TROPPA VENEZIA PER LE DINAMO WOMEN

La sfida con Venezia si conferma proibitiva per le isolane: al Taliercio la capolista vince con autorità

Si è chiuso al Taliercio il weekend sportivo nel segno della sfida tra Sassari e Venezia con una vittoria per parte con il doppio incontro tra campionato LBA disputato ieri e il match della Techfind serie A1. Dopo il successo di ieri sera al PalaSerradimigni della maschile, la sfida della massima serie femminile di questa sera si è confermata proibitiva per le Dinamo Women che, prive di Mataloni, sul parquet veneziano della capolista patiscono la profondità e la fisicità del roster orogranata e incassano un primo break di venti lunghezze tra primo e secondo quarto. Nel secondo tempo la corazzata di coach Ticchi dilaga e alle isolane non basta una Kennedy Burke da 27 punti. Adesso per Cinzia Arioli e compagne ci sarà una settimana per rifiatare, complice la sosta per la Coppa Italia, per poi mettere nel mirino il recupero con Lucca in programma in Toscana il prossimo 10 marzo.

Coach Antonello Restivo manda in campo Calhoun, Arioli, Cantone, Fekete e Burke, Venezia risponde con Howard, Anderson, Petronyte, Natali e Attura. Le padrone di casa aprono le danze con Howard e Anderson, le isolane si iscrivono a referto con i primi punti della coppia americana Calhoun e Burke. Venezia dà il primo strappo alla partita con Carangelo e Petronyte ma è Calhoun a tenere il Banco a contatto aiutata da Fekete.La Reyer piazza un break da 12-2 che indirizza la partita in favore delle orogranata: Kennedy Burke ferma il break ma al 10’ Dinamo sotto di 12 lunghezze (25-13).Nel secondo quarto sono ancora le statunitensi delle Women a condurre l’attacco biancoblu, le italiane di Venezia però ricacciano indietro la Dinamo. Botta e risposta dall’arco tra Pan e Cantone, mentre Petronyte domina nel pitturato e la difesa isolana fatica. Anderson scrive il +20, Kennedy Burke, a quota 20 punti dopo 20’, prova ad accorciare le distanze ma alla seconda sirena il tabellone dice 62-36.  Nel secondo tempo Venezia prosegue la sua corsa e ritocca il massimo vantaggio portandosi sul +40 e con una terza frazione da 24-12 firma il punteggio di 86-48 al 30’. Alle Women non basta una Kennedy Burke da 27 punti, gli ultimi 10 minuti sono garbage time. Al Taliercio finisce 111-62.

Sala stampa. Coach Restivo: “Bisogna ripartire dalle cose positive viste oggi, Venezia ha un appuntamento importantissimo che è quello della Coppa Italia quindi sapevamo che sarebbero arrivare alla sfida con noi molto concentrate dopo ave perso domenica scorsa. C’è un divario oggettivo tra le due squadre, abbiamo cercato di fare le nostre cose e a tratti ci siamo riusciti, questa è la cosa positiva. I due mesi precedenti in cui abbiamo giocato senza Arioli e Fekete son serviti per far crescere altre giocatrici come Cantone o Gagliano, sappiamo che senza la nostra playmaker titolare è difficile però ribadisco che oggi abbiamo fatto delle cose discrete, per noi era molto difficile il confronto di oggi perché Venezia è una corazzata e abbiamo sofferto. L’obiettivo resta quello di migliorarci sempre”.

Reyer Venezia – Dinamo Women 111-62

Parziali: 25-13; 37-23; 24-12; 25-14.

Progressivi: 25-13; 62-36; 86-48; 111-62.

Reyer Venezia. Bestagno 17, Carangelo 6, Howard 20, Pan 8, Natali 6, Anderson 12, Petronyte 19, Meldere 2, Attura 6, Penna 15. All. Giampiero Ticchi.

Dinamo Femminile. Calhoun 8, Arioli 3, Costantini, Gagliano 5, Fekete 13, Cantone 6, Burke 27, Scanu, Pertile , Fara. All. Antonello Restivo