Basket: Reggio Emilia ricorda Kobe Bryant, luci e mostre

Reggio Emilia non dimentica Kobe Bryant. Nel giorno nel secondo anniversario della scomparsa del campione americano di basket Nba e della sua giovanissima figlia Gianna morti nell’incidente in elicottero negli Usa, il sindaco Luca Vecchi ha deposto in loro ricordo un mazzo di fiori gialli e viola (i colori dei Los Angeles Lakers dove il cestista ha giocato per 20 anni), posto sulla targa di intitolazione di Largo Kobe e Gianna Bryant, la piazzetta inaugurata un anno fa a Reggio Emilia. Proprio accanto al palazzetto dello sport dove il padre Joe giocò dal 1989 al 1991 con la maglia della Pallacanestro Reggiana.Basket: Reggio Emilia ricorda Kobe Bryant, luci e mostre© ANSA Basket: Reggio Emilia ricorda Kobe Bryant, luci e mostre

Kobe trascorse a Reggio Emilia alcuni anni della sua infanzia, frequentando le scuole e giocando nelle giovanili della squadra di basket della città che oggi gli rende omaggio. In serata la fontana del teatro municipale Romolo Valli e i ponti di Santiago Calatrava è illuminata sempre di giallo e viola in suo onore. Mentre nello stesso Largo Kobe e Gianna Bryant è visitabile la mostra fotografica en plein air ‘Reggiano Forever’, con immagini dedicate a momenti di sport e vita di Bryant a Reggio Emilia, realizzata dalla Fondazione per lo Sport del Comune di Reggio Emilia in collaborazione con ‘Sdt-Scuola di Tifo’, nell’ambito del progetto ‘Sport For Change’ dalla Regione Emilia-Romagna.

La mostra è dotata di Qr Code da cui si possono ascoltare narrazioni della vita del campione, grazie alle voci del videomaker e conduttore radiofonico di Radio Deejay Gianluca Gazzoli, di Andrea Menozzi e Mauro Cantarella che furono allenatori di Kobe, dell’attrice Eleonora Giovanardi, di Max Collini voce degli Offlaga Disco Pax e di Spartiti. I testi sono stati curati da Raffaele Ferraro, fondatore della celebre pagina Facebook dedicata al mondo del basket, ‘La Giornata Tipo’. La regia podcast è di Giacomo Iotti.