MILANO VINCE SU BOLZANO IN SERATA SFORTUNATA AL TIRO

Buon inizio per Bolzano,  poi secondo e terzo quarto  ricchi di nervosismo e poveri di conclusioni per le padrone di casa.  Nell’ultimo quarto le Sisters rimontano fino a -6 a 3′ dalla fine. Poi il decisivo allungo di Milano sul finale.

(15-16, 20-28, 32-49, 51-66)
ACCIAIERIE VALBRUNA BOLZANO: Fumagalli* 2 (1/4 da 2), Guilavogui* 8 (1/10, 0/1), Gottardi, Kuijt* 9 (2/2, 1/6), Rossi, Fabbricini 10 (5/7, 0/1), Marcello NE, Hafner NE, Sasso 8 (2/6, 1/2), Pellegrini* 7 (2/5, 1/5), Santarelli* 7 (2/4, 1/4)
Allenatore: Pezzi A.
Tiri da 2: 15/39 – Tiri da 3: 4/19 – Tiri Liberi: 9/12 – Rimbalzi: 39 11+28 (Guilavogui 8) – Assist: 7 (Kuijt 2) – Palle Recuperate: 2 (Guilavogui 1) – Palle Perse: 14 (Guilavogui 6)
IL PONTE CASA D’ASTE SANGA MILANO: Toffali* 16 (3/6, 2/3), Novati* 4 (2/3, 0/2), Guarneri* 11 (4/11, 0/1), Beretta* 7 (2/4, 1/7), Viviani 5 (0/1, 1/1), Laube 5 (1/1, 1/1), Penz 6 (0/2, 2/6), Popovic 1 (0/1 da 2), Angelini, Madonna* 11 (1/3, 3/9)
Allenatore: Pinotti U.
Tiri da 2: 13/33 – Tiri da 3: 10/30 – Tiri Liberi: 10/15 – Rimbalzi: 45 15+30 (Guarneri 18) – Assist: 14 (Toffali 5) – Palle Recuperate: 9 (Toffali 3) – Palle Perse: 11 (Novati 3)
Arbitri: Bragagnolo L., Zancolo’ A.

La  trasferta infrasettimanale contro la capolista  Crema, recupero effettuato per consentire alle lombarde di completare la classifica in vista della Coppa Italia,  ha inciso nella prestazione delle Sisters sopratutto a livello mentale. Per Bolzano palla a due senza la presenza sul terreno di gioco del nuovo innesto Isabel Hernandez, fermata da qualche linea di febbre. Buon primo quarto iniziale per entrambe le squadre. Da una parte Sanga Milano, formazione di alta classifica e  Acciaierie  Valbruna Bolzano, in lento ma deciso progresso di prestazioni.  Le difese ottimamente schierate generano un sostanziale equilibrio ( 15-16). Ci si immagina una gara aperta , ma Bolzano incappa in un secondo quarto povero di canestri e ricco di nervosismo.  Solo Sasso e Santarelli vanno a segno nel secondo quarto, concedendo un primo vantaggio alle ospiti milanesi (20-28).  Bolzano è molto attiva nella fase difensiva, ma non pare avere aggressività in attacco.  Questa tendenza continua a manifestarsi  nel terzo quarto, nel quale le milanesi producono un importante allungo che le porta sul + 17 (  32 /49).  Punte nell’orgoglio, seppur tardivamente, le padrone di casa riacquistano confidenza con il canestro e producono nell’ultimo quarto una decisa rimonta che le porta sul 50 a 56 a 3′ dal termine.  Milano mantiene la calma ed un canestro in entrata di Toffali con successivo tiro libero mettono i titoli di coda sulla gara, consegnando la vittoria alle ospiti.

Per Milano  ottima prova per la guardia Toffali, ben affiancata dalla collega di reparto Madonna Tayara.  Per Bolzano  bene la difesa, in attacco purtroppo menzione solo per Fabbricini , unica in doppia cifra.

Coach Pezzi: ”    Parlerei di  rammarico per il risultato. Volevamo contendere la vittoria alle nostre avversarie. La squadra ha difeso in maniera corretta, mettendo in pratica quanto sviluppato in allenamento. Abbiamo chiuso bene le tiratrici milanesi.  In attacco ho visto le mie giocatrici   imprecise, poco focalizzate nell’essere protagoniste a canestro, forse mentalmente scariche dalla gara di mercoledì contro la capolista Crema. Troppi errori nelle conclusioni  hanno spianato la strada alla squadra  ospite. Nessuna delle mie ragazze è andata in doppia cifra, con la sola eccezione di Fabbricini. Alcune prestazioni offensive sono state troppo timide, ci vuole maggiore sfrontatezza. La stessa che ci ha consentito poi di rimettere la partita in gioco sul finale.  Delusione ?  Si,  volevamo fare meglio.  A fine partita ho visto le ragazze  scure in volto,  ci tenevano al successo di prestigio.  “

Prossima gara a Brescia.