Sanga, Mandelli e Meroni suonano la carica: “Finali? non vediamo l’ora di iniziare”

Passano i giorni e cresce l’attesa per Gara 1 delle finali playoff che vedranno Il Ponte Casa D’Aste Sanga Milano e Moncalieri contendersi un posto nella massima serie.

A presentare la finale ci pensano Alice Mandelli e Marta Meroni, entrambe classe ’93. Le due Orange possono già vantare rispettivamente 1 e 2 partecipazioni all’ultima partita dell’anno.

“Moncalieri – spiega Mandelli –  è una squadra veramente in forma, hanno un roster lunghissimo costruito per salire; per questo la pressione è tutta su di loro, noi non abbiamo nulla da perdere e come sempre non guardiamo in faccia a nessuno”. “Probabilmente a inizio anno Moncalieri e Castelnuovo Scrivia rappresentavano le favorite del girone, quindi sicuramente le piemontesi non sono in finale per caso”, aggiunge Meroni, che prosegue “ è una squadra che si allena tantissimo, arrivano cariche e consapevoli di cosa devono fare. Arriviamo alla finale serene e

concentrate: abbiamo fatto un grandissimo risultato finora e adesso che ci siamo daremo tutto fino alla fine e non vediamo l’ora di iniziare”.

“È la finale e tutte ce la vogliamo giocare con le unghie e con i denti.

Rispetto ai playoff – sottolinea Mandelli – c’è un ulteriore scalino da fare; bisogna trovare un equilibrio tra la serenità e la consapevolezza di essersi meritate questa opportunità e la concentrazione che una partita così importante richiede; dobbiamo sapere che ci saranno dei momenti difficili e dovremo saper reagire immediatamente”.

“A questo punto dobbiamo pensare a divertirci,  giocare una bella pallacanestro, dare il massimo e giocarci tutte le nostre carte”, conclude Meroni.