Disco verde per Vicenza a Torino

Rotto il ghiaccio: finalmente Vicenza lascia la casella dello zero punti in classifica vincendo a Torino dopo una gara difficile e assai equilibrata. E quanta sofferenza! All’ottavo dell’ultimo periodo le squadre erano sul 66/66.

Ma andiamo con ordine. Primi 5 minuti pirotecnici: non sbagliano nulla Salvini da una parte e Villarruel dall’altra. Ma sul 12/10 pro Torino la squadra di Sinigaglia piazza un ottimo  8/0 con 6 punti consecutivi di Milena Mioni. Il primo quarto si chiude sul 14/18. Altra musica nel secondo atto dove Torino mette a referto 26 punti. La difesa vicentina appare un colabrodo, senza aggressività; e gli aiuti difensivi sono una chimera: sconfortante per le ragazze di Sinigaglia.Si chiude sul 42/35 per le ragazze di coach Corrado, diventate cecchine implacabili. Durante l’intervallo il coach vicentino deve essersi fatto sentire perchè scende sul parquet un’altra squadra: “cattiva” in difesa, determinata in attacco e con Sturma, prima con un canestro da due, poi con una bomba, Vicenza si porta sul 44/47: non mollerà più la testa della partita, portandosi a più 5 sul 44/49 con un contrpiede di Tagliapietra e sul 46/51 con canestro da sotto di Mioni. Il terzo atto finisce però in parità sul 55/55 per merito di Bevolo – la migliore delle sue con Salvini – che segna sulla sirena. L’ultimo periodo vede Vicenza mostrare tutta la sua voglia di vincere: in campo occhi di fuoco! Colpisce subito con un 7/0, merito dell’ennesima bomba di Villarruel, di Chrysanthidou (buona la sua prestazione, la migliore fin qui), e Fietta che taglia il campo come una freccia e segna da sotto indisturbata. Il tabellone fissa 55/62. Ma Torino non si arrende: Salvini e compagne lottando alla grande riescono ad impattare sul 66/66 a due minuti dalla fine. A questo punto la svolta decisiva. Dall’angolo destro Francesca Tagliapietra mette la bomba, come tante volte ci aveva abituato lo scorso anno, e poi, dopo che Bevolo ha risposto con un canestro da due (68/69), Francesca segna in acrobazia dentro l’area intasata e porta la sua squadra sul più tre 68/71 a 53 secondi dalla fine. Torino non trova più le forze per reagire, commette fallo sistematico e vanno in lunetta Tonello 1/2, Fietta 2/2 e Sturma 1/2. Felicità alle stelle: ha termine un periodo negativo e si guarda al futuro col sorriso sulle labbra. Alcune note: Fietta con l’aiuto fondamentale di Tonello svolge benissimo il suo ruolo di playmaker e dirige da par suo la squadra, con il corredo di 7 assist e di 9 rimbalzi! A significare che se si fa bene il tagliafuori anche le piccole possono prendere i rimbalzi. Mioni è stata in campo per 37 minuti – suo record – con grande profitto, dimostrando personalità con un bel 7/12. Tagliapietra oltre ai canestri decisivi ha disputato una gara generosa in difesa recuperando 6 palloni mettendoci una intensità lodevolissima. Bene Sturma e Chrysanthidou, sempre in partita. Villarruel è stata una spina continua, tornata ai suoi livelli dopo la sosta con Crema. Infine Federica Monaco: ha giocato solo 4 minuti, acciaccata per i brutti colpi ricevuti nella partita precedente. Ora avrà 15 giorni per recuperare al meglio. La sua vitalità si è fatta sentire – e come! – dalla panchina, come si addice a una vera capitana. Ora si volta pagina. La testa già a Treviso per sabato 20 novembre: anche lì sarà battaglia. Domenica 14 turno di riposo perchè Alperia Bolzano ha chiesto lo spostamento. Si giocherà mercoledi 15 dicembre ore 20.00 al Palasport

Torino Team Basket – A.S.Vicenza 68-75 (16/20, 42/35, 55/55)

Torino:  Kraunjuate 12, Bevolo 23, Giauro, Salvini 21, Seumo 3, Iagulli, Baima ne., Colli 2, Isoardi 7, Michelini. All. Mario Corrado.

Tiri da due 23/46  tiri da tre 5/14  Tl 7/10  Rtot 38 PP 20 Pr 3

Vicenza: Fietta 8, Tonello 6, Monaco, Garzotto ne., Storti ne., Mioni 16, Sturma 10, Villarruel 22, Chrysanthidou 6, Tagliapietra 7. All. Sandro Sinigaglia.

Tiri da due 21/39  Tiri da tre 7/24  Tl 12/18  Rtot 30  PP 13 Pr 12.

.