Brindisi crolla in Turchia, addio Final Eight

Dopo Sassari, anche Brindisi è fuori dalla Champions League di basket. I pugliesi, che avevano in mano il proprio destino, crollano in Turchia contro il Pinar Karsiyaka 107-88 nell’ultima giornata del gruppo I e dicono addio alla Final Eight. Alla Karsiyaka Arena i padroni di casa ribaltano la sconfitta dell’andata (83-79, ndr) e si qualificano ai quarti di finale del torneo insieme all’Hapoel Holon.

Break decisivo nel secondo quarto

Un vero peccato per la formazione pugliese che aveva a disposizione due risultati su tre. Oltre alla vittoria, infatti, le era permesso perdere, ma con 4 punti o meno di scarto. Decisivo il break che i turchi mettono a segno nel corso del secondo quarto quando, sul 36-39, l’attacco della Happy Casa si inceppa e il Pinar piazza un parziale di 15-2 che vale il +10 all’intervallo lungo. Nella ripresa ci si aspetta la reazione ospite,  ma i turchi ribattono colpo su colpo e alla terza sirena il divario aumenta ulteriormente: 83-71. Nell’ultima frazione Gaspardo e Udom riportano sotto Brindisi (-6), ma un nuovo black out colpisce il quintetto di coach Vitucci e i canestri di Taylor e la tripla di Yildrim a 4′ dalla fine valgono il +13 (93-80). Bostic è l’ultimo ad arrendersi, poi è costretto alla resa e alla sirena finale il turchi festeggiano la qualificazione.

Brindisi: Bostic 28, Willis 12, Zanelli 11, Perkins 10, Thompson 7, Bell 7, Krubally 4, Gaspardo 4, Visconti 3, Udom 2