BOLZANO REGGE UN TEMPO POI DOMINA BRESCIA

La resistenza delle Sisters contro la imbattuta capolista Brescia è durata esattamente un tempo. Gioco spettacolare e scintillante da entrambe le parti con Bolzano che parte in maniera fulminante con un 10 a 2 frutto di manovre aperte e piacevoli . Gioco veloce e difesa ermetica regalano  alle Sisters un vantaggio  subito accorciato dalle ragazze Bresciane.  20 a 19 per Bolzano alla fine del primo quarto e la speranza di giocare una gara combattuta, non prevista alla vigilia, si fa strada.  Il secondo quarto è  all’insegna dell’equilibrio, con entrambe le formazioni che propongono un ottimo spettacolo sia tecnico che agonistico. Sul finale un paio di ottimi canestri delle ospiti regalano loro  un leggero vantaggio finale nel quarto  (38 a 42) ma  la convinzione che il secondo tempo sarebbe stato caratterizzato da un grande equilibrio è condivisa da tutti i presenti. Nel secondo tempo Brescia esce dagli spogliatoi con la faccia decisa di chi vuole vincere la partita e stringe le maglie della difesa .In contemporanea  inizia una show dalla linea dei 3 punti con un 55 %  che ha creato un certo scoramento nelle file delle padrone di casa ed ha tracciato un solco, eccessivo nel punteggio finale ed in questo  analogia con la recente trasferta a Milano. 

La gara  aveva alcuni temi tattici ben definiti. Il primo era contenere Turmel, la lunghissima ed abile pivot francese ( oltre 2 m.) , forse la più incisiva del Campionato. Le ragazze di Sandro Pezzi, seppur in netto svantaggio fisico ,hanno retto  bene lo scontro sotto canestro. Il duo Fabbricini –  Marcello ha infatti consentito 12 punti alla lunga di Brescia, realizzandone 10.  Ben diverso il bilancio sulle tiratrici avversarie Zanardi e De Cristofaro , molto considerate tatticamente alla vigilia e autrici di una prova spettacolare, una  20 e l’altra 19 punti ,  contrastate da quelle bolzanine purtroppo  rimaste a circa la metà dei loro  punti segnati.  La gara è virtualmente terminata alla fine del terzo quarto, momento in cui  sia l’attacco che la difesa bolzanina hanno smesso di fornire la brillante prestazione del primo tempo.  Più che un appannamento fisico pare , in caso di svantaggio,che  le Sisters tendano a farsi prendere dalla frenesia e dall’improvvisazione, invece di  continuare nella brillante applicazione dei giochi che magari  nella stessa partita hanno consentito di ben figurare e magari  di conquistare un  vantaggio.

Per Bolzano merita menzione la buona prova di Kuijt (13 p), che è parsa in ripresa sia tecnica che fisica.

Per Brescia sugli scudi un tris d’assi  con Turmel da sotto, che seppur ben contenuta è riuscita a servire con puntualità le compagne sul perimetro. Poi  De Cristofaro, seppur segnalata da coach Pezzi alle sue Atlete, che si è manifestata come il killer dell’incontro con le sue bombe  e la grande prova di Zanardi, che nel secondo tempo ha deciso l’esito della gara.

Coach Pezzi : ”  Sono contento di un ottimo primo tempo, in cui abbiamo dimostrato di poter giocare un buon basket e di poter competere con qualsiasi squadra. Nel  terzo quarto la prestazione  si è appannata, le ragazze hanno perso  lucidità sia in attacco che  in difesa.  Pochi momenti di incertezza hanno consentito alle avversarie di volare via e l’analogia con la gara di Milano è evidente. Giochiamo a tratti un buon basket ma nei momenti difficili manifestiamo presunzione e poca  pazienza . Forse, usando un termine calcistico, è il caso di  ” buttare la palla in tribuna” . “

Prossima gara a Bolzano contro Treviso, una ostica neopromossa.

ACCIAIERIE VALBRUNA 59

 1   FUMAGALLI M.
 3   BOTTEGHI A.9
 4   GOTTARDI A.
 7   KUIJT K.13
 10   ROSSI C.
 11   FABBRICINI F.6
 12   MICCIO L.11
 15   HAFNER M.
 16   MARCELLO V.2
 20   SASSO E.5
 21   PELLEGRINI M.11
 24   SANTARELLI F.2

BRIXIA BRESCIA 83

 4   GREGORI A.3
      CELANI N.
 7   ZANARDI C.20
 9   DE CRISTOFARO G.19
 14   MINELLI B.
 15   SCARSI M.7
 16   SCALVINI L.
 21   RAINIS C.15
 23   PINARDI S.
 24   TURMEL A.12
 28   TEMPIA V.
 55   PINARDI M.7

20-19 (20-19), 38-42 (18-23), 48-63 (10-21), 59-83 (11-20)

Primo Arbitro: Di Mauro Alex Oliver di BOLOGNA (BO) Secondo Arbitro: Zaniboni Francesco di BOLOGNA (BO)