SEMPRE PIÙ MATURA, SEMPRE PIÙ ARANCIO: CONFERMATA ANNA TUREL

Dall’esordio in A2 al battesimo in Nazionale Under 19: nei suoi due anni in arancio, la goriziana Anna Turel è maturata sotto il profilo tecnico, tattico… e scolastico. Reduce dagli esami di quinta superiore, la cestita classe 2002 ottiene così la promozione anche per quanto che riguarda il roster a disposizione di coach Massimo Riga. Complici gli addii delle ormai ex compagne più esperte, l’annata 2021/22 riserva quindi alla guardia LBS un ruolo da senior al fianco di Eva Da Pozzo & co. Un ruolo da protagonista da suggellare a suon di canestri.

Anna, ormai sei fra le più “grandi” del gruppo.

“È vero, e lo ritengo un aspetto importante. Rispetto ad alcune fra le mie compagne avrò un po’ di esperienza in più dalla mia. In virtù di ciò, dovrò cercare di esser loro d’aiuto sia dentro sia fuori dal campo”.

Su cosa ritieni di dover maggiormente lavorare in questa stagione?

“Lo scorso anno ho lavorato molto su diversi ambiti e penso di esser migliorata in ciascuno di essi. Ho giocato anche in due ruoli diversi e questo ha influito positivamente sul mio percorso di crescita. Di conseguenza, in questa stagione, il mio obiettivo è continuare sulla strada intrapresa, magari rafforzando ancor di più la mia mentalità, il mio carattere, al di là degli aspetti tecnici”.

Dall’11 luglio sarai in ritiro con la Nazionale U19: emozionata?

“Molto. Non vedo l’ora di potermi rimettere addosso la maglia azzurra. Tornare in Nazionale dopo il periodo segnato dal coronavirus è davvero un’emozione grandissima. Sono pronta a dar del mio meglio, a spaccare. Poi, se tutto andrà bene, mi unirò alla spedizione mondiale; altrimenti sarò comunque felice e soddisfatta di aver partecipato a un’esperienza formativa come quella di un raduno”.