Il presidente Scelfo già al lavoro per la prossima stagione

C’è tanta voglia di tornare in campo tra le fila delle Starlight

VALMADRERA – Il presidente del sodalizio cestistico valmadrerese della Starlight, Salvatore Scelfo, si sta muovendo per costruire una formazione compatta e competitiva per la prossima stagione per quanto concerne la prima squadra, in attesa di capire, ed ufficializzare, a quale campionato potrà partecipare la compagine valmadrerese, dopo la situazione che si è creata causa il covid.

Letizia Panzeri
Letizia Panzeri

Primo tassello importante all’interno del progetto di rilancio della formazione cestistica valmadrerese della Starlight, Letizia Panzeri, atleta nata il 27 marzo 2001 a Lecco e residente a Valmadrera. Un’atleta ancora molto giovane, ma la studentessa valmadrerese  è consapevole che può togliersi delle belle soddisfazioni.

Un anno difficile quello della scorsa stagione? “Sicuramente non è stato un anno facile a causa del covid perché non ho più avuto la possibilità di fare ciò che volevo e ne ho sentito la mancanza – spiega Panzeri – Una delle cose che mi è mancato di più è stato il basket, non potermi allenare e non poter fare le partite. Nonostante non abbia fatto un campionato, fortunatamente ho avuto la possibilità di allenarmi e di questo sono molto contenta”.

Cosa ti aspetti per la prossima stagione? “Per quanto riguarda la prossima ho molta voglia di ricominciare, spero di trovare un bel gruppo e di poter fare un buon campionato. Cercherò di migliorare su alcuni aspetti e di dare un contributo alla squadra”.

Cecilia Oggioni
Cecilia Oggioni

Altra cestista che non vede l’ora di ricominciare è Cecilia Oggioni. Nata l’8 aprile 1998 a Monza e residente a Lissone, studentessa di economia e da tre anni socia di Run & Jump, negozio specializzato in prodotti per il basket.
Ha iniziato da piccola a Lissone per poi passare alle giovanili del Geas. Di seguito Biassono dove ha disputato il suo primo vero campionato senior in serie B, poi due anni a Giussano. E’ arrivata l’anno scorso a Valmadrera ma deve ancora debuttare ufficialmente. Un motivo in più per Cecilia per evidenziare le sue capacità tecniche ed agonistiche. “Da quando ho iniziato a giocare a basket non mi è mai successo di stare così a lungo lontana dal campo di gioco. Non è stato facile cancellare un’abitudine che per me rappresenta un divertimento e uno sfogo dalla vita di tutti i giorni. Guardo il lato positivo e penso a quanto sarà bello sentirsi di nuovo parte di un gruppo e riscoprire il piacere di giocare a pallacanestro”.

Lei è ancora giovane ma ha delle grandi qualità e capacità. Doti e valori che possono diventare per la Starlight un modo per conquistare traguardi importanti. “Mi aspetto una squadra competitiva, che abbia tanta voglia di giocare e mettersi alla prova, come quella che ho conosciuto a settembre. Per quando riguarda la sottoscritta- conclude Cecilia Oggioni- penso a mettere tutto l’impegno necessario per crescere e a godermi ogni minuto che passerò sul campo. Dobbiamo iniziare a giocare a pallacanestro, con l’intenzione di dimostrare il valore della Starlight Valmadrera”.