WILLIAMS -TASSINARI SHOW, BOLOGNA PASSEGGIA A BATTIPAGLIA

Al PalaZauli, nell’incontro valevole per la 22ª giornata del campionato di Serie A1 Femminile “Techfind”, pesante sconfitta per la O.ME.P.S. BricUp Battipaglia che, dopo un buon primo quarto, smette letteralmente di giocare lasciando campo libero ad una implacabile Virtus Segafredo Bologna che vince con il punteggio di 62-96. 

La cronaca.

Nel primo quarto, inizio dalle polveri bagnate da entrambe le parti: si segna poco e si sbaglia molto. Al 3′, la Virtus è avanti di 1 (4-5). Il copione resterà pressoché immutato per tutta la frazione, ma, nonostante gli svariati errori, l’intensità man mano cresce anche perché le due squadre si affrontano senza risparmiarsi e, ad una Bologna che mette in campo qualità ben note, risponde una Battipaglia intraprendente nella quale si mettono in luce le giovanissime Dione (classe 2002) e, soprattutto, Logoh (per quest’ultima, classe 2003, ben 8 punti segnati nel primo quarto). Al 10′, al termine di una frazione sostanzialmente equilibrata, le ospiti sono avanti di 2 (17-19). 

Poi, nel secondo quarto, d’improvviso, ecco lo scenario che non ci si sarebbe aspettati osservando la combattiva O.ME.P.S. BricUp dei primi 10 minuti. Battipaglia, di colpo, smette letteralmente di giocare (significativo, in tal senso, lo 0-14 di parziale preso in poco più di 3 minuti, 17-33 al 13′). Il secondo quarto delle padrone di casa è di un’agghiacciante bruttezza. Male in attacco (appena 9 i punti segnati), peggio in difesa (33 i punti subìti). La Virtus, ovviamente, ne approfitta prontamente per dilagare, andando a segno a ripetizione, specie con Tava e Begic che sfruttano la difesa spesso totalmente assente della O.ME.P.S. BricUp. All’intervallo lungo, le ospiti sono sul +26 (26-52).

Nel terzo quarto, Battipaglia riesce sì a far meglio rispetto al disastroso periodo precedente, ma solo leggermente e solo perché Bologna (tra le cui fila Williams e Tassinari, intanto, danno vita ad un autentico show), dopo aver spinto forte fino a metà della frazione in corso (+29, 38-67), nella seconda metà del periodo rifiata e fa rifiatare alcune delle sue stelle (Williams, Battisodo e Bishop). Ecco che, allora, la O.ME.P.S. BricUp riesce a rendere più pingue (anche se non di molto) il proprio score. Al 30′, la Virtus resta saldamente al comando (+25, 46-71).

Nell’ultimo quarto, il match scorre via veloce. Bologna controlla agevolmente l’ampio vantaggio, gioca divertendosi e trova nella giovane Tartarini (8 punti per lei in pochi minuti) una nuova e splendida protagonista. Dall’altra parte, Battipaglia, molle e confusa, continua a sbagliare tantissimo e a vedere le ospiti allontanarsi sempre più: 54-84 a metà frazione, 62-96 al suono della sirena conclusiva. La vittoria, netta, va alla Virtus Bologna che cancella immediatamente l’amarezza per la sconfitta subìta pochi giorni fa a San Martino di Lupari. Per Battipaglia, invece, oltre alla sconfitta, un lungo elenco di cose che non vanno e che coach Corà, dall’alto della sua esperienza, dovrà sistemare e in tempi rapidi: i play-out non sono poi così lontani e non li si potrà certamente disputare con l’atteggiamento messo in campo oggi. 

RISULTATO FINALE 62-96 (17-19; 26-52; 46-71; 62-96)