BOLZANO DOMA LIVORNO

Le Sisters  si prendono una bella rivincita e mettono in mostra  importanti progressi sia individuali che di squadra. Difesa ermetica ed attacco piacevole nel primo tempo. Secondo tempo difficile contro la zona labronica. Finale rabbioso e vittoria meritata. Chiabotto MVP della gara.

Acciaierie Valbruna Bolzano festeggia con una bella vittoria sia il terzo incontro settimanale (dopo i due disputati domenica e martedì in terra sarda) e nel contempo raccoglie un bel successo utile per festeggiare la Santa Pasqua nel migliore dei modi. Le avversarie livornesi erano decisamente ” scomode”, dotate di ottime realizzatrici ed di una difesa a zona che rompe la fluidità delle trame offensive di molte squadre. Le Sisters scendono in campo con un quintetto pesante con Marcello (2004), Fabbricini, Assentato e Chiabotto dirette da Karin Kuijt. Le livornesi rispondono con un quintetto più leggero e veloce, pronto a volare in contropiede all’occasione.

L’inizio gara premia i passaggi interni di Bolzano, che realizzano bene sottomisura. Immediata la risposta tattica della panchina delle ospiti, che raddoppiano ed aumentano l’anticipo sulle lunghe bolzanine. Le Sisters sono in serata  e dopo un equilibrio durato pochi minuti passano al comando, forti  di una difesa ben disposta ed una maggiore precisione dal perimetro .Primo quarto  segna 23 a 14 e parla di Bolzano affamata di canestri.  Secondo quarto che vede un vantaggio costante delle padrone di casa che si dilata ulteriormente sino al 38 a 26 che chiude il primo tempo. Quindi attacco preciso e difesa attenta aiutano la squadra padrona di casa a mettere una bella ipoteca sul risultato finale.  L’intervallo serve a Livorno per cambiare modulo ed allo scopo di interrompere la buona predisposizione offensiva di Acciaierie Valbruna il team toscano piazza una zona 3-2 molto adattata che nel terzo quarto mette in difficoltà Bolzano, complice l’uscita per infortunio di Giorgia Assentato ( dopo una bomba è incorsa , atterrando, in un piede della sua avversaria rimediando una storta che l’ha tolta dal campo).  Stessa sorte per Laura Garaffoni, anche lei incisiva sul perimetro con tre bombe ed anche lei in panchina per una forte storta che la terrà in panchina sino al termine.  Senza i due terminali esterni l’attacco di Acciaierie Valbruna ha fatto fatica e le labroniche hanno messo in campo energia e coraggio, arrivando anche a -2. Ma proprio nel momento di maggiore difficoltà le altoatesine hanno stretto i ranghi ed hanno presentato una difesa impermeabile che ha frenato le velleità ospiti. Con la difesa ed il ritorno in campo seppur dolorante di Assentato, il gioco offensivo è ridiventato fluido ed ha consentito a Chiabotto di ergersi a match winner con una serie di canestri che di fatto hanno chiuso la gara.  Al termine grande gioia per coach Pezzi e le sue ragazze e consapevolezza da parte di Livorno di aver giocato una buona gara.

Per Livorno grande prova del playmaker Ceccarini, che oltre a dirigere l’orchestra ha anche suonato lo spartito. Sara Giangrasso, ex di turno e sorvegliata speciale si è comunque distinta con alcuni tiri.

Per Bolzano  grande prova di Chiabotto  ben coadiuvata da Assentato e Garaffoni in buona giornata da tre. Degna di menzione anche la grande prova difensiva di Fabbricini che ha oscurato il canestro alla temibile Orsini e ottima difesa di Kuijt su Degiovanni.

Coach Pezzi: ”  Partita a due volti. Primo tempo in cui abbiamo difeso bene ed attaccato altrettanto. Nel secondo tempo la panchina di Livorno per frenarci ha predisposto una zona 3-2 adattata che ha frenato lo spettacolo ma si è rivelata ostica e ben disposta.  Uscendo le nostre due tiratrici da tre per infortunio abbiamo difettato nei tiri  dal perimetro, ed anche le giocatrici interne avevano le polveri bagnate. Le avversarie hanno recuperato ma la voglia di vincere e di difendere delle mie giocatrici ha avuto la meglio. Ammiro la prova difensiva di Karin Kuijt e il finale tutto sostanza di Chiabotto.  Adesso due giorni di riposo e poi continuiamo nel folle ritmo di tre partite alla settimana, ospitando Galli Valdarno, squadra tra le favorite per la promozione in serie A1.  Cercheremo, anche alla luce degli infortuni, di inventarci qualcosa. Intanto brave Sisters e Buona Pasqua