VICENZA SOGNA LO SGAMBETTO A UDINE

Ed ecco i playoff! Vicenza- Delser Udine inaugura una nuova fase dopo un estenuante campionato nel quale, specialmente per causa della pandemia, è successo di tutto e ognuna delle squadre è stata messa a dura prova. La stagione regolare doveva terminare l’11 aprile, per Vicenza è durata fino al sette maggio. Udine invece ha terminato il suo campionato il 24 aprile, e così si presenta a Vicenza certamente fresca e riposata. Ha disputato un torneo con i fiocchi, spessissimo in testa, e si è classificata con 42 punti al terzo posto in coabitazione con Crema (seconda perchè Udine è soccombente negli scontri diretti), subito a ridosso della corazzata Moncalieri (44 punti). Si presenta con il 42% nel tiro da due; con il 36% in quello da tre; il 73% nei tiri liberi. Vicenza fa rispettivamente 41%, 30% e 66%. Udine è fortissima ai rimbalzi (38 a partita contro i 33 di Vicenza), perde meno palloni (una ventina), ma compie meno recuperi di Vicenza (288 a 207 in totale).

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

In campionato una vittoria per parte. A Udine più nove per le friulane, con Vicenza superba nel primo tempo; più due per Vicenza al ritorno in una partita sempre in bilico, da cuori forti, nella quale la straniera Tina Cvijanovic fece sfracelli. Nel suo roster la perla: il play Antonia Peresson cl 1995, che in 25 partite disputate ha segnato più di 15 punti a gara, risultando la topscorer della sua squadra e del campionato. Vicenza con la conquista meritatissima dei playoff, ai quali è arrivata da sesta, ha già conquistato un risultato di prestigio, davvero insperato all’inizio. Ma si sa che i sogni, soprattutto nello sport, si avverano quando vi profondi  fatica, sudore e cuore. E Vicenza in questo è stata di una continuità e di una determinazione seconde a nessuno. Il pronostico pende per il Friuli, ma non crediamo che Monaco e compagne siano d’accordo. I tre giorni di riposo concessi da coach Sinigaglia saranno stati sufficienti per ricaricare le pile? Lo vedremo mercoledì 12 maggio alle ore 19.30 al Palazzetto dello Sport di via Goldoni. Arbitri Francesca Di Pinto di Pesaro e Matteo Paglialunga di Fabriano (An). La partita di ritorno si disputerà a Udine sabato alle ore 19.00; l’eventuale bella il mercoledì successivo, sempre ad Udine. Il dispiacere grande è che si giochi ancora a porte chiuse. Peccato: il campionato che le giocatrici biancorosse hanno disputato quest’anno avrebbe trascinato e galvanizzato il grande pubblico assente da anni. Ma entusiasmo e fiducia non verranno certo meno domani sera: le ragazze sono consce della forza dell’avversario e sono pronte alla sfida.