Crema autoritaria, vittoria prestigiosa contro Castelnuovo Scrivia

Dopo la capolista Alpo (e la gara odierna ha più di una analogia con quella del 20 ottobre) anche la Parking Graf Crema espugna il Camagna e la vittoria, netta, è meritatissima e premia la squadra che ha decisamente giocato meglio, su ambo i lati del campo; per la formazione di casa, che ha dovuto rinunciare ancora a Canova, una prestazione caratterizzata da molte ombre e poche luci e se è vero che l’impegno non ha certo fatto difetto, molte sono le cose che però non hanno funzionato. Se coach Pozzi sperava di vedere, stasera, una Autosped più incisiva in fase offensiva si può tranquillamente dire che l’attesa è andata delusa; semmai, il problema, è che oggi anche la difesa, nei primi 20′, ha funzionato poco e male, e non a caso proprio in questa prima metà gara le cremasche hanno piazzato il break decisivo. In avvio sono Claudia Colli e Stoiedin a replicare alle prime ‘punture’ delle ospiti (4-6) che però, con Melchiori e Nori, provano subito ad allungare (12-4); Stoiedin e Salvini cercano di tenere in scia il Bcc (8-14) ma Crema è on fire e vola fino al +11 (19-8) prima del 7-0 interno firmato da Salvini e Pieropan che sembra riportare un po’ di inerzia dalla parte delle giraffe che chiudono il primo quarto con un -4 tutto sommato accettabile (19-15). Si riparte quindi con la speranza di veder perfezionato l’aggancio da parte delle giocatrici locali che però, nei primi 5′, fatturano la miseria di 3 punti (libero di Salvini e canestro di Martelliano) andando ad infrangersi contro la ben organizzata difesa avversaria; la formazione di Sguaizer si issa fino al +15 (33-18) e, nonostante una fiammata di Pieropan, che griffa in proprio il 7-2 del -10 (25-35), non alzano il piede dall’acceleratore arrivando fino al +16 (41-25) limato poi da due liberi di Salvini appena prima della sirena (41-27). E’ presumibile che lo staff tecnico castelnovese catechizzi a dovere le proprie atlete negli spogliatoi perchè in effetti, al rientro in campo, si vede una squadra con maggiore voglia di mordere ma, purtroppo, quanto di buono viene costruito nei propri 14 metri (solo 11 punti concessi alle lombarde in 10′) viene poi vanificato nell’altrui metà campo; i canestri di Corradini e Salvini e le triple, ancora di Salvini e di Claudia Colli, non possono certo bastare per ricucire lo strappo che rimane, infatti, praticamente inalterato al 30′ (37-52). Ed anche nei 10′ finali il copione si ripete pressoché identico con le giraffe che provano con generosità, ma sempre con poca lucidità, la rimonta andando però ancora a sbattere contro il muro, pressoché invalicabile, delle avversarie; la sterilità offensiva delle castelnovesi (di Stoiedin, Pieropan, Salvini e Colli i canestri nel quarto) permette alla Parking di amministrare senza problemi il margine accumulato e di condurre in porto una gara interpretata in maniera quasi perfetta e vinta, di conseguenza, con merito. Per le ragazze di Pozzi un passo falso, il secondo tra le mura amiche, che non deve essere necessariamente visto come una bocciatura e che, anzi, potrà essere salutare se da questo ko si sapranno trarre i giusti insegnamenti, soprattutto prendendo coscienza del fatto che dalle difficoltà si esce solo grazie al lavoro di squadra; i risultati finora ottenuti sono in linea con gli obiettivi di inizio stagione e quindi non è il caso di fare drammi ma, semmai, di fare tesoro degli errori.

AUTOSPED CASTELNUOVO SCRIVIA: Canova NE, Repetto NE, Corradini* 2 (1/5 da 2), Martelliano 2 (1/2, 0/2), Colli, Serpellini NE, Colli* 7 (2/9, 1/5), Bernetti NE, Quintiero NE, Salvini* 17 (5/11, 1/1), Stoiedin* 6 (3/5 da 2), Pieropan* 15 (1/6, 3/7)
Allenatore: Pozzi F.
Tiri da 2: 13/39 – Tiri da 3: 5/15 – Tiri Liberi: 8/11 – Rimbalzi: 36 9+27 (Martelliano 7) – Assist: 12 (Corradini 5) – Palle Recuperate: 14 (Colli 5) – Palle Perse: 20 (Pieropan 6)

PARKING GRAF CREMA: Melchiori* 19 (2/6, 4/6), Nori* 21 (9/14 da 2), Capoferri, Iuliano, Blazevic* 8 (4/7 da 2), Caccialanza 2 (1/2, 0/4), Parmesani* 2 (1/7, 0/4), Cerri 3 (1/2 da 2), Grassia 2 (1/1, 0/1), Parmesani NE, Rizzi* 7 (2/3, 1/4)
Allenatore: Sguaizer D.
Tiri da 2: 21/42 – Tiri da 3: 5/20 – Tiri Liberi: 7/12 – Rimbalzi: 39 10+29 (Nori 10) – Assist: 18 (Melchiori 8) – Palle Recuperate: 12 (Melchiori 4) – Palle Perse: 19 (Rizzi 5)
Arbitri: Zaniboni F., Sidoli D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *