ACCIAIERIE VALBRUNA BOLZANO: BEL RISCATTO CONTRO CIVITANOVA MARCHE

La partita dedicata a Deborah Fiorani. Minuto di silenzio intenso e partecipato.

Scrivere la cronaca di una partita è sempre piacevole, a maggior ragione se racconta di una bella e desiderata vittoria. Ma questa volta accanto ad ogni parola, vicino ad  ogni pensiero c’è una cappa pesante di dispiacere e di tristezza.  Deborah ha lavorato tanti anni con Pallacanestro Bolzano.  Ha formato giovani promesse, si è spesa con capacità e puntiglio, mancherà a noi ed a tutto  il basket bolzanino.  Le Sisters  sono scese in campo con determinazione per ottenere i due punti contro Civitanova Marche. All’andata le marchigiane aveva vinto con un rotondo + 16.  Si trattava quindi, per guadagnare posizioni nella griglia dei playout, di fare due punti ad ogni costo e cercare, nelle prossime due partite, di ottenere un’altra vittoria utile. Raggiungere 14 punti in classifica potrebbe voler dire essere secondi e giocare entrambe le serie con l’eventuale  terza gara in casa. Le Sisters hanno anche raggiunto, conseguendo un rotondo + 17, un piccolo vantaggio in caso di arrivo in parità con Civitanova Marche. 

La cronaca parla di una buona partenza di Bolzano, che difende con energia e che in attacco sbaglia qualcosa più del dovuto. La carica agonistica e l’entusiasmo non sempre  aiutano la precisione e Civitanova impatta il primo quarto che si chiude 15 a 15.  Scappa Bolzano nel secondo quarto trascinata dalle ottime iniziative di una Bonvecchio motivata e precisa, il vantaggio arriva a + 10 ma  ancora una volta orgoglio e carattere delle ospiti e qualche falla nella difesa delle padrone di casa mandano le squadre negli spogliatoi in sostanziale pareggio ( 33 a 31). Il ritorno in campo di Acciaierie Valbruna Bolzano è imperioso . Una difesa blindata  funge da  idoneo trampolino di lancio per veloci folate offensive che in breve tempo portano le Sisters prima sul 49 a 35 e poi, a fine terzo quarto ad un importante 58 a 41.  Daniela Hafner gioca una gara superlativa e sprona le compagne nel continuare la pressione anche nell’ultimo quarto, spettacolare ed intenso, caratterizzato dalla difesa del + 16 dell’andata da parte di Civitanova e nella continua ricerca del + 17 per Bolzano.  Alla fine sono le ragazze di Sandro Pezzi che vincono proprio di 17,  cifra giusta e massimo obbiettivo della serata.

Per Acciaierie Valbruna Bolzano  grande prova di Bonvecchio su tutto il campo  e Kuijt in fase offfensiva . Stellare prestazione full court  di Daniela Hafner, che gioca la sua migliore partita stagionale.  Degna di nota la buona difesa sulle esterne avversarie, vere artiste nell’1c1 e nel tiro dalla distanza.

Per Civitanova Marche sempre ad alto livello Anna Paolett al tiro con ottima spalla fornita da  Giorgia Bocola, pericolosa con le sue incursioni a centro area.

Strade diverse per Civitanova, che con 14 punti si riposa per due settimane e si prepara per i  playout. Bolzano invece insegue con 12 punti e  tanto per cambiare  ha tre partite settimanali , mercoledì farà visita a La Spezia, per poi terminare la regular season con Umbertide tra le mura amiche. Un finale durissimo e rovente, che mette a dura prova muscoli e resistenza psicologica. Coach Pezzi : ” Gara intensa delle mie Atlete, che in difesa hanno espresso una buona aggressività. In attacco abbiamo sbagliato qualcosa in più del dovuto forse per eccesso di voglia nel  fare canestro.  Tutta la squadra ha dato il meglio, non ho visto grandi differenze di rendimento tra le diverse giocatrici che sono scese in campo. Buon segnale, in vista delle prossime difficili partite.  Sono contento della grande prova di Bonvecchio, che si è prontamente riscattata  e vedo in recupero Assentato, ferma da quasi un mese.  Da adesso in poi tutte le partite sono da giocare senza il fioretto ma con una grande clava ed un grande scudo.”