Avellino e Venezia vincono in Champions

Vincono le due italiane impegnate in Fiba Champions League. Martedì positivo per Avellino e Venezia, con gli irpini a segno fuori casa e al secondo posto alle spalle di Murcia nel Girone A, e i lagunari saldamente all’inseguimento di Tenerife, capolista del Girone B, grazie al comodo successo su Opava. Domani in campo anche la terza italiana, la Virtus Bologna (ore 20.30, Segafredo-Petrol Olimpjia).

ANWIL WLOCLAWEK-SIDIGAS AVELLINO 62-72 – La Scandone non si ferma più. Sesto successo di fila tra campionato e coppa per la formazione di coach Vucinic, che in casa dell’Anwil forniscono una prestazione di rara solidità. Irpini padroni del match sin dall’avvio, con gli affondi di Green, Nichols, Sykes e Filloy. Avellino chiude il primo quarto avanti di 8 (15-23) e volano sul +14 sulle ali di Green (17-31). A ricucire lo strappo è il grande ex, Szewczyk, all’intervallo lungo il distacco è comunque rispettabile (31-39). Nel terzo quarto, Filloy e compagni toccano addirittura il +20, entrando nei 10′ finali sopra di 16 (40-56). L’Anwil ci prova con un’improvvisa zona 1-3-1, l’attacco della Scandone non gira più ma la difesa tiene più che dignitosamente. L’esperimento naufraga sulle tre triple consecutive di un immmenso Caleb Green, il rientro conclusivo dei padroni di casa non preoccupa Avellino nonostante la raffica di Simon.

UMANA REYER VENEZIA-OPAVA 102-81  –  Successo prezioso per la Reyer Venezia, che si mantiene in scia alla capolista del Girone B, Tenerife, spazzando via senza troppi problemi il fanalino di coda Opava. Gli ospiti cercano di spaventare i lagunari nel primo quarto chiudendo avanti di sette lunghezze (13-20). La rimonta veneziana è lenta ma inesorabile, l’11-0 di parziale illude i ragazzi di De Raffaele ma alla sirena di fine primo tempo sono ancora gli avversari a essere col naso avanti, anche se solo di un punto (37-38). Nel secondo tempo, Venezia dilaga: Haynes e daye sugli scudi per il +14, frazione da 33 punti realizzati e +9 all’ingresso nel quarto quarto (70-61). Opava prova a rientrare ma è un tentativo vano, la Reyer vola addirittura sul +20 e può amministrare nel finale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *