Il Famila Wuber vince la Supercoppa Italiana 67-64 sulla Reyer Venezia

Al termine di una sfida folle Schio vince la Supercoppa Italiana 2021 “Famila Cup”! Una rimonta straordinaria sulla Reyer Venezia che aveva guadagnato un vantaggio che aveva toccato anche i 17 punti. Ma il motto scledense è sempre quello: la gente come noi non molla mai. E quest’anno, forse, questa squadra sembra incarnarlo come non mai. E così anche i tifosi: poche centinaia a causa della capienza ridotta ma che hanno infiammato il PalaRomare come non si sentiva da troppo tempo. La ciliegina sulla torta di una notte indimenticabile!

Giocando tutto il secondo tempo senza Gruda e con una serata davvero storta al tiro, Dotto e compagne hanno fatto quadrato in difesa, hanno limitato l’attacco orogranata a soli 17 punti negli ultimi 20 minuti e hanno costruito una rimonta clamorosa, completata dal gioco da tre punti finale di Laksa che è valso la vittoria. L’ala lettone si porta a casa anche il premio di MVP della finale.

Grande equilibrio nel primo quarto con le squadre sostanzialmente sempre in parità e che si sorpassano a ripetizione. Dotto è subito protagonista con punti, palle rubate e assist per Gruda che sigla due piazzati dalla media: Anderson accorcia con la tripla del meno due ma poi Sottana si prende la scena e a metà quarto Schio è avanti 13-11. Petronyte e Bestagno fanno incetta di punti e rimbalzi in area orange ma una transizione veloce per André permette al Famila Wuber di chiudere avanti 21-19 la prima frazione.

Verona mette i primi punti del secondo quarto ma poi Schio subisce la sfuriata di Pan: otto punti in rapida successione per la bassanese che svoltano la gara. Dopo la tripla di Sottana Schio non segna più per cinque minuti e affonda sotto una pioggia di realizzazioni straordinarie della Reyer. Petronyte domina l’area, Bestagno e Madera colpiscono in fluidità e le orogranata volano sul 26-42. Torna a segnare Schio con Andrè, Dotto e Sottana ma sull’ultima azione subisce la tripla di Attura che manda le squadre al riposo sul 36-47.

Il Famila Wuber scende in campo con maggiore attenzione e pressione difensiva ma non riesce a sbloccarsi in attacco: così, quando dopo tre minuti Attura muove il punteggio di Venezia, sembra poter cadere anche il castello difensivo orange. Laksa sblocca le orange dopo quasi sei minuti e il PalaRomare, che non smette mai di incitare la squadra, si infiamma. Ma il calore del pubblico non aiuta le giocatrici che continuano a litigare pesantemente con il ferro. Negli ultimi due minuti però ancora Laksa e Andrè guidano la riscossa fino alla tripla finale di Crippa: 47-53 al 30’. Il Famila Wuber è definitivamente rientrato in partita.

Continua la rincorsa scledense con la tripla di Sottana e il canestro in contropiede di Dotto che riporta le orange a meno uno. Al 35’ arriva il sorpasso di Keys che dura un battito d’ali perché Anderson risponde subito: 58-62. Ma è cuore di capitano Dotto a infilare a 42” dalla fine la tripla del pareggio che fa esplodere il PalaRomare: 64-64. Sull’ultimo possesso scledense Laksa confeziona un clamoroso gioco da tre punti che vale il vantaggio pieno; sull’azione successiva Keys intercetta la rimessa destinata a Penna. Suona la sirena ed esplode la festa! La Supercoppa Italiana torna a Schio!

Famila Wuber Schio – Umana Reyer Venezia 67-64 (21-19, 36-47, 47-53)

Famila Wuber Schio: Del Pero ne, Sottana 13, Gruda 4, Verona 2, Crippa 3, Grigalauskyte 0, Andrè 15, Dotto 12, Keys 7, Laksa 11

Umana Reyer Venezia: Bestagno 11, Carangelo 0, Pan 13, Anderson 16, Petronyte 12, Madera 4, Smorto ne, Attura 8, Camporeale ne, Penna 0