiato modus operandi: l’ultima riforma FIBA ha, almeno per il momento, stabilizzato la situazione a quattro tornei da sei squadre con gironi da tre, semifinali e finale con la selezione vincitrice che stacca il pass.

Per quel che concerne i Preolimpici, la modalità d’ingresso è doppia. Una si basa sui Mondiali 2023, e prevede che vi entrino le 16 migliori squadre non qualificate per le Olimpiadi. L’altra, invece, fa riferimento al ranking mondiale della Federazione internazionale: possono giocare i Preolimpici le migliori due squadre per zona FIBA che non si sono qualificate tramite i Mondiali.