BATTIPAGLIA KO CONTRO FIRENZE

Al PalaZauli, nell’incontro valevole per la diciannovesima giornata, sesta di ritorno, del campionato di Serie A2 Femminile, Girone Sud, brutta sconfitta per la O.ME.P.S. Afora Givova Battipaglia che, di fatto mai scesa in campo, offre una prestazione altamente negativa (francamente difficile da commentare) venendo superata nettamente da un’ottima Pallacanestro Femminile Firenze che consolida il terzo posto in classifica. Risultato finale: 40-63.  

La cronaca.

Inizio di partita terribile per Battipaglia, scesa in campo svuotata ed impaurita. E Firenze, con la qualità e l’esperienza di cui dispone, ne approfitta prontamente. È Poggio a dare il primo scossone al match, facendosi sentire fin dalle prime battute: dopo 3 minuti, le ospiti sono già sul +6 (2-8). Le difficoltà delle padrone di casa non scompaiono nel prosieguo della frazione, anzi: la O.ME.P.S. Afora Givova è spenta e confusa in attacco (eloquente il 2/17 dal campo nel primo periodo) ed inconsistente in difesa e vede Il Palagiaccio (solido e concentrato) allontanarsi sempre più. Al 10’, Firenze è avanti di 11 (5-16).      

La musica, purtroppo per Battipaglia, non cambia ad inizio secondo quarto: le padrone di casa, incapaci anche solo di abbozzare una reazione, continuano a non esserci da tutti i punti di vista (fisico, tecnico e mentale). Firenze, invece, è davvero in palla e, con ancora Poggio (già arrivata a quota 10 punti) in grande evidenza, continua ad allungare. Al 15’, le toscane sono sul +16 (9-25). Nella seconda metà del periodo, la O.ME.P.S. Afora Givova prova a mettere un po’ di intensità sul parquet, ma la lucidità continua a mancare e, con essa, la fase difensiva, totalmente assente. Ecco spiegato perché Firenze (con Poggio che continua a fare ciò che vuole) mantiene inalterato il proprio cospicuo vantaggio. All’intervallo lungo, siamo sul 16-32.

Dopo un primo tempo così negativo, ci si aspetterebbe una reazione d’orgoglio da parte delle biancoarancio, ma la reazione e la svolta non arrivano. Il Palagiaccio (con Marta Rossini e De Cassan a fare le cose migliori in questa fase) continua a sciorinare basket di altissimo livello, agevolata dalla pressoché totale assenza di una Battipaglia nella quale la sola Milani (che chiuderà il periodo in doppia cifra) prova a mettere almeno un po’ di mordente. Nella frazione, il vantaggio ospite si allarga a dismisura raggiungendo il ventello al minuto 23 (18-38) ed espandendosi ulteriormente con il passare dei minuti. Al 30’, le ragazze di coach Corsini hanno ben 27 punti di vantaggio (23-50).

Nei primi 3 minuti dell’ultimo quarto, arriva, sebbene tardiva, la tanto attesa reazione della O.ME.P.S. Afora Givova, ma il 10-0 di parziale non può bastare né per riaprire il match (-17, 33-50) né per rivalutare una prestazione che resta largamente insufficiente. Nella seconda parte dell’ultimo periodo, la gara scivola via senza scossoni: il fatto che non ci sia più alcuna incertezza sull’esito finale della contesa toglie, inevitabilmente, pathos ad ultimi minuti nei quali, a brillare, è ancora la ex di turno Marta Rossini (autrice di un secondo tempo di grande spessore). Per Battipaglia, dopo tre vittorie interne consecutive, arriva una sconfitta pesante sulla quale andranno fatte approfondite riflessioni e che rischia di ridimensionarne gli obiettivi stagionali. Firenze, invece, si regala una vittoria assai importante (con il punteggio di 40-63) che le consente di arrivare nel miglior modo possibile alle Final8 di Coppa Italia che, di scena ad Udine, avranno inizio venerdì prossimo.            

Risultato finale: 40-63 (5-16; 16-32; 23-50; 40-63)

Tabellino del match:

O.ME.P.S. Afora Givova Battipaglia

Logoh 4, Lombardi, Seka 6, Gerostergiou, Nwachukwu, Scarpato 5, Potolicchio 10, Chiapperino, Catarozzo 2, Dione, De Feo 3, Milani 10. Coach: Maslarinos.  

Il Palagiaccio Firenze

Boccalato 2, Rossini M. 16, Rossini S. 9, De Marchi 3, Dell’Olio, Speziali NE, Galfano, Poggio 16, Reani 5, Polini, De Cassan 12. Coach: Corsini.