Schio vince gara 4 con Venezia grazie alla tripla a 4 secondi dalla fine di Mestdagh

Non accenna ad esaurirsi il turbinio di emozioni infuso dalle Finals Scudetto. Le Orange non lasciano, ma raddoppiano e trovano di nuovo la vittoria contro l’Umana Reyer Venezia. 67-65 per il Famila Wuber Schio che vale il pareggio nella serie e rimanda ogni discorso a domenica 16 maggio. Sarà il PalaTaliercio il teatro dell’assegnazione dello Scudetto 2020-21.

Alza le braccia al cielo il Famila al termine di un’altra, l’ennesima, battaglia sportiva. Le Orange come in occasione di Gara 3, fanno la voce grossa sin dalle prime battute e riescono ad indirizzare sui binari desiderati la contesa. Venezia come dimostrato nell’arco di tutta la serie è capace di trovare punti e colmare gap anche ampi in un amen. Schio prova in un paio di occasioni a scappare, ma le lagunari non sono dello stesso avviso.

Dopo il 27-12 del primo quarto, la rotta si inverte e Venezia ricuce nei quarti centrali piazzando un 40-24 complessivo.

Schio tiene in pratica sempre la testa della partita (Venezia mette la testa avanti sul 52-51 a fine tero quarto) per poi trovarsi sotto nel punteggio a meno di cento secondi dalla fine. Più uno per Venezia, palla in mano a Schio e poco meno di trenta secondi alla sirena finale, le Orange giostrano la sfera, il battito cardiaco della partita toglie letteralmente il fiato, sfera nelle mani di Mestdagh che punisce da tre punti.

E’ il canestro della cecchina belga a regalare il quinto atto a questo splendido thriller. Schio chiude immacolata il percorso sul proprio parquet riscoprendo orizzonti che in più di un momento non si pensava potessero concretizzarsi.

LA CRONACA: Partenza subito importante di Schio che va presto sul 6-0, costringendo coach Ticchi al timeout. Non cambia però lo spartito per la Reyer che fa molta fatica, specie in difesa: 27 punti concessi a Schio, solo dodici realizzati nel primo quarto per le orogranata, con Schio che sembra confermare la partenza aggressiva di Gara 1.

Va meglio il secondo quarto per Venezia, che torna subito sul -7 con coach Vincent che è costretto a chiedere una sospensione da cui Schio esce in maniera molto convincente, con la tripla di Cinili a sancire il 33-21. Schio difende il margine trovando un buon impatto dalla sua panchina (Sottana e Keys in particolare: 15 punti in due per loro), ma Venezia risponde presente e grazie a un’efficace Pan (9 punti nella prima metà di gioco) e alla solita Howard chiude la prima metà sotto 43-35.

Venezia rientra definitivamente in gara nel terzo quarto quando Pan mette due triple decisive (una dopo un grande lavoro della Reyer sulle palle vaganti) per il -1. La Reyer sembra aver ritrovato smalto e grazie alla maggior attività sui secondi palloni mette a segno uno 0-10 di break che trova il suo apice nel jumper di Attura che consente alle ospiti di chiudere 51-52 la terza frazione.

Nell’ultimo periodo l’equilibrio si spezza con un break di 6-0 Schio, sulle ali di Sottana prima e Harmon poi. Quando Cinili mette il 64-56, sembra finita per la Reyer: ma la squadra di coach Ticchi risponde negli ultimi 3′. Howard e Fagbenle accorciano le distanze, Penna dai liberi mette il -2, Pan (21 punti) segna la tripla del 64-65: è di nuovo vantaggio per Venezia a 36″ dalla fine.
Nel possesso di Schio, Gruda manca il canestro del sorpasso, poi c’è il fallo sistematico su Carangelo: 0/2 della play Reyer e nuova occasione per il Famila per provare a ribaltare il match. E ci riesce: Mestdagh da tre punti realizza la tripla del vantaggio Schio sul 67-65, che è il punteggio con cui si chiude il match. Il tiro di Fagbenle è fuori misura, sarà Gara 5

Famila Wuber Schio – Umana Reyer Venezia 67 – 65 (27-12, 43-35, 51-52, 67-65)
FAMILA WUBER SCHIO: Keys 8 (4/7 da 2), Mestdagh* 8 (0/2, 2/5), Cinili 7 (2/4, 1/3), Gruda* 10 (4/8, 0/1), De Pretto, Andre’* 7 (3/9 da 2), Dotto* 6 (2/3, 0/2), Trimboli, Harmon* 9 (4/9 da 2), Sottana 12 (3/6, 2/3)
Allenatore: Vincent P.
Tiri da 2: 22/50 – Tiri da 3: 5/15 – Tiri Liberi: 8/10 – Rimbalzi: 36 10+26 (Gruda 7) – Assist: 14 (Dotto 3) – Palle Recuperate: 5 (Harmon 3) – Palle Perse: 9 (Gruda 3)
UMANA REYER VENEZIA: Bestagno 2 (0/2 da 2), Carangelo*, Howard* 17 (8/14, 0/3), Pan 21 (3/7, 5/11), Natali NE, Petronyte* 2 (1/3 da 2), Fagbenle* 10 (5/8 da 2), Meldere NE, Attura 4 (2/7 da 2), Penna* 9 (2/6, 1/1)
Allenatore: Ticchi G.
Tiri da 2: 21/49 – Tiri da 3: 6/16 – Tiri Liberi: 5/10 – Rimbalzi: 43 14+29 (Bestagno 8) – Assist: 14 (Pan 3) – Palle Recuperate: 5 (Carangelo 1) – Palle Perse: 11 (Fagbenle 3)
Arbitri: Gagliardi G., Gagno G., Raimondo W.

(Foto Paolo Marcato)